Tipologie di levigatrici

Tipologie di levigatrici: caratteristiche generali.

Tutte le tipologie di levigatrici presentano le stesse caratteristiche e funzioni. Si tratta di strumenti usati nel processo successivo alla costruzione o al restauro di pavimentazioni specifiche. Secondo i tipi di levigatrici che si acquistano, si possono lisciare specifiche pavimentazioni: dal legno, metallo alla ceramica. Il loro uso è indispensabile perché permette di conferire alle piastrelle la giusta lucidatura, forma ed estetica, eliminando eventuali imperfezioni, opacità e tanto altro. Le levigatrici, per pareggiare la superficie su cui si sta lavorando, utilizzano dei tagli specifici. Essi sono praticati da uno strumento , noto con il nome di levigatore. Quest’ultimo è formato da una pietra o della polvere abrasiva che agisce sulle mattonelle.
Esempio di una levigatrice.

Ryobi - Trapano avvitatore ad angolo retto One Plus, funzionamento a batteria, 18 V

Prezzo: in offerta su Amazon a: 61,66€
(Risparmi 11,53€)


Tipologie di levigatrici: a muro.

Esempio di levigatrice per muro. Fonte: www.boerogaetano.com. La levigatrice a muro è solo una delle tante tipologie di levigatrici che possono essere utilizzate sia per uso industriale e sia per il semplice fai-da-te. A questa categoria appartengono quelle a nastro: strumenti potenti che per levigare usano un nastro abrasivo rotante su due assi, le cui dimensioni dipendono dalla potenza meccanica dell'attrezzo stesso. Sempre alla categoria di levigatrici a muro appartengono anche quelle orbitali usate per la rimozione di vernici e smalti dalle superfici, adatte per il fai-da-te. Le levigatrici retorbitali svolgono invece due movimenti differenti (rotatori e orbitali), consentendo una levigatura e lisciatura molto precise. Infine, sempre alla categoria di questi strumenti a muro, si trovano le levigatrici delta, usate per interventi precisi, per eliminare intonaco o vernici.

  • mantenimento casa Le superfici esterne della casa sono esposte a diversi tipi di aggressione. Agenti atmosferici, inquinamento, crescita di vegetazione apparentemente innocua. La prima cosa da fare per difenderla è con...
  • Trolley Workcenter della Stanley 3 in 1 Il Trolley Workcenter 3 in 1 della Stanley è di certo uno degli strumenti che non possono mancare nella stanza del fai da te di ogni bricolista. Utilissimo per dividere ogni tipo di attrezzatura, graz...
  • alcuni occorrenti Per realizzare degli orecchini fai-da-te si può utilizzare veramente qualsiasi cosa: perline o pietre colorate, nastri, fili, catenelle oppure la pasta fimo, con cui si possono modellare i pendenti ch...
  • Casette per uccelli creative Costruire casette per uccelli, oltre che essere un'attività piacevole, sarà un modo per fornire un riparo sicuro e caldo a tutti gli uccellini che si ritroveranno a dover affrontare il gelido inverno....

BETONIERA ELETTRICA SIM140 140L 550W 230V MIXER CEMENTO IMPASTATRICE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 289€


Tipologie di levigatrici: parquet.

Esempio di levigatrice per parquet. Fonte: www.italnolo.it. Tra le innumerevoli tipologie di levigatrici ci sono quelle specifiche per parquet. La pavimentazione che sia in parquet tradizionale, laminato o altro, col passare del tempo è soggetta a usura, alla formazione di graffi, scolorimenti, macchie e altri inconvenienti che fanno perdere al parquet la sua naturale bellezza. A questo proposito, anziché sostituire la pavimentazione, basta utilizzare la levigatrice per parquet. Prima di procedere con la lisciatura occorre eliminare tutti i mobili e analizzare i punti e i livelli di usura per meglio comprendere come agire. Dopo aver compiuto quest’azione, si procede con il passaggio della levigatrice, sgrassando e lisciando le mattonelle, eliminando lo strato superficiale del legno. In contemporanea la macchina stende una pasta abrasiva per eliminare totalmente i segni di usura. Infine si passa l’aspirapolvere per eliminare i residui della lisciatura e si stende la cera.


Tipologie di levigatrici: levigatrice orbitale.

La levigatrice orbitale è una delle tante tipologie di levigatrici che può essere impiegata per i più semplici lavori del fai-da-te. Non bisogna confonderla con la pulitrice perché l’orbitale asporta più materiale e ha una sorta di mola a grani fini o dischi rotanti sotto i quali sono stati inseriti delle carte vetrate. La sua praticità è data, non solo dalle sue dimensioni ma anche, dalla presenza di un manico ergonomico e con una forma atta a conferire una presa molto salda. Il suo funzionamento è molto semplice giacché compie lo stesso movimento orbitale che è compiuto in modo manuale da falegnami o dagli amanti del fai-da-te. La praticità della levigatrice orbitale è data dalla possibilità di regole le vibrazioni emesse, dall’aspirazione delle polveri durante il suo uso e dalle piccole e comode dimensioni del prodotto.




COMMENTI SULL' ARTICOLO