Attrezzi per giardino

Gli attrezzi da giardino sono davvero indispensabili nel momento in cui si ha intenzione di dedicarsi alla cura del terreno: ce ne sono alcuni che, molto più rispetto ad altri, non si possono assolutamente non avere a disposizione.

Tra gli attrezzi da giardino più importanti troviamo sicuramente il rastrello, che si caratterizza per essere un accessorio che viene impiegato per lavorare manualmente il terreno che si ha a disposizione e, come tanti altri strumenti che vengono impiegati per l’attività di giardinaggio, il rastrello non può contare su un motore.

Il rastrello è un attrezzo che si caratterizza per essere composto da un manico che presenta una lunghezza minima che si aggira intorno ai 1,5-2 metri. Alla fine di questo manico, che può essere ovviamente creato con diversi materiali (tra cui possiamo trovare il metallo, la plastica ed il legno), ... continua


Articoli su : Attrezzi per giardino


  • Il piccone

    piccone Il piccone può essere acquistato in qualsiasi negozio specializzato nella vendita di prodotti edili e per il giardinaggio. Esistono inoltre innumerevoli varianti come ad esempio: piccone di plastica,
  • La carriola

    carriola1 Una carriola è un carrello portato a mano e progettato per poter trasportare dei carichi di medie dimensioni. La sua forma consente di distribuire il peso dei carichi, non troppo pesanti, consentendo
  • La motozappa

    motozappa La motozappa: uno strumento agricolo a motore che consente di ridurre i tempi della preparazione del letto di semina, in passato allungati dalla necessaria lavorazione manuale. Il proficuo uso di ques
  • La zappa

    zappa1 Il termine si usa per indicare quell’utensile che viene usato per smuovere la terra: ha una lama posta più o meno in senso perpendicolare al suo manico, ma leggermente più piegata ed è fissata al mani
  • Prezzo della roncola

    roncola La roncola si può acquistare in tutti i negozi specializzati ma anche su internet. Un’altra alternativa è quella di comprarla usata magari da un conoscente tramite trattativa privata. Tante soluzioni
  • Utilizzo corretto della vanga

    vanga La vanga da giardino, uno strumento tanto semplice quanto importante, che mai può mancare nella attrezzatura del perfetto giardiniere: come è fatta, quando è utile e come usarla al meglio per ottenere
  • La carriola a motore

    Carriola a motore elettrico A ruote o a cingoli, la carriola a motore è un mezzo versatile, utilizzabile in edilizia, ma anche in agricoltura, nella cura dell'orto, del giardino, di piccoli boschi e frutteti. Grazie al motore al
  • Attrezzi da giardino indispensabili

    forbici da potare In giardino si possono trovare qualsiasi specie di piante e fiori. Per chi vive in città si sta diffondendo l'abitudine di creare dei terrazzi verdi dove piantare in vaso anche gli ortaggi. Prima di a
  • Il forcone

    Un vecchio forcone di legno intagliato a mano Il forcone, attrezzo agricolo utilizzato per gestire materiali come fieno, paglia e letame. Il forcone è costituito da una serie di denti a forcella all'estremità di un manico, con numero variabile di
  • Il rastrello

    Tipico rastrello con pettine in metallo Quando si guarda un giardino ben curato non si può fare a meno di osservare il lavoro prezioso del rastrello, un attrezzo semplice che però risulta indispensabile ad ogni buon giardiniere.Si tratta di
  • Il setaccio

    Che cos'è il setaccio Quando si acquista il setaccio è consigliabile impugnarlo e provarlo, soprattutto se deve essere utilizzato per molte ore.
  • L'annaffiatoio

    Un moderno annaffiatoio L'annaffiatoio con rastrello, vanga, pala, forca e zappa è uno degli utensili da giardino indispensabili. Indispensabile, perchè se avete dei fiori solo sul balcone o sul terrazzo potrete fare a meno
prosegui ... , troviamo un particolare pettine che può essere costruito anch’esso con svariati tipi di materiali, che possono essere gli stessi del manico oppure differenti.

Come si può facilmente intuire, la scelta dei materiali utilizzati per la realizzazione del manico e del pettine non è certamente casuale, dal momento che ogni dettaglio all’interno del rastrello ha una sua motivazione ben precisa: è sufficiente pensare come non sia casuale nemmeno la posizione e la distanza delle varie punte che caratterizzano il pettine.

Nel momento in cui il rastrello deve essere impiegato per una lavorazione della terra quando quest’ultima è particolarmente dura, allora nella maggior parte dei casi la struttura di questo attrezzo da giardino viene prodotta in metallo, almeno dal punto di vista del pettine.

Nel caso in cui, al contrario, si abbia la necessità di lavorare invece una terra che si presenta tenera, viene impiegato un materiale come il legno piuttosto che la plastica.

I rastrelli non vengono utilizzati solamente per la lavorazione della terra, ma possono tornare decisamente utili anche per andare a ripulire il terreno stesso dalla presenza di un gran numero di foglie secche, ma anche da delle pietre di ridotte dimensioni.

In tutte queste occasioni, quindi, non è necessario impiegare il rastrello di metallo, visto che presenta certamente un livello di pesantezza maggiore, ma è fondamentale puntare su un rastrello decisamente più leggero e che si può maneggiare più facilmente, in maniera tale anche da stancarsi molto di meno usandolo.

Nel momento in cui, quindi, è necessario eseguire delle operazioni sul terreno, come ad esempio quando bisogna smuoverlo piuttosto che fare spazio, l’attrezzo da giardino maggiormente impiegato risulta essere la vanga.

La vanga si caratterizza proprio per essere in grado di frantumare le zolle di terra, in maniera tale da avere il substrato ideale per la semina e per tante altre operazioni. Questo attrezzo si presenta con un manico che, nella maggior parte dei casi, con materiali come il metallo piuttosto che il legno: la vanga può avere diverse misure, dal momento che parte da una lunghezza minima di 1,30 metri fino ad una lunghezza massima che si spinge pure fino a 2 metri.

In tutti i lavori di giardinaggio non si può certamente prescindere dall’impiego di un attrezzo come la vanga è fondamentale, visto che viene considerata come una sorta di alternativa al badile, maggiormente impiegato al contrario nel settore edile.

Senza ombra di dubbio, la vanga presenta un gran numero di caratteristiche in comune con la classica pala, che si può ritenere senz’altro la sua progenitrice.

La vanga, però, presenta una differenza rispetto sia al badile che alla pala: stiamo parlando della presenza di un dispositivo d’uso con cui si può impugnare il manico con tutte e due le mani, in modo tale da collocarle in verticale, con la punta della lama che viene rivolta verso la terra che si dovrà frantumare.

Dopo averla impugnata, l’uso della vanga è molto semplice: infatti, è sufficiente fare leva con il piede sulla vanga, in maniera tale che la lama possa conficcarsi nel terreno e poi sollevi una parte di terra, che si può rivoltare piuttosto che vangare.


Guarda il Video