Lavastoviglie

Quando si parla della lavastoviglie si fa riferimento ad un elettrodomestico che si trova praticamente in ogni cucina e che si caratterizza per essere davvero molto utile.

Al giorno d’oggi, la lavastoviglie si caratterizza uno di quegli elettrodomestici che fanno sicuramente molto comodo a tutte le casalinghe, ma anche a tutti coloro che vivono da soli e non hanno mai tempo di lavarsi i piatti. Infatti, la creazione di questo elettrodomestico ha offerto la possibilità di ridurre notevolmente il lavaggio di tutte le stoviglie, garantendo la possibilità di risparmiare notevolmente tempo da dedicare successivamente ad altre attività.

Tra i principali vantaggi dell’impiego delle lavastoviglie troviamo sicuramente la possibilità di venire molto di meno a contatto con i vari detergenti, così come evitare la fatica di dover ogni volta lavare a mano i piatti: senza ombra di dubbio, ... continua


Articoli su : Lavastoviglie


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Lavastoviglie piccole

      lavastoviglie Utili, versatili e compatte: le lavastoviglie piccole offrono tutti questi vantaggi in una gamma di modelli sempre più vasta per ogni esigenza.
    • La lavastoviglie

      esempio di lavastoviglie bosch La lavastoviglie rende comodo e pratico un lavoro una volta effettuato a mano. I modelli moderni fanno risparmiare fatica, acqua ed energia.
    • Lavastoviglie da incasso

      lavastoviglie Scegliere le lavastoviglie da incasso, come installarle ed effettuare gli allacci sono procedure da fare con attenzione per evitare problemi in casa.
    • Lavastoviglie di ultima generazione

      lavastoviglie Le lavatrici di ultima generazione sono dotate di tecnologie avanzate per la massima efficienza con funzioni elettroniche molto comode e pratiche.
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , le mani ci guadagnano notevolmente, visto che vengono ridotte le screpolature e le ferite causate dal contatto prolungato con l’acqua.

      La lavastoviglie si caratterizza per essere uno strumento elettrico ed idraulico che viene utilizzato soprattutto per lavare le stoviglie, ma anche le posate e le pentole dalle ridotte dimensioni e, nella stragrande maggioranza delle situazioni, garantisce pure la possibilità di svolgere l’operazione di asciugatura.

      La struttura interna della lavastoviglie può contare su una distinzione tra diversi scomparti in cui dovranno essere collocati i piatti ed i bicchieri, in maniera tale da poterli lavare senza particolari problemi, mentre il sapone dovrà essere inserito liquido o sfruttando quello a capsule.

      In relazione alle proprie esigenze, successivamente, c’è pure l’opportunità di selezionare uno tra i vari programmi di lavaggio che vengono messi a disposizione, in cui le differenze sono rappresentate essenzialmente dalla temperatura dell’acqua e dalla durata di ciascuno.

      Gli ultimi modelli di questo elettrodomestico che sono stati lanciati in commercio si caratterizza per essere state realizzate all’insegna della silenziosità e rappresentano la soluzione ideale, di conseguenza, anche per poter effettuare il lavaggio dei piatti ad ore piuttosto tarde, magari in seguito ad una cena con gli amici.

      All’interno di un gran numero di ristoranti e bar, infatti, le lavastoviglie rappresentano degli elettrodomestici che non possono assolutamente mai mancare, visto che consente di lavare ed asciugare rapidamente piatti e bicchieri, ma al tempo stesso va a svolgere su di essi anche un’azione disinfettante, dal momento che l’acqua e le elevate temperature permettono proprio di andare a rimuovere tutti i vari germi e i batteri che possono materializzarsi sui piatti sporchi.

      Casalinghe di tutto il mondo, siate fiere di questo elettrodomestico: infatti, è stata proprio una donna ad inventarla ed a brevettarla: stiamo facendo riferimento al genio dell’americana Josephine Cochrane, una donna abbiente che adorava trascorrere le serate in compagnia degli amici e bevendo qualche cocktail.

      La servitù era solita, come si può facilmente intuire, lavare e pulire i piatti e i bicchieri: le operazioni prevedevano l’impiego dell’acqua fredda, inserendo le stoviglie sporche all’interno di tinozze dalle dimensioni piuttosto elevate, mischiandole anche con cenere, limone, aceto ed altre preparazioni naturali che svolgevano un’azione decisamente sgrassante.

      Così, la signorina Cochrane, stanca del fatto che i piatti continuavano ad essere rotti e puliti con superficialità, ecco che decise di inventare una macchina che potesse farlo in modo perfetto e preciso: così, visto che nessuno ci aveva ancora pensato, questa donna americana ebbe un’idea davvero unica.

      La nascita della lavastoviglie, quindi, si può considerare come davvero molto curiosa e buffa: è stata una donna che non ha mai avuto alcun bisogno di lavare personalmente i piatti e le stoviglie sporche ad inventare una macchina che fosse in grado di svolgere tale operazione al posto della sua servitù.

      Inizialmente, tale novità non fu ben accolta dal pubblico a stelle e strisce, ma l’industria della ristorazione la prese in considerazione fin da subito.