Interventi di manutenzione

Gli interventi di manutenzione all’esterno

Le superfici esterne della casa sono esposte a diversi tipi di aggressione. Agenti atmosferici, inquinamento, crescita di vegetazione apparentemente innocua. La prima cosa da fare per difenderla è controllare costantemente che non vi siano degradi dati dalla rottura di impianti o lattoneria e dallo spostamento di tegole con relative infiltrazioni. Il controllo a vista è molto importante perché ci consente di accorgerci immediatamente dei danni imprevisti. Premessa fatta, ci sono degli interventi di manutenzione da programmare per mantenere la casa in buona salute. Le gronde ed i pluviali vanno puliti ogni anno, specie se nelle vicinanze si trovano alberi più alti del tetto, e va controllato anche il punto di arrivo delle acque meteoriche a terra, eventualmente aprendo il pozzetto se presente. Nella pulizia vanno eliminati depositi e foglie dal canale di gronda e vanno puliti i filtri grigliati alla congiunzione con il pluviale. Ogni cinque anni è bene fare eseguire un controllo del tetto, compreso il manto di copertura, da una ditta specializzata. Controllate le fessure presenti sulla facciata ed eventualmente risarcitele con malta compatibile con l’intonaco esistente.
mantenimento casa

Niutop 58 in 1 Magnetico cacciavite con 54 Bit Driver Kit, cacciavite Set di IPhone / iPad / iPod / Netbook / Notebook / Laptop / HTC / BlackBerry /Samsung /Huawei /Nokia /Sony /Motorola / Nexus / LG /Tablet PC /Lettori MP3 / Macbook

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,98€
(Risparmi 1€)


Gli interventi all’interno

All’interno della casa i controlli a vista sono più semplici ma non bisogna mai sottovalutare il problema con la scusa che lo si tiene sotto controllo. L’umidità dei muri ad esempio difficilmente smette di deteriorare i muri interni se non poniamo rimedio. La prima cosa da fare è cercare di capire il motivo e poi di porre in atto interventi di manutenzione risolutivi. Se ad esempio si tratta di muffe da condensa nei bagni e nelle cucine, o in pareti esposte a nord, la prima opera di manutenzione è la rimozione con acqua e candeggina cui segue la stesura di una pittura antimuffa. Eliminato il problema ricordarsi di arieggiare ogni giorno le stanze o nel giro di poco tempo il problema tenderà a riapparire. Se la quantità di acqua è nei pressi del balcone - superiore o dello stesso piano – o del livello del marciapiede esterno, si tratterà probabilmente di un’infiltrazione dovuta a scarsa impermeabilizzazione. In questa caso la soluzione è di procedere alla stesura di impermeabilizzanti a pennello o di guaine. Controllate sempre lo stato di salute di serramenti interni ed esterni: se in legno naturale ogni due o tre anni andrebbero ridipinti.

  • automobile La pratica del fai da te, è assolutamente utile a migliorare la propria conoscenza personale in merito ad alcuni settori specifici, oltre che volta al risparmio economico. Gli oggetti, sono sottoposti...
  • bicicletta La pratica del ciclismo, aiuta a consolidare la forma fisica, a migliorare la frequenza cardiaca, potenzia la muscolatura delle gambe e dell’addome. Pedalare con il vento sulla faccia, al sole, o in p...
  • Radiatore auto La manutenzione più importante e più frequente da fare è senza dubbio il controllo del livello dell'acqua. Si utilizza acqua il più possibile pura e povera di calcare allo scopo di limitare le incrost...
  • fotovoltaico1 La diffusione oggi di pannelli e cellule fotovoltaiche, richiede l’apprendimento di pratiche anche nella loro gestione e supervisione. Non è sufficiente l’installazione dell'impianto, infatti, per ott...

Grohe 13937000 Aeratore per Rubinetto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,91€
(Risparmi 3,09€)


Interventi di manutenzione: La manutenzione degli impianti

manutenzione casa1 Tenere sotto controllo gli impianti è importante anche per la sicurezza. L’efficienza delle caldaie, il cui controllo è obbligatorio per legge, consente la verifica delle emissioni in atmosfera per la salvaguardia dell’ambiente ed anche la verifica di assenza di prodotti di combustione di ritorno che creano rischi per la salute. La caldaia va controllata una volta ogni anno oppure ogni due anni in dipendenza dalla potenza in kw e dalla provincia di residenza. Una volta all’anno, al momento del riavvio, vanno sostituiti anche i filtri del condizionatore per evitare l’immissione di funghi e batteri nell’ambiente domestico. Se non vengono compiuti lavori sull’impianto elettrico e non salta la luce spesso e senza motivo, ricordatevi semplicemente di sostituire le spine rotte, di controllare l’aderenza al muro delle prese e di sostituire fili che presentano punti di discontinuità per evitare incidenti domestici. Per quanto riguarda le piccole manutenzioni dell’impianto idrico controllate sempre che rubinetti e sciacquone non perdano acqua e che non vi sia una esagerata presenza di calcare. Nel caso l’acqua dell’acquedotto o pozzo generi depositi consistenti ripuliteli più volte all’anno.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO