Consigli pratici

Il fai da te include tutta una serie di metodologie di manutenzione, ma anche al tempo anche un buon gruppo di attività di decorazione e di riparazione. Al tempo stesso, all’interno di questo mondo possiamo comprendere pure tutti quei piccoli lavoretti o interventi che possono senz’altro rendere decisamente più semplice le difficoltà di ogni giorno che si possono manifestare all’interno della propria abitazione.

Nella maggior parte dei casi, sono sufficienti solamente dei consigli pratici per poter risolvere delle situazioni intricate oppure portare a termine qualche lavoretto di casa che dava parecchie noie già da diverso tempo.

Ogni giorno che passa, infatti, dobbiamo per forza di cose far fronte a tutta una serie di imprevisti nonché di incidenti di ridotta dimensione: specialmente all’interno della propria abitazione, può capitare piuttosto frequentemente dover affrontare tutta una serie di difficoltà che ci possono far innervosire e toglierci la serenità.

Ovviamente, ... continua


Articoli su : Consigli pratici


1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
  • Aste immobiliari: come funzionano

    Asta immobiliare Le aste giudiziarie immobiliari sono attività processuali utilizzate dal creditore non rimborsato, generalmente una banca, per realizzare la vendita forzata di un immobile. Capire come funzionano cons
  • Casa dolce casa quanto costi

    casa L'utilizzo del fai da te e della propria creatività come soluzione utile per realizzare la casa dei propri sogni ma senza mettere a repentaglio il portafogli. Scopriamo come risparmiare con il restaur
  • Come fare acquisti on line

    shopping online Molti negozi sono sbarcati online e sempre più utenti si divertono a passeggiare per gli scaffali alla ricerca dell’articolo "giusto". Una volta che si è in possesso dei requisiti e si conoscono le re
  • Come fare un ancoraggio

    chiodo Dopo aver capito come fare un ancoraggio, quali accorgimenti prendere e quale materiale scegliere, segue la scelta del tipo di ancoraggio da praticare. Sia con il metodo meccanico e sia con quello chi
  • Come vendere casa

    vendita casa Quando si deve vendere una casa sono tantissimi i fattori che si devono considerare. Il periodo storico, la zona in cui si trova l’immobile, la situazione del mercato immobiliare sono solo alcuni aspe
  • Quando comprare casa

    famiglia casa nuova Quando si decide di comprare una casa bisogna sapere quali passaggi affrontare e quali elementi tenere in considerazione per non sbagliare. L’investimento in un immobile può infatti essere molto impeg
  • Credenze moderne: modelli e prezzi

    Modello madia moderna di Calligaris Con le credenze moderne i prezzi e i modelli si moltiplicano e al cliente non resta che l'imbarazzo della scelta!Alta o bassa, a vetro o chiusa, di legno o ferro: i cataloghi dei principali brand di m
  • Come affrontare il cambio di stagione

    Attività fisica La spossatezza è uno dei sintomi tipici del fatidico cambio di stagione. I responsabili sembrano essere gli ormoni, i quali risentono degli sbalzi di temperatura ,alterando il benessere del nostro org
  • Come allevare animali in casa

    Il Selezionando le stesse razze, tra quelle più comunemente reperibili nelle nostre abitazioni, descriveremo le modalità di allevamento, all'interno delle mura domestiche, oltre che di cani e gatti, anch
  • Come apparecchiare la tavola

    Tavola apparecchiata Con questa guida apparecchiare la tavola non è mai stato così facile. Scopri con noi l'arte di apparecchiare la tavola nel modo giusto curando i minimi dettagli, sia per quanto riguarda la tavola, che
  • Come aprire un agriturismo

    Agriturismo in Toscana L'agriturismo, così come definito dalla legge quadro 96 del 2006, è un'attività di ricezione e ospitalità esercitata da imprenditori agricoli. Le norme regionali entrano poi maggiormente nel dettaglio
  • Come aprire un bed and breakfast

    Insegna Bed and Breakfast Ospitare i turisti nella propria grande casa, o in una struttura appena ristrutturata, è il sogno di molti. Aprire un bed and breakfast, però, non è una impresa semplice, bisogna seguire degli standar
1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , piuttosto frequentemente può capitare qualche disattenzione piuttosto che qualcuno, all’interno della famiglia, abbia combinato qualche danno o disastro: è sufficiente pensare a tutte le varie macchie di unto o di quant’altro che possono andare a danneggiare notevolmente i tappeti, i mobili e i capi d’abbigliamento.

Per poter risolvere queste situazioni, come ad esempio quella delle macchie, piuttosto frequentemente capita di dover acquistare dei prodotti per smacchiare vestiti e tessuti che comportano una notevole spesa.

Ecco spiegato il motivo per cui tutti i consigli pratici che si possono trovare all’interno della nostra sezione, non fanno altro che farci risparmiare in primo luogo un buon ammontare di denaro, soprattutto in virtù del fatto che permettono di effettuare l’attività smacchiante direttamente fai da te, senza dover spendere soldi al supermercato.

I consigli pratici che si trovano all’interno della nostra sezione, quindi, permettono di portare a termine dei veri e propri miracoli. Ad esempio, anche il divano si può pulire con tutta una serie di tecniche e di rimedi decisamente casalinghi.

Invece, per quanto riguarda la rimozione di polvere e di residui di alimenti, non dobbiamo dimenticare come l’impiego di un semplice elettrodomestico, com’è anche rappresentato da un ottimo aspirapolvere.

Invece, con le macchie, nel caso in cui siano state fatte sul divano, e se le varie componenti dovessero essere sfoderabili, c’è la possibilità di sfruttare la lavatrice, ma al tempo stesso si può anche prendere la decisione di lavarli a mano.

Nel caso in cui aveste, al contrario, la necessità di disinfettare i tessuti del divano, allora c’è la possibilità di utilizzare un vecchio “trucco”: stiamo facendo riferimento a quel composto ottenuto mischiando un bicchiere di aceto e quattro gocce di eucalipto.

Le macchie che si sono formate sui tessuti e che faticano ad essere rimosse, invece, si possono lavare sfruttando il sapone di Marsiglia, ma attenzione perché non stiamo facendo riferimento alla versione moderna, quanto più che altro alla variante originale, che viene realizzata sfruttando l’olio extra vergine di oliva, ma anche l’acqua e la soda caustica.

Il sapone di Marsiglia che viene ricavato con il procedimento prima descritto, si caratterizza per avere un particolare colore avorio ed offre la possibilità di pulire ogni tipologia di superficie. Per la pulizia di tutti i vari tessuti che hanno una macchia (bisogna far agire il sapone per almeno quindici minuti e poi provedere alla risciacquatura) , è sufficiente utilizzare un panetto di quest’ultima versione di sapone di Marsiglia, che può essere impiegato anche la pulizia di un gran numero di ambienti, come ad esempio i pavimenti, le piastrelle ei sanitari.

Questo sapone di Marsiglia fai da te, quindi, si può utilizzare come una sorta di alternativa in confronto ad un detersivo acquistato al supermercato: come ulteriore opzione, possiamo senz’altro sottolineare la possibilità di usare la candeggina, che può contare su un alto potere disinfettante.