Tipologie di levigatrice

Tipologie di levigatrice

La levigatrice è un utensile che si utilizza per effettuare quello che viene definito processo di levigatura. Quest'ultima si può descrivere come la realizzazione di finitura di un materiale. I materiali che si possono rifinire tramite la levigatrice sono molti, come il legno, la ceramica, vari tipi di metallo e molti altri. Esistono diverse tipologie di levigatrice. In genere questo strumento si cataloga a seconda del movimento compiuto dal materiale abrasivo. Avremo quindi, la levigatrice a nastro, quella a delta, la levigatrice orbitale e quella rotoorbitale. Nella levigatrice a nastro il meccanismo interno permette alla carta abrasiva di ruotare su due assi. In quella a delta il movimento segue una linea retta. Per quanto riguarda la levigatrice orbitale il materiale abrasivo orbita intorno ad un asse, ma non intorno a se stesso, caratteristica che contraddistinge invece il modello rotoorbitale.
levigatrice

Vigor V2473 - Comando quadrangolare cavo, 12,5 mm (1/2''), per utilizzo con trapano avvitatore a percussione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,8€
(Risparmi 0,07€)


Funzionamento della levigatrice

Indipendentemente dal movimento tipico delle diverse tipologie di levigatrice, il funzionamento prevede di utilizzare la carta abrasiva per levigare il materiale scelto. Generalmente è possibile acquistare la carta abrasiva in rotoli oppure a metratura, presso i negozi di ferramenta. La levigatrice permette di applicare questo materiale abrasivo sui suoi dischi, sia nella parte posteriore che su quella anteriore. Per evitare i danni alla salute, che l'aspirazione delle polveri sottili create dal processo generano, le buone levigatrici possiedono un meccanismo di aspirazione di tali prodotti nocivi.

E' comunque sempre buona norma munirsi di mascherina e protezioni prima di usare questo macchinario. Per usare in maniera corretta la levigatrice, bisogna tenerla ben ferma ed effettuare il movimento in maniera lenta e delicata.

  • Sverniciatura del legno Quando si vuole fare un lavoro definitivo, creando le condizioni ottimali per un restauro, un rinnovo, una tinteggiatura o una levigatura bisogna, innanzitutto, sverniciare il legno, riportare la supe...
  • intaglio2 Da sempre considerato un'arte minore , fortemente penalizzato dalle tecniche di scultura del legno, l'intaglio rientra, in realtà, tra quei mestieri ormai andati perduti, perché può essere fatto solo ...
  • levigare il parquet Il parquet, è una di pavimentazione in legno molto particolare, di grande effetto: E’ il legno, l’artefice di questo effetto naturale, che non solo possiede caratteristiche isolanti, ma dona allo spa...
  • Seghetto alternativo Gli attrezzi manuali comprendono quelli per la misurazione e disegno: metro, squadra, matita, compasso. Per la levigatura si usano lima, raspa, pialla. Scalpelli e sgorbie per intagliare il legno. E p...

Bosch POF 1200 AE Router "Expert", 1200 W

Prezzo: in offerta su Amazon a: 95,99€
(Risparmi 2,01€)


Come scegliere tra le diverse tipologie di levigatrice

In linea di massima, la navigatrice a nastro viene utilizzata per i lavori più grossolani, che andranno poi rifiniti attraverso l'uso della navigatrice orbitale. Se si preferisce invece optare per un unico utensile, allora, la scelta dovrà ricadere sulla levigatrice rotoorbitale. Quest'ultima è più accurata degli altri modelli, ma ha il difetto di non potere usare qualunque tipo di materiale abrasivo, ma solamente dischi di veltro appositi. Il consiglio è quello di optare per la levigatrice a nastro in caso di necessità di rimozione di un grande quantitativo di legno o altro materiale. Scegliete comunque anche a seconda dell'uso che ne dovrete fare, se amatoriale o professionale. Infine, alcuni modelli di levigatrice rotoorbitale, permettono anche di effettuare la lucidatura al termine della levigatura.


Precauzioni e accorgimenti per levigare in sicurezza

Abbiamo già visto come sia importante evitare di respirare le polveri prodotte durante la levigatura. Se necessario, oltre alla maschera protettiva, utilizzate macchine e cappe di aspirazione. Esistono però altri accorgimenti per effettuare questa operazione in sicurezza. Per evitare problemi all'apparato uditivo è bene indossare sempre cuffie protettive durante l'utilizzo della levigatrice. In caso di malfunzionamento rivolgersi sempre al centro di assistenza tecnica del prodotto, evitare rimedi fai da te. Usate dispositivi adeguati contro le vibrazioni. Fate sempre attenzione al fatto che gli elementi di tensione siano sempre isolati in maniera corretta. Il rischio di folgorazione, in genere, è più alto negli stabilimenti industriali, ma fare attenzione è sempre una buona norma.




COMMENTI SULL' ARTICOLO