La carriola a motore

La carriola a motore

La carriola a motore può essere mossa da un motore elettrico (generalmente a batterie ricaricabili) oppure da un motore a scoppio, a benzina o a gasolio. Possono essere mosse da ruote o cingoli e sono dotate di un cassone ribaltabile che può essere ad azionamento manuale od idraulico. Generalmente, a seconda dei modelli, la capacità di carico va dai 100 agli 800 kg. La guida di questi mezzi è piuttosto semplice, in alcuni casi assomiglia a quella di un motocoltivatore: due stegole sorreggono i vari comandi (frizione, eventuali freni, acceleratore), mentre in altri casi la carriola è assolutamente identica ad una comune carriola a mano e i comandi sono installati sulle maniglie di impugnatura, anche se non mancano soluzioni più sofisticate, con sistemi di guida simili ai transpallet.
Carriola a motore elettrico

Carriola a Cingoli con motore benzina 9 CV OHV 270 cm3, capacità 500 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1574€


La movimentazione

Carriola con motore a scoppio La carriola a motore può essere mossa da motori elettrici o a scoppio, ma quali sono le tipologie?Va detto che nel caso di motori elettrici, questi sono alimentati da batterie ricaricabili, con una tensione di esercizio di 24 volts ed hanno un'autonomia di circa trenta chilometri. Un'indicatore di carica tiene costantemente aggiornato l'operatore sul tempo di utilizzo rimanente, anche se è possibile montare kit di batterie più potenti di quelle standard, montate sul mezzo al momento dell'acquisto. I motori a scoppio a 4 tempi sono alimentati a benzina o a gasolio, in grado di erogare potenze da 1 Hp fino a 10 Hp circa. Il movimento viene assicurato con cambio meccanico, in alcuni casi semiautomatico e la velocità si attesta sui 5 km/h in marcia avanti e sui 3 km/h in retromarcia.

    Due - 11x4.00-5 4ply erba del tappeto erboso tosaerba pneumatici e tubi

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 47,03€


    Tipi di trazione sulla carriola a motore

    Carriola a cingoli La carriola a motore è un mezzo versatile, per usi e scopi diversi e i produttori propongono configurazioni che vanno dalla semplice carriola a modelli con configurazioni del tutto particolari. La scelta è davvero vasta, prendiamo ad esempio la trazione: ruote o cingoli, ma qui i costruttori danno fondo alla fantasia, proponendo versioni a una ruote, a tre, a quattro con le ruote posteriori che possono essere di piccole dimensioni oppure grandi come quelle anteriori, esistono anche versioni a trazione integrale. Le gomme possono essere in versione "slick" oppure ramponate, per avere migliore trazione. I cingoli sono in gomma, per non rovinare il fondo, in versioni con o senza inclinazione del cingolo nella sua parte anteriore che facilita l'abbrivio, come nei carri armati.


    Usi della carriola a motore

    Ribaltamento manuale La carriola a motore limita enormemente la fatica esercitata dall'operatore nella sua conduzione e, nelle versioni più avanzate, da semplice carriola diventa un piccolo mezzo per movimento terra. Il ribaltamento del cassone può avvenire manualmente o idraulicamente, in alcune versioni è possibile montare kit che permettono l'innalzamente del cassone fino a 1,5 mt da terra circa, per poter versare il contenuto direttamente su carri o automezzi. I cassoni possono avere la dimensione classica da carriola oppure essere molto più grandi, anche a sponde che nelle versioni professionali sono addirittura allargabili per facilitare i carichi ingombranti, con sagomatura a parallelepipedo. Grazie alla sua versatilità sono poche, oggi, le professioni che non trovino nella carriola a motore un validissimo aiuto.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO