Utilizzo corretto della vanga

L'utilizzo corretto della vanga

Spesso erroneamente confusa con il più noto badile, non può mancare nella dotazione del perfetto giardiniere: è la vanga, strumento tanto semplice nella sua composizione, quanto fondamentale per ottenere i risultati sperati, in quanto essenziale nelle fasi preliminari a qualsiasi opera di semina. Conoscerla e padroneggiare il suo corretto utilizzo può fare davvero la differenza ed essere il segreto per il perfetto pollice verde.
vanga

TecTake Carretto Carrello a mano da trasporto rimorchio in legno Tavolo per strumentario con protezione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 57,99€


Cos'è e come è fatta

La vanga è uno degli attrezzi fondamentali per il giardinaggio, caratterizzata da una specifica forma.

E' composta da un manico di lunghezza variabile, in metallo o legno, montato su una cosiddetta lama, avente forme differenti, appositamente studiate per garantire un corretto utilizzo.

Generalmente la lama è a forma triangolare e piatta (in ciò si differenzia dal badile, caratterizzato invece da una leggera curvatura), ma esistono in commercio anche modelli dotati di lama trapezoidale o rettangolare per specifici utilizzi e una azione più precisa.

  • Screpolature su terreno argilloso Un terreno argilloso è talmente denso che rende difficoltoso il drenaggio dell'acqua e ne favorisce il ristagno, molto dannoso per le radici. Inoltre, per la sua compattezza è duro da lavorare ed ader...
  • Substrato di coltivazione Si tratta dell'elemento fondamentale per la crescita delle piante che non sono state messe a dimora nel terreno, ma in vasi o contenitori. Il substrato viene infatti usato nelle cosiddette "coltivazio...
  • Prodotto bosch Il marchio Bosch è tedesco, ma ormai la sua affidabilità è nota a livello internazionale, ed anche in Italia. La storia della ditta comincia oltre cento anni fa, sul finire dell'ottocento, quando il s...
  • Pianta di bonsai Prima di tutto, bisogna essere a conoscenza del fatto che queste piccole piante sono, di solito, da interno. Sono talmente delicate, infatti, che non possono essere esposte alle intemperie. Si tratta ...

Cesoie di potatura di Gelindo con tagliente lama in acciaio al carbonio SK-5 - meno sforzo - Anti maniglie in gomma antiscivolo - meccanismo di sblocco semplice - perfetto per gli alberi di mele, Rose & siepi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€
(Risparmi 27€)


Quando si usa

coltivazione orto La vanga trova il suo impiego principale in tutti i casi in cui si rende necessario dissodare il terreno, muovendo e rivoltando le zolle di terra o creando buche e avvallamenti.

E' quindi utile per preparare un ambiente ideale in previsione della semina o predisporre gli alloggi per le piante.

In genere viene utilizzata su terreni morbidi ma, specie se si tratta di un esemplare a lama squadrata o trapezoidale, può essere impiegata anche per l'esecuzione di lavori che richiedono una maggiore precisione, quali sono ad esempio la recisione di radici o la definizione di aiuole.


Utilizzo corretto della vanga

L'utilizzo corretto della vanga richiede una impugnatura ben precisa ed una azione decisa dall'alto verso il basso.

L'attrezzo deve essere impugnato da entrambe le mani con presa ben salda, preferibilmente alla sommità del manico, mentre uno dei piedi, facendo presa direttamente sulla lama, deve accompagnare il movimento e favorire la penetrazione nella terra per almeno 20 - 25 cm.

Con la lama inserita leggermente nel terreno si esercita la pressione, con una azione decisa.

Caricando il peso del corpo sull'attrezzo, si deve spingere lo stesso verso il basso con un movimento che sia il più possibile verticale, ovvero perpendicolare al terreno.


Altri usi

lavoratore con vanga La vanga è uno di quegli strumenti che, proprio per la sua natura rappresenta spesso la soluzione ideale anche per impieghi diversi da quelli usuali.

Risulta ad esempio molto utile nel caso in cui si renda necessario spostare delle piantine, sradicandole. Grazie alla sua conformazione, può infatti essere sospinta al di sotto delle radici e, esercitando una leggera pressione con il piede sulla lama, favorire un delicato distacco delle stesse.

Se utilizzata con una maggior forza, orientando la pressione ad agire sulla punta della lama, può poi tranciare di netto le radici superficiali di alberi e arbusti.


Varianti

Esistono attrezzi simili alla vanga, che possono essere considerati delle sue varianti.

Il principale è il badile, caratterizzato da una pala di dimensioni maggiori e leggermente ricurva ("a coppa") ed utilizzato più propriamente per spostare il materiale (terra, foglie, sabbia).

In questo caso varia, ovviamente, sia l'impugnatura, che il movimento. Il manico deve essere impugnato nella sua lunghezza, distanziando le mani in modo da mantenere una salda presa ed effettuando con il busto un movimento rotatorio per raccogliere e successivamente spostare il materiale.

Per evitare un eccessivo carico sulla zona lombare, è preferibile utilizzare l'attrezzo piegando leggermente le ginocchia sia nella fase di carico, che in quelle seguenti dello spostamento e del deposito.




COMMENTI SULL' ARTICOLO