I segreti della coltivazione funghi porcini

I funghi

I funghi, sono elementi naturali, non appartenenti al regno delle piante, ma ad un regno a sé stante. I funghi si dividono in due grandi categorie: macro e micro miceti: appartengono al primo gruppo, tutti i funghi che contribuiscono a supportare l'equilibrio naturale; appartengono alla seconda categoria, le muffe, dei marciumi e dei batteri, che attaccano diverse specie di piante favorendone la decomposizione. I funghi, sono perfettamente in grado di trarre le sostanze necessarie per il loro nutrimento dall'ambiente stesso, per cui sono organismi assolutamente indipendenti, differenti da tutti gli altri elementi vegetali. La maggior parte dei funghi che possono essere apostrofati come commestibili, sono costituiti da una base, il gambo, che sostiene una specie di cappelletto, le cui dimensioni e colorazioni, variano al variare della tipologia di fungo.
Coltivazione dei porcini

Battle - Semi Ecologici Fave Acquadolce (30G Semi - Bio)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,43€


Coltivazione funghi

funghi porcini La coltivazione dei funghi, è largamente diffusa: in commercio possono essere acquistate le spore, che vengono messe poi a dimora, seguendo delle tecniche precise, che portano allo sviluppo del fungo vero e proprio. Le ife, che sono i filamenti da cui si sviluppa il fungo, necessitano di una serie di condizioni necessarie: la prima costante corrisponde all'umidità del terreno: questa deve essere costante e alta; i funghi possono essere coltivati nel terriccio, nel letame, nelle balle di fieno. La scelta, varia a seconda della tipologia di funghi, e anche a seconda dello spazio. I funghi devono crescere in un luogo fresco ed ombreggiato: l'esposizione al sole, ne comprometterebbe la crescita per cui si scelgono location in cui c'è mezz'ombra, o buio, ed un tasso di umidità notevolmente elevato. Si può scegliere di acquistare una balla pre-seminata, o si può miscelare del letame maturo, con fieno e scarti di foglie secche: la condizione ideale che dovrà essere ricreata, è quella naturale, in cui crescono le diverse varietà di funghi.

  • Esempio di un fiore di geranio. Fonte: www.theblazonedpress.it I gerani, chiamati anche Pelargonium, appartengono alla famiglia delle Geraniacee e sono originarie dell’Africa. La tipologia più conosciuta è quella caratterizzata da piante villose e cuneiformi, nel...
  • funghi bianchi I funghi, richiedono precise tecniche di coltivazione. Le fasi principali sono due: durante la prima si realizza la preparazione del terreno, la seconda, invece, prevede la coltivazione dei funghi ver...
  • funghi La coltivazione dei funghi champignon si effettua in due fasi, la preparazione del substrato e la coltivazione in senso stretto. Il substrato potrà essere preparato con elementi naturali come il letam...

Erbe Aromatiche 480 Semi In 24 Varietà, Collezione Completa di Semi Più Piccola Guida Alla Coltivazione Edizione 2017: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla, Valeriana, Peperoncino Cayenna Rosso, Peperoncino Tondo da Ripieno, Rucola, Cipolla Rossa Tonda di Tropea, Coriandolo, Maggiorana, Anice, Senape Bianca, Crescione Comune, Dragoncello, Melissa e Dente di Leone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,89€


Coltivazione funghi porcini

raccolto funghi porcini Tra le diverse specie di funghi commestibili conosciute, quella dei porcini è una delle più note: i funghi porcini, stabiliscono un rapporto simbiotico con le piante sulle quali crescono. I porcini infatti, prendono dalle piante gli elementi nutritivi di cui necessitano per svilupparsi; le piante, a loro volta, traggono vantaggio dalla presenza dei miceli, in quanto questi favoriscono un miglior assorbimento di acqua e sali minerali. La coltivazione dei funghi porcini, tende a presupporre questo tipo di rapporto: i miceli del fungo, infatti, tendono a collegarsi alle scorte degli alberi per potersi nutrire, dove sono presenti, acqua, sali minerali e altre sostanze nutritive necessarie. Uno dei segreti, che favorisce la crescita dei porcini, è l'utilizzo di un terriccio usato, dove in precedenza, sono stati coltivati dei funghi. Le temperature, devono raggiungere un livello basso, mentre il tasso di umidità deve essere notevole. Se i funghi vengono coltivati in terra, si dovrà necessariamente piantare attorno ad essi degli alberi,che saranno utili allo sviluppo dei funghi. Solitamente questi crescono dopo diversi mesi, solo se le condizioni ambientali e atmosferiche restano costanti.


I segreti della coltivazione funghi porcini: Coltivare porcini

porcini coltivazione La fungaia si prepara in pochi semplici mosse, ponendo in uno spazio che possa essere simile ad una sorta di balla, uno strato miscelato di terreno, di letame maturo e di scarti di foglie. Una volta compattato , si dovrà necessariamente innaffiare per inumidire il terreno e poi si dovrà cospargere il micelio su tutto il terreno, che poi andrà messo all'ombra. Le innaffiature vanno eseguite regolarmente, e quando l'umidità si abbassa, di dovrà vaporizzare con dell'acqua fresca e ricoprire con un panno. La coltivazione dei funghi, on particolare dei porcini, richiede una serie di attenzioni logistiche, di condizioni necessarie e non sempre porta ai risultati sperati. Non si possono aspettare sempre grandi risultati, ma si deve necessariamente tentare costantemente, cercando di ottenere un buon raccolto. Solitamente se il primo riesce, i successivi, daranno risultati più certi e soddisfacenti.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO