Coltivare la verbena

Come coltivare la verbena nella propria casa

La verbena è una pianta con un fascino davvero particolare; basta pensare che, sin dall'antichità, era utilizzata per le sue proprietà disintossicanti per i reni. Per gli antichi romani era una pianta sacra; per altri era una pianta magica: si pensava che avesse poteri afrodisiaci. Oggi la verbena conta decine di varietà diffuse ovunque nel mondo. Sono piante perenni, ma non tutte sono in grado di affrontare bene il periodo invernale: soprattutto quelle vendute nei vivai, che generalmente sono verbene ibride. Inoltre, col passare degli anni, la verbena tende a cambiare aspetto: la fioritura è sempre meno florida e la pianta tende ad assumere un aspetto un po' spoglio. Per questo è essenziale prestare attenzione ad alcuni consigli per una corretta coltivazione: basta poco per avere un balcone fiorito. Scopriamo come coltivare la verbena.
Esistono più di cento tipi di verbena

Esschert, RD27, Rose grembiule stampa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,12€


Coltivare la verbena: sole e innaffiatura

La verbena necessita di molta luce Sono tante le varietà di verbena esistenti (se ne contano centoventiquattro). Qualunque sia quella che vi trovate fra le mani, il procedimento per coltivarla è lo stesso. Prima di tutto, bisogna provvedere a piantare la verbena in un vaso in cui avrete disposto del terriccio soffice e drenato. Questo tipo di pianta necessita di un ambiente ben soleggiato, per questo è opportuno trovare una sistemazione che le offra molta luce: ad esempio in prossimità di una finestra o una grande vetrata. Potete tranquillamente posizionare la vostra piantina anche in balcone, ma fate attenzione: nei mesi estivi la luce non deve essere diretta. Per quanto riguarda l'annaffiatura, è importante provvedere a offrire acqua in continuazione alla piantina, senza però eccedere: per coltivare la verbena è importante che non si creino dei ristagni.

  • Fiore del gelsomino Il gelsomino è una pianta ornamentale che presenta diverse caratteristiche interessanti: produce fiori profumati e molto gradevoli a vedersi, di colore bianco o rosa; è rampicante, quindi si presta be...
  • anthurium L'anthurium è una delle piante di appartamento più diffuse nella case degli italiani, per quanto essa sia originaria del sud America e in particolar modo delle zone tropicali e sub tropicali. Appartie...
  • piante grasse Sin nel passato, i popoli nordici adoperavano questa pianta come materiale da costruzione, ricoprendo i tetti delle case, fatti di paglia, in modo da renderli impermeabili. La pianta del genere Semper...
  • tegole decoupage Particolarmente diffuso nel Cinquecento, il decoupage, o arte del ritaglio, si diffuse per imitare le porcellane cinesi, estremamente rare e costose. Ricoprire un vaso di porcellana con una stampa era...

100pcs esotici Passione semi di frutta Viola Passiflora edulis Passion Semi di fiori impianto all'aperto Novel Seed

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Verbena: vasi e concime

La verbena necessita di concimazioni regolari Un'altra cosa a cui prestare attenzione, se vi state chiedendo come coltivare la verbena in casa, è il tipo di vaso, che deve essere adatto al tipo di pianta: non troppo piccolo, ma nemmeno eccessivo. In questo caso conviene procurarsi un vaso non superiore ai venti centimetri di diametro, a meno che non si decida di coltivare più piantine insieme: è possibile anche coltivare diverse varietà di verbena vicine, se si vuole ottenere un originale effetto multicolore. Bisogna poi provvedere a concimare la pianta regolarmente: almeno una volta al mese. Potete procurarvi un concime liquido o in pastiglie, da sciogliere in acqua. In commercio ne esistono molte tipologie adatte a piante da fiore, che potrete poi riutilizzare nel caso decidiate di tenere anche altri arbusti in balcone. In alternativa potrete procurarvi un concime in granuli a lenta cessione da utilizzare la prima volta che mettete a dimora la verbena.


Una pianta dalle tante proprietà

La verbena possiede proprietà terapeutiche Se seguirete questi semplici passaggi, la coltivazione della verbena darà buoni risultati nel corso degli anni. Potrete utilizzare la vostra verbena non solo come elemento decorativo, ma anche per sfruttarne le proprietà: questa pianta viene infatti spesso utilizzata nelle preparazioni erboristiche, in quanto arreca benefici come diuretico, antinfiammatorio e contro i calcoli ai reni. Si possono anche ricavare tisane di verbena che aiutano ad alleviare i disturbi della digestione. Tuttavia, ci sono alcuni casi in cui l'uso della verbena è sconsigliato, ad esempio durante la gravidanza o se si stanno seguendo particolari terapie ormonali. In generale, prima di utilizzare preparati di verbena è sempre consigliabile parlarne con uno specialista, in modo da poter evitare possibili problemi.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO