Come coltivare il basilico

Le virtù del basilico

Gli italiani sono abituati a considerare il basilico come un ingrediente fondamentale della cucina tradizionale: il piatto spaghetti e pomodoro non sarebbe lo stesso, senza una spolverata di parmigiano e una foglia di basilico; nè la pizza margherita. Ma forse non tutti sanno che, nonostante alcune delle varietà più diffuse si chiamino genovese e napoletano, il basilico viene dal lontano oriente. La pianta infatti è originaria dell'Asia tropicale; si diffuse poi in Medio Oriente e da lì in Europa. Il basilico appartiene alla famiglia delle Labiatae e al genere Ocimum; il suo nome viene dal greco e vuol dire pianta regale (da basileus, re). Ne sono note le proprietà aromatiche, ma anche i benefici sull'apparato digerente ed anche sulle infezioni delle vie respiratorie, a favore delle quali agisce con il suo balsamo. Fonte: w3.biosci.utexas.edu
pagina di erbario dedicata al basilico

KMASHI 24W 12 LED Pianta Crescere Lampada LED Plant Grow Light Fiore Coltiva Lampada Spettro illuminazione Lamps Faretto Lampadina per Giardino Serra Idroponica Coltivare Piante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€
(Risparmi 3,34€)


L'utilità del basilico in casa

piantina di basilico in vaso Quindi il basilico è una pianta aromatica davvero utile per molteplici utilizzi. Anche se si può trovare con facilità in commercio, trasformata in polvere ad uso culinario, si deve sapere che molte delle sue virtù vanno perdute nella conservazione, e che sarebbe meglio usarlo fresco. Infatti il modo migliore per usare il basilico consiste nello staccare le foglie direttamente dalla pianta. Esse possono anche essere congelate, perchè in questo modo comunque si conservano aroma e proprietà. Non è infrequente trovare nei supermercati in vendita delle piante di basilico all'interno di vasetti di plastica: queste piantine però in genere hanno vita breve. Si potrebbe in alternativa pensare di comprare dei semi, e far crescere il proprio basilico nell'orto o sul balcone: non è difficile. Ecco come coltivare il basilico.

  • basilico Il basilico appartiene alla famiglia delle "Labiatae" e il suo nome deriva dal termine greco che significa "pianta regale", a causa della sua bontà. È una pianta erbacea annuale con fusti eretti che p...

5 x 1 litro terriccio di cocco in cubetto con sacchetto da coltivazione utilizzabile come giardino da cucina, erbe aromatiche in vaso, semina e coltivazione di piante aromatiche da cucina, cucinare per hobby

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€
(Risparmi 5€)


Come coltivare il basilico

piccoli germogli di basilico La prima cosa da sapere su come coltivare il basilico, in modo che cresca rigoglioso, è quale tipo di terriccio usare. Il terreno non deve avere proprietà particolari: basta che sia a ph neutro e che sia molto drenante, perchè non si devono avere ristagni idrici. Una volta acquistati i semi, vanno messi nel terreno a poca profondità, e annaffiati abbondantemente. Il periodo migliore per compiere questa operazione è in marzo o aprile. I semi hanno bisogno di temperature che non scendano mai sotto i 20 gradi per poter germogliare; vanno tenuti però in una zona ombrosa e con il terreno sempre umido. In capo ad un paio di settimane compariranno le prime piantine, che possono essere rinvasate e saranno adulte in un mese. Le prime foglie che vanno staccate sono quelle più grandi e vecchie. Fonte: foodwithaboy.com


Come curare la pianta di basilico

foglie di basilico adulto Una volta appreso come coltivare il basilico, sapere come curarlo è ancora più semplice. Per la pianta adulta valgono gli stessi principi enunciati per i semi: deve essere conservata a temperature calde, meglio se tra i 23 e i 24 gradi. Il terreno deve sempre essere umido, ma l'acqua non deve ristagnare o farà marcire la piantina. Per questo, se la si coltiva in vaso, sarebbe preferibile sceglierne uno in terracotta e non in plastica. In estate, tra giugno e agosto, il basilico fiorisce: ogni varietà fa fiori di colore diverso, ma per far crescere più grandi e numerose la foglie, essi vanno rimossi. La piantina deve anche essere cimata con frequenza, ovvero si devono togliere con le dita le parti apicali, sempre al fine di farle produrre più foglie. Se ben curata, la piantina di basilico può durare fino a dicembre, e va rinvasata a primavera. Fonte: cdn.forknplate.com



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO