Coltivazione dell'aneto

Coltivazione del'aneto

L’aneto è una pianta aromatica, appartenente alla famiglia delle Ombrellifere: è caratterizzata da foglie pinnate e fiori che presentano una particolare forma ad ombrello, particolarmente vistosi; la pianta raggiunge un’altezza pari ad un metro circa. In qualità di pianta aromatica, possiede diverse proprietà benefiche: esse è utilizzata in ambito omeopatico per combattere gli spasmi intestinali, il vomito ed il singhiozzo; contrasta fenomeni di alitosi, cura patologie emorroidali, stimola la diuresi e concilia il sonno. L’aneto, favorisce il raggiungimento del benessere psico-fisico: è una pianta benefica, la cui coltivazione appassiona frange di utenza legate al concetto di benessere inteso come cura naturale del corpo. Dal punto di vista strettamente botanico, l’aneto è una pianta perenne, coltivata come annuale, dai fiori gialli a forma di ombrello, che producono semi che possono essere utilizzati come spezie per il condimento di diverse pietanze. Il loro aroma è forte e penetrante, ed il loro potere benefico altissimo: una volta raccolti, vengono conservati in barattoli di vetro con chiusura ermetica, affinchè se ne conservi il sapore e la fragranza. Le foglie invece, che come i semi possiedono un aroma molto intenso, vengono congelate, e vanno utilizzate immediatamente dopo lo scongelamento, affinchè conservino il loro intenso sapore e profumo.
coltivare l'aneto

70 L Cocco Fiori Terra sorgente Terra – terriccio senza torba – per interni e esterni – Terriccio molto lucrativo – privo di torba e non fertilizzato – 5 kg Cocco brikett – terreno per frutta, verdura, piante ornamentali ed esotiche – fine della

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,9€
(Risparmi 4€)


Il clima ed il terreno

fiori aneto L’aneto è una pianta poco esigente, che necessita di pratiche colturali minime. Dal punto di vista climatico, tende a prediligere un clima caldo, tipicamente mediterraneo: che sia collocata in terra, in giardino, in serra o in vaso, la pianta necessita di una costante esposizione al sole. Va tutelata dagli sbalzi di temperatura repentini e dalle condizioni climatiche estreme, con temperature che scendono al di sotto dello zero, che potrebbero comprometterne lo sviluppo. Il terreno ideale per questo tipo di pianta, è un terreno morbido e fresco: è preferibile che sia ricco di humus, e misto, composto da sabbia, ghiaia, torba e argilla. Il terreno va preparato prima della messa a dimora delle piantine, e a seguito di questa, con specifici interventi di sarchiatura, irrigazione e concimazione. Il terreno andrà irrigato con una certa regolarità, lasciando passare un tempo preciso tra un’innaffiatura e l’altra. Prima dell’intervento successivo, si dovrà attendere che i terreno si secchi, poiché queste piante sopportano perfettamente la siccità. Le piante che vengono coltivate in un clima asciutto e ben illuminato, producono semi dal sapore intenso.

    Erbe Aromatiche 480 Semi In 24 Varietà, Collezione Completa di Semi Più Piccola Guida Alla Coltivazione Edizione 2017: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla, Valeriana, Peperoncino Cayenna Rosso, Peperoncino Tondo da Ripieno, Rucola, Cipolla Rossa Tonda di Tropea, Coriandolo, Maggiorana, Anice, Senape Bianca, Crescione Comune, Dragoncello, Melissa e Dente di Leone

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,89€


    Tecniche coltivazione aneto

    pianta aneto L’aneto si riproduce per seme: questi vengono sparsi a spaglio, dall’inizio della primavera, all’inizio dell’autunno. Una volta effettuata la semina, si attende il tempo necessario, affinchè le piante stesse crescano; quando spuntano le prime foglie, si procede con l’operazione di diradamento, che consiste nell’eliminare le piantine più deboli, lasciando crescere quelle più robuste e rigogliose. L’aneto viene coltivato anche in vaso, su balconi e terrazze, proprio perché non esige pratiche colturali eccessivamente complesse e costanti: le innaffiature sono molto rare anche se effettuate con puntualità a scadenze regolari, la concimazione va effettuata in una fase precedente a quella dello sviluppo della pianta e queste regole valgono anche per tutte le altre pratiche colturali. Per allungare i tempi di produzione della pianta, sarà necessario recidere le inflorescenze cosi da favorire lo sviluppo di nuovi semi.


    Coltivazione dell'aneto: Benefici ed usi aneto

    fiore L’aneto è ampiamente utilizzato in cucina, per la produzione di aceto, o in diversi altri modi a seconda della tipologia di pietanza: i suoi semi, aiutano a speziare il salmone, cosi come moltissimi altri piatti come insalate, verdure sia crude che cotte, e le zuppe. In passato l’aneto veniva utilizzato dagli Egizi, dai Greci e da numerosi altri popoli per le sue proprietà benefiche: molti ne masticavano i semi per curare fenomeni di epilessia, e per aiutare il corpo a riacquistare forza e vigore. Favoriva la digestione e possedeva proprietà diuretiche e disintossicanti, per cui la sua coltivazione, anche domestica era considerata necessaria.


    Guarda il Video
    • aneto pianta L’Anethum graveolens è una piana aromatica annuale, che da pochi anni sta avendo successo anche in Italia, dove un tempo
      visita : aneto pianta

    COMMENTI SULL' ARTICOLO