Blocchi forati

Caratteristiche principali e produzione dei mattoni forati

In edilizia i blocchi forati sono molto impiegati sia per lavori esterni che interni. Sono dotati di svariate caratteristiche, a cominciare dall'estrema leggerezza e da un'ottima capacità di isolamento termico ed acustico. Sono molto usati per realizzare muri divisori interni ma anche altre tipologie. In commercio sono disponibili in diverse misure, a partire da 4-5 cm di spessore fino a 20 cm ed oltre. L'utilizzo di mattoni forati, sia alleggeriti che pieni, deve tenere conto del livello di rischio sismico della zona di costruzione. I blocchi sono realizzati con argilla e cotti in forno a tunnel. Una volta fatti a mano con terra e paglia ed essiccati al sole, sono attualmente prodotti industrialmente con acqua ed argilla triturata, più altri materiali che conferiscono loro il caratteristico colore. L'impasto dei blocchi viene forato da una filiera prima della cottura.
Un tipico blocco forato

Ancorante Chimico Fissaggio Chimico Poliestere. Indicato Per Calcestruzzo, Mattone Pieno, Semipieno, Forato, Blocco Forato Poroton, Blocco Forato Cemento, Pietra Compatta. Ad Alte Prestazioni, Con Beccuccio Miscelatore.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,59€


Dimensioni più diffuse e percentuale di foratura dei blocchi

Altri tipi di mattoni forati I blocchi forati possono avere diverse forme e dimensioni. Per assicurare un'adeguata modularità, il mattone tende ad avere lati con rapporto 1:2:4. Il mattone standard è di 5,5x12x25 cm. Gli spessori vanno da 3 a 38 cm. Hanno generalmente un numero di fori che oscilla tra 3 e 21, con il volume dei vuoti non maggiore del 70% del volume totale. Se la percentuale di foratura non è maggiore del 45% si possono impiegare per la costruzione di muri portanti, anche nelle aree sismiche. Se la percentuale va dal 45 al 50% si possono usare per murature portanti ma non in zone sismiche. Quando i vuoti sono compresi tra il 50 ed il 70% si possono impiegare per pareti di tamponamento, con i fori in posizione verticale. In base alle misure del blocco, i fori sono presenti in numero diverso. Inoltre, l'area di ogni foro deve essere minore del 10% di quella della faccia. Una tavella con dimensioni 30x15x4,5 cm ha 3 fori; un mattone di 30x15x8 cm presenta da 4 a 6 fori; un doppio forato di 25x25x8 ha 10 fori; un blocco di 24x24x12 cm avrà 12 fori.

  • Blocco di cemento forato I blocchi di cemento sono costituiti di materiali inerti, tra cui anche sabbia e ghiaia, oltre al cemento stesso, e sono utilizzati in ogni tipologia di muratura. Il materiale ha un'apprezzabile resis...
  • tasselli Il tassello è un sistema per fissare le viti al muro in modo più stabile del normale. Esso è formato da un involucro esterno di plastica o gomma o metallo e da una vite interna. I tasselli sono usati ...
  • mattoni I muri tradizionali sono costruiti con mattoni, malta di allettamento, intonaco di finitura. Ognuno di questi oggetti può essere scelto tra diverse tipologie. I mattoni sono generalmente in laterizio ...
  • Alcune note Ogni qual volta parliamo in prima persona o sentiamo parlare, semmai ad onor del vero non propria da persone appartenenti al più o meno ristretto cerchio degli addetti ai lavori dei differenti tipi di...

 – Tampone manuale per lucidatura abrasiva in fogli forati morbido + duro | Carteggiatura per dischi abrasivi | blocco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,1€


Caratteristiche funzionali e tipologie di materiali dei blocchi

Un blocco forato in cemento Le caratteristiche funzionali dei blocchi forati sono numerose. Oltre alle già citate capacità di isolamento termico e fonoassorbenza, il materiale è dotato di resistenza alla compressione ed alla flessione. In particolare, i mattoni microforati sono impiegati per la realizzazione di murature portanti. Hanno una buona plasticità, derivante dai componenti dell'argilla, che permette loro di deformarsi senza rompersi facilmente. La caratteristica refrattarietà permette ai blocchi di tollerare temperature elevate e shock termici. Il materiale è traspirante e consente l'aerazione delle pareti. Il difetto dei mattoni forati è la loro porosità che permette all'acqua di attraversarli. Per questo è consigliabile che siano rivestiti con guaine protettive e materiali isolanti. Oltre a quelli in argilla, esistono anche blocchi forati in calcestruzzo (cemento, acqua e sabbia), in impasto di cemento, in leggera argilla espansa ed in malta di gesso, di grandi misure.


Blocchi forati: Colori ed utilizzi dei blocchi forati nelle costruzioni

Costruzione con blocchi forati I colori dei mattoni dipendono dal tipo di argilla e dalla temperatura di cottura. Il tipico mattone rosso è cotto a 1.000°C con una buona ossigenazione. Il blocco rosa o giallo è cotto a meno di 1.000°C, con carbonato di calcio. Quello blu o grigio è cotto a più di 1.000°C, con argilla ferrosa. La leggerezza e le caratteristiche isolanti dei blocchi forati li rende utili per realizzare tramezzi che separano i vani interni ed anche pareti di tamponamento per chiudere i vuoti tra pilastri e travi. I tramezzi sono costituiti da semplici muri intonacati su tutti e due i lati. Per il tamponamento le pareti sono costruite con una struttura doppia con un'intercapedine al centro che può essere vuota oppure piena di materiali che forniscano un isolamento termico o acustico, come la lana di vetro. I blocchi permettono di creare facilmente, all'interno delle murature, gli impianti elettrici ed idrici. I mattoni forati faccia a vista sono prefetti per i muretti dei giardini, per i parapetti e per i balconi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO