Dimensione dei lavelli

Le dimensioni dei lavelli

Le dimensioni lavelli cucina dipendono dalle modalità di posizionamento nel piano della cucina. I lavandini possono essere "sopra- piano", incassati "sotto-piano" o a "filo del piano". I modelli sopra piano sono inseriti in un foro praticato sul top della cucina, con un bordo più largo del foro stesso.

Il bordo è sigillato con silicone per impedire eventuali infiltrazioni di acqua. Questo tipo di lavello, più comune, può essere ad una o due vasche, con gocciolatoio. Chi lava le stoviglie a mano predilige il lavello a due vasche, molto più pratico. Il lavello incassato sotto-piano normalmente è ad una vasca, il piano è particolarmente resistente all'acqua e perfettamente sigillato, così come nel lavello a filo del piano.

I lavandini per cucina hanno una forma rettangolare, ma molto usati sono i modelli a forma circolare, incassati. In alcune composizioni sono presenti modelli ad angolo che consentono di utilizzare al meglio spazi ridotti, mentre in altri casi i lavandini per cucine sono pezzi unici, in acciaio inox o ceramica. Per essere funzionali, le dimensioni di un lavello non possono essere al di sotto di 40-50 cm (della vasca) con una profondità di 20 cm.

Lavello per cucina

SMEG Lavello LXP116S 2 Vasche Dimensioni 37 x 37 cm Inox Serie Omni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 101,78€


Componenti per cucina

Lavello con gocciolatoio I mobili per cucina sono costruiti con materiali adatti al particolare ambiente della casa a cui sono destinati; devono essere resistenti, facili da pulire, comodi da utilizzare. In particolare il piano di lavoro dei componenti per cucina deve essere antigraffio, igienico e resistente alle alte temperature. Per i lavandini per cucine, oltre al materiale, è importante la forma. Le dimensioni dei lavelli sono molto varie e si adattano alle caratteristiche della stanza e dell'arredamento.

Le classiche dimensioni sono rettangolari o quadrate, a una o due vasche, con o senza gocciolatoi, con dimensioni minime (40 x 40) cm e 18- 20 cm di profondità. Il materiale più usato è l'acciaio inox, lucido o opaco. L'acciaio inox è un materiale molto resistente agli urti e ai graffi; è facile da pulire e garantisce igiene e durata. Anche la ceramica è un materiale molto usato, soprattutto in passato.

Oggi non è uno dei materiali preferiti perché, anche se igienico e facile da pulire, non è molto resistente agli urti. Materiali di ultima generazione sono sintetici, composti da particolari resine, di colori diversi, molto resistenti.

  • Un piano cottura ad incasso a gas con 5 fuochi Installare un piano cottura ad incasso è un'operazione da eseguire con la massima sicurezza, soprattutto se si tratta di un piano cottura a gas, altrimenti si possono provocare gravi danni. La prima o...
  • Esempio di una stanza decorata con componenti d'arredo shabby chic In molti cataloghi si legge spesso la parola "complementi d'arredo" ma cosa sono precisamente questi complementi d'arredo? Altro non sono che tutti gli accessori e i piccoli particolari decorativi che...
  • elettrovalvola L'elettrovalvola è un dispositivo elementare formato da meccanismi che permettono l’apertura o la chiusura della valvola servendosi di un solenoide che viene attraversato da corrente alternata o conti...
  • Le vernici bicomponenti sono considerate tra le migliori Quali sono le migliori vernici per pavimenti? Molti consumatori sono soliti indicare nelle vernici bicomponenti le più adatte alla maggior parte delle soluzioni. In effetti i prodotti basati sulle res...

SMEG Lavello LZ862AV 2 Vasche Dimensioni 86 x 50 cm Colore Avena Serie Rigae

Prezzo: in offerta su Amazon a: 169,04€


Lavelli per cucina materiali

Lavello da cucina moderno I lavelli per cucina, nel corso degli anni, hanno subito una grande evoluzione riguardo ai materiali utilizzati, agli stili e ai modelli, per soddisfare la sempre crescente richiesta di modernità e funzionalità da parte dell'utenza.

materiali più utilizzati sono l'acciaio inox, la porcellana, il granito, il marmo, la pietra, il vetro, materiali sintetici (resine sintetiche). Ogni materiale ha una sua caratteristica particolare.

L'acciaio inox, lucido o opaco, è il materiale più usato, igienico, resistente agli urti, ma soggetto a macchiarsi con l'acqua o a trattenere le incrostazioni di calcare. Ha bisogno di essere asciugato bene dopo l'uso. La porcellana è igienica, facile da pulire, resistente agli acidi e al calore, tuttavia può scheggiarsi se urtato con un oggetto pesante.

Il vetro è molto decorativo, bello da vedere, igienico e facile da pulire; in genere è abbinato ad altri materiali. Il granito e il marmo sono molto resistenti, ma allo stesso tempo molto pesanti. Sono utilizzati nelle cucine rustiche, murati. I materiali sintetici moderni offrono l'opportunità di avere lavandini colorati, resistenti, antigraffio.


lavelli da cucina prezzi

Lavello in marmo I prezzi dei lavelli per cucina sono molto vari, partono da poche centinaia di euro a qualche migliaio. Il prezzo è determinato dai materiali utilizzati, dalla forma e dagli accessori. Cestelli, scolapasta, coprivasca, taglieri,sono alcuni accessori che trasformano un lavello in un piano di lavoro funzionale. Anche la forma è determinante per il prezzo finale. Un lavello con due vasche e gocciolatoio è più costoso di quello a una vasca o senza gocciolatoio. I lavandini in acciaio inox hanno costi molto vari, in base alla qualità dell'acciaio, ma abbastanza accessibili a tutti.

In commercio e on-line è possibile trovare offerte di modelli a prezzi scontati. I prezzi aumentano quando si acquistano lavelli in blocco unico, accessoriati. I modelli più costosi sono quelli in marmo, monoblocchi, anche in questo caso la qualità e il colore fanno la differenza, tuttavia anche in questa categoria è possibile trovare offerte convenienti nelle vendite on-line delle ditte produttrici. I costi invece, salgono decisamente in presenza di lavelli decorati a mano, in pietra lavica ceramizzata, vere e proprie opere d'arte.


Dimensione dei lavelli: Scegliere il lavello cucina

lavello a una vasca Quando si arreda la propria casa e la cucina, in particolare, è fondamentale scegliere degli arredi che consentano di avere degli ambienti funzionali e organizzati. Spesso non si presta abbastanza attenzione alla scelta del lavello che andrà a completare il piano di lavoro della cucina, ma esso assume un ruolo fondamentale per poter lavare le stoviglie in modo pratico e senza fatica. Le dimensioni dei lavelli assumono, quindi, un'elevata importanza. Ovviamente, la scelta dovrà essere rapportata allo spazio disponibile, ma dovrà comunque tenere conto del fatto che occorre avere una superficie minima che consenta di lavorare agevolmente. Per avere un riferimento, un lavello dovrebbe avere una dimensione minima non inferiore ai 45 cm di lato; questo tipo di lavandino va bene nel caso lo spazio della cucina sia mini. Se lo spazio a disposizione è maggiore, allora, è meglio orientare la propria scelta verso modelli più grandi, magari a 2 vasche, che possono arrivare a misurare circa 1 m x 50 cm, per quel che riguarda il foro di incasso.



COMMENTI SULL' ARTICOLO