Realizzare la filettatura

Elementi della filettatura

L’elemento principale è l'elica, la curva che viene descritta da un determinato punto animato con due tipi di moto, il circolare e il rettilineo, che sono simultanei e uniformi sulla superficie cilindrica oppure conica in base a un angolo che è costante.

Il profilo che si ottiene intersecando il filetto con il semipiano il quale ha come origine l'asse proprio della filettatura. Può essere rettangolare, triangolare, con sezione trapezia, ecc.

Quello detto ideale caratterizza il tipo di filettatura, mentre quello nominale è diverso per i troncamenti e gli arrotondamenti. Il profilo detto di esecuzione è quello creato realmente per imperfezioni che risultano inevitabili.

L'asse di un filetto è quella retta, perpendicolare all'asse, che giace sul piano e passa per l'intersezione di due rette che formano i fianchi di un filetto.

Il passo è la distanza che esiste tra creste di filetti consecutivi. Indica di quanto avanza la vite, nella direzione assiale, nella madrevite, per ogni giro.

Se si vuole unire passo lungo a profondità ridotta, si può realizzare la filettatura con più principi: su uno stesso elemento vengono avvolti più filetti contigui elicoidali.

chiodi

Fartools 211633 - Filiera per filettatura tubi in metallo, 3/8"

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,44€


Preparazione della filettatura

filettatura Per realizzare la filettatura è necessario scegliere una apposita filiera per poter filettare secondo un diametro desiderato. È preferibile utilizzare una filiera per filettatura di tipo estensibile, che è dotata di una apposita vite per la regolazione.

Innanzitutto bisogna controllare quale deve essere il passo che deve avere la vite. Per realizzare la filettatura poi servono una serie di attrezzi tra cui il calibro, il punteruolo, la colonna per poggiare il trapano, il trapano reversibile, il kit di maschi, di maschi elicoidali, la filiera di tipo "estensi­bile", dell’olio da taglio, un banco su cui lavorare e infine la morsa.

La preparazione della filettatura consiste nel controllare innanzitutto il diametro del cilindro da filettare, mediante il "calibro a corsoio". Occorre stringere al massimo la vite per la regolazione al fine di creare un primo passaggio. Poi bisogna mettere una filiera dentro un apposito porta-filiera: bisogna posizionare la tacca di fronte a quella vite per il serraggio.

Quindi occorre stringere la filiera saldamente nel porta-filiera anche aiutandosi con la vite esterna.


  • tipi di viti Lo scopo della vite è fissare tra loro due o più parti. Essa è costituita da una barra cilindrica, solitamente metallica, sulla quale è inciso un filetto elicoidale. La barra è dotata di un'estremità ...
  • viti in titanio Il titanio è uno di quei materiali che hanno una lunga lista di benefici ad essi ascrivibili. La sua struttura polivalente e l’elevatissima resistenza, lo rendono estremamente utile in un certo numero...
  • tasselli Il tassello è un sistema per fissare le viti al muro in modo più stabile del normale. Esso è formato da un involucro esterno di plastica o gomma o metallo e da una vite interna. I tasselli sono usati ...
  • vite I segreti per potare la vite sono dei punti importanti atti ad avere come risultato un tipo di uva dal sapore inconfondibile e del vino dal gusto unico e inebriante. La potatura è una pratica indispen...

Frese a tazza per edilizia standard, per la foratura di materiali edili Ø 27

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,56€


Realizzare la filettatura

Ora si può realizzare la filettatura. A questo punto bisogna tenere in una posizione verticale l’asta sul banco da lavoro oppure nella morsa. Poi occorre mettere la filiera in senso perpendicolare all’asta. Ora bisogna fare due giri verso destra usando l’olio per il taglio. Quindi fare un giro verso sinistra, due giri verso destra, poi un giro verso sinistra e due giri ancora a destra. Seguitare così finché non si raggiunge la lunghezza desiderata per la filettatura.

Una volta creata questa che si chiama prefilettatura, bisogna allentare la vite per la regolazione e ripetere le stesse operazioni al fine di realizzare la filettatura che sarà la definitiva.

Se si vuole ottenere un'elica di tipo cilindrico si deve avvolgere un ipotetico triangolo rettangolo su di un cilindro che ha per base la base del cilindro e come altezza il suo passo. L'ipotenusa di questo triangolo viene posta su questa superficie cilindrica come un'elica il cui angolo è quello tra il piano normale all'asse di una filettatura e la tangente risultante da una intersezione tra il fianco del filetto e un cilindro con diametro equivalente a quello diametro medio della filettatura.




COMMENTI SULL' ARTICOLO