Come piantare le rose

Come preparare le rose, le loro radici e i loro rami

L'autunno è la stagione più adatta per piantare le rose. Nel mese di ottobre troverete in vivaio un'ampia selezione di rose. In vaso o con radici nude, è necessario fare prima alcuni preparativi per permettere un ottimo radicamento della pianta. Sebbene la rosa è un arbusto molto resistente al freddo, le radici non devono rimanere molto tempo a contatto con l'aria. Nel caso delle rose a radici nude e se non avete intenzione di piantarle subito dopo l'acquisto, si deve procedere all'inzaffardatura, cioè, immergere le radici in una miscela umida di argilla e terriccio per mantenerle. In entrambe le situazioni, si devono tagliare le radici in modo che raggiungano la lunghezza di venti o venticinque centimetri e mantenere le radici sane. I rami, a loro volta, devono essere tagliati a quindici centimetri dalla giunzione delle radici.
Rose a radici nude

1 paio di guanti da giardinaggio GENIE 4 claws- in plastica ABS per scavare e piantare rose come visto in TV

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,77€


Scegliere il posto e il momento per piantare le rose

Foro per accogliere la rosa La scelta giudiziosa dello spazio e del tempo adatto e il lavoro preliminare sul terreno sono elementi chiave da considerare per piantare le rose. Nel mese di novembre, la temperatura e l'umidità della terra garantiranno un migliore radicamento della pianta. Una piantagione effettuata ad alta temperatura rischia di asciugare le radici e impedire la loro corretta crescita, o addirittura il non sviluppo. Sarà opportuno mettere la pianta in un luogo in cui non sono state piantate altre rose prima, visto che la terra ha già dato tutti i suoi nutrienti per la pianta precedente. Al sole e protetto dal vento, un buco profondo di circa sessanta centimetri accoglierà la rosa nel giardino. Se il terreno è argilloso e compatto, non esitate di aggiungere sabbia o cenere. Invece, se il terreno è troppo sabbioso, aggiungete un pò di argilla nel foro.

    20 semi Abracadabra rosa, colore raro, Osiria Rose semi splendidi fiori per piantare in vaso o fiori a terra semi perenni

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


    Come piantare le rose sul terreno preparato

    Rose a radici nude piantate Ora che la pianta e il terreno sono preparati, è il momento di piantare le rose. Posizionata al centro del foro, la base dei rami deve stare leggermente sulla superficie della terra. Per le piante in contenitore, la massa di terra contribuirà a stabilizzarla prima della copertura con la terra del foro e un pò di torba. Per le rose a radici nude, e per facilitarli l'equilibrio contemporaneamente all'aggiunta di terra, si mette una barra orizzontale sostenuta sulle estremità del foro per mantenerla all'altezza desiderata. Aggiungere gradualmente la terra e la torba alle radici e riempire il foro fino in cima, avendo cura di comprimere il contenuto ed evitare prese d'aria. Un'abbondante innaffio ottimizzerà la compattazione. Aggiungere un pò di terra alla base dei rami per proteggere la rosa dalle basse temperature dell'inverno che si avvicina.


    Manutenzione della rosa per l'inverno dopo la piantagione

    Piante circondate con un velo di protezione contro il freddo La manutenzione delle rose è abbastanza semplice. Dopo aver piantato le rose, è importante proteggerle dal freddo invernale con un piccolo mucchietto di terra che deve essere monitorato e mantenuto costantemente ai piedi dei rami. Nelle zone più fredde, si può anche circondare la pianta con un velo di protezione contro il freddo, consentendo l'accesso dell'acqua e dell'aria. Si dovrà continuare a vigilare per rimuovere le foglie morte e asciutte. Inoltre, un'irrigazione una volta al mese è importante, soprattutto se la pianta è installata in prossimità di un muro. Alla fine dell'inverno le rose dovrebbero essere potate, ed eventualmente eseguire una pacciamatura per limitare le erbacce. Rivoltare un pò la terra attorno alla pianta per renderla più leggera è consigliabile anche in questo momento.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO