Copertura tetto coibentato

Copertura tetto coibentato

La copertura di un tetto coibentato è una delle migliori soluzioni per la realizzazioni di superfici isolanti. Generalmente le coperture sono realizzate con due lastre di metallo che racchiudono uno strato isolante. Questi materiali sono in grado di fornire un adeguato isolamento sia termico sia acustico. Esistono anche altre soluzioni per pannelli coibentati che possono variare e seconda delle esigenze. I materiali utilizzati sono in grado di avere un'ottima resistenza meccanica e una lunga durabilità anche in condizioni ambientali avverse, risultando allo stesso tempo leggeri. I pannelli coibentati così realizzati sono facili da essere messi in posa, anche al di sopra di precedenti coperture. I pannelli coibentati sono molto versatili e garantiscono la realizzazione di coperture con forme diverse che potrebbero essere curve, piane o inclinate.
Tetto con copertura coibentata

Kit Fissaggio per 60 Pannello Solare Fotovoltaico da 250W 15Kw Lamiera Grecata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1297,59€


Come sono composti i pannelli coibentati

Tetto in pannelli coibentati Per una copertura di un tetto coibentato si utilizzano particolari pannelli che sono composti da due lamine metalliche all'esterno e da un materiale isolante all'interno. I metalli che vengono utilizzati possono essere il rame, lo zinco, l'alluminio o l'acciaio. Il rame viene utilizzato perché leggero, con un basso grado di dilatazione termica e una buona resistenza meccanica. Lo zinco presenta un'ottima resistenza alla corrosione. L'alluminio è particolarmente leggero, duttile, e resistente alle sollecitazioni meccaniche a agli agenti corrosivi. L'acciaio è particolarmente adatto perché leggero e facilmente installabile. La verniciatura delle superfici metalliche rende i pannelli maggiormente resistenti, così come la copertura con un leggero rivestimento di PVC. Esistono anche pannelli coibentati in legno, ma non risultano generalmente adatti alla copertura di tetti.

  • Tegole canadesi Le tegole canadesi vengono fissate allo scempiato mediante chiodi e quindi non possono subire alcun movimento. Sono quindi da montare su un qualsiasi genere di copertura che sia a falde, con qualsiasi...
  • serra da giardino Una serra è una struttura da collocare in giardino o nell'orto, al cui interno andranno coltivati gli ortaggi, per ripararli dal freddo, per farli maturare più velocemente e per prolungare i tempi di ...
  • coppi Le tegole e i coppi sono i manufatti più comunemente utilizzati come copertura per gli edifici.Rappresentano il cappello della casa, hanno la funzione di riparare i suoi abitanti da pioggia, vento ...
  • verniciatura a polvere La verniciatura epossidica è un particolare procedimento di laccatura, ad elevata forza adesiva, che si utilizza sui manufatti composti prevalentemente di materiali metallici, al fine di proteggerli n...

Kit Fissaggio per 1 Pannello Solare da 80/100/130/150W Lamiera Grecata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,3€


Materiali isolanti per tetti coibentati

Pannelli metallici coibentati Per una copertura di un tetto coibentato si devono utilizzare dei materiali isolanti particolari che conferiscano un adeguato isolamento sia termico sia acustico. Il poliuretano è il materiale maggiormente utilizzato per la preparazione dei pannelli coibentati. Questo materiale è altamente resistente alle abrasioni, agli sforzi dovuti ad azioni meccaniche e alle compressioni. Il poliuretano viene applicato come schiuma rigida fra le lamine metalliche. La lana di roccia ha una buona capacità come isolante termico e acustico ed è particolarmente resistente al calore. Il sughero ha ottime caratteristiche che lo rendono impermeabile, resistente e presenta un buon isolamento. Il vantaggio del sughero è la facilità di reperimento e l'impatto ambientale assente, anche se i costi di tale materiale risultano abbastanza alti.


Montaggio pannelli per tetti coibentati

Tettoia con pannelli metallici coibentati Le coperture per tetti coibentati sono composte da pannelli autoportanti che presentano caratteristiche configurazioni, come per esempio lastre in metallo con poliuretano, in legno con sughero o in alluminio con lana di roccia. I pannelli devono essere posati sulle strutture portanti del tetto sugli appositi listelli predisposti precedentemente. I pannelli vanno montati a partire dalla grondaia e risalendo verso le linea di colmo, in caso di copertura inclinata. I pannelli devono essere fissati ai listelli mediante viti di ancoraggio realizzate in acciaio. La copertura così realizzata solitamente viene successivamente ricoperta con tegole, anche se esistono casi in cui la copertura venga lasciata scoperta, soprattutto per edifici industriali. La stesura di una vernice sigillante sulla copertura migliora la protezione dei pannelli.




COMMENTI SULL' ARTICOLO