Caratteristiche dei termocamini a legna

Dove, come installarli

I termocamini a legna sono adatti a qualunque alloggio, casa, villa. Possono essere facilmente installati in corrispondenza di una canna fumaria da dove sia possibile incanalare i fumi di combustione. La messa in posa di questo genere di prodotto richiede alcune opere murarie di finitura. Generalmente il termocamino si presenta dotato di tutti i particolari per essere integrato all'impianto di riscaldamento già presente. Occorre sottolineare che nel caso si decidesse di montare un termocamino per provvedere al riscaldamento di tutto l'appartamento, si dovrà tenere in considerazione la necessità di montare un vaso di accumulo dell'acqua calda che consenta una sufficiente autonomia per riscaldare la casa nelle ore di assenza.Generalmente un impianto dotato di termocamino è composto dai seguenti componenti:Focolare in ghisa per la combustione della legna, scambiatore di calore per il riscaldamento dell'acqua, serbatoio di accumulo acqua calda, serpentina di riscaldamento acqua sanitaria, vaso di accumulo acqua calda, pompa per il ricircolo dell'acqua di riscaldamento, impianto radiante (a termosifoni o pavimento).
Termocamini

FEMOR Multifunzionale Braciere Barbecue Pit di Ghiaccio 3-in-1 Metallo Tabella Quadrata Stufa Riscaldatore per Giardino Cortile Outdoor con Griglia per Barbecue e Copertura Impermeabile

Prezzo: in offerta su Amazon a: 95,99€
(Risparmi 44€)


Il focolare

Termocamino prima delle finiture Data la varietà di prodotti presenti in commercio, è quasi impossibile citare tutte le possibili varianti di questo componente. Generalmente il focolare viene fornito integrato ai componenti di scambio termico. Sarà opportuno comunque scegliere un modello a doppia combustione che permette sicuramente di avere rendimenti superiori a parità di quantità di legna immessa. I focolari sono tutti dotati di sportello di chiusura, vetro termico da cui osservare la fiamma. Elemento importante della porta è la guarnizione di chiusura che deve essere sempre in efficienza per impedire un eccessivo ingresso di aria che aumenterebbe la combustione creando problemi di surriscaldamento. Il Focolare è provvisto di un cassetto per la raccolta della cenere che va periodicamente svuotato. I sistemi di regolazione del tiraggio sono solitamente 2, uno primario per l'accensione e l'altro secondario per l'aria necessaria alla combustione.

  • camino1 Installare un termocamino significa avere in casa un metodo di riscaldamento versatile, moderno e soprattutto economico. Un camino di questo genere basta a riscaldare l'intera abitazione e può essere ...
  • Rivestimento in pietra per termocamino La pietra e il marmo rappresentano un'ottima soluzione per il rivestimento del termocamino, sono materiali resistenti e diffondono il calore in modo efficiente. Dal punto di vista estetico e stilistic...
  • Kingfire Kingfire è un'azienda leader del settore progettazione e realizzazione di caminetti, stufe e barbecue. Il suo successo è dovuto al lavoro di un team specializzato che interpreta le tendenze di mercato...
  • Caminetto Se volete dare un tocco di eleganza alla vostra abitazione, non potete fare a meno di trovare degli spazi e degli ambienti giusti per disporre gli intramontabili camini. Non c'è oggetto più evocativo ...

Argoclima Rosie Green Stufa a Gas a Infrarossi, Verde Scuro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 77,98€
(Risparmi 41,92€)


Lo scambiatore termico

Termocamino La parte direttamente connessa al riscaldamento dell'acqua è lo scambiatore. Generalmente integrato in modo da venire a contatto con le parti più calde della stufa è costruito in materiale con coefficienti di scambio termico elevato, come il rame. All'interno del tubo in rame scorre l'acqua di riscaldamento che, messa in circolo da una pompa si scalda progressivamente. Un sistemo elettronico di sensori comanda l'accensione della pompa. Quando viene installato a integrazione di un impianto a caldaia, il termocamino a legna è di solito associato a un vaso di accumulo, coibentato, che permette di accumulare grandi quantità d'acqua e calore.Parte dello scambio termico avviene anche, oltre che fisicamente sul corpo radiante della stufa, attraverso i fumi di combustione e il vetro. I termocamini a legna riscaldano l'ambiente dove sono installati cedendo calore della combustione e pertanto non si rende necessaria l'installazione di termosifoni nel medesimo locale dove è posato i camino.


Caratteristiche dei termocamini a legna: Acqua sanitaria

Termocamino I termocamini sono adatti anche alla produzione di acqua calda per uso sanitario. Tale produzione avviene utilizzando un secondo scambiatore montato in parallelo all'impianto di riscaldamento a termosifoni. Solitamente l'acqua viene riscaldata a 60/70 gradi in temi rapidi e il calore di questa massa d'acqua può essere messo a contatto dell'acqua sanitaria. Lo scambio termico permette di innalzare la temperatura dell'acqua dell'acquedotto praticamente istantaneamente fino ai valori di comfort desiderati e necessari per tutti gli usi. Anche quest'uso è integrativo all'installazione di un boiler elettrico o a gas data la necessità di acqua calda in estate inopportuna da soddisfare altrimenti. L'installazione di un termocamino va progettata e dimensionata alle esigenze della casa, valutando grandezza dell'unità abitativa, disposizione dei locali, fabbisogno del nucleo familiare, presenza o meno di impianto di riscaldamento.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO