Stufe a pellet manutenzione

Ecco cosa sono e come funzionano

Le stufe a pellet funzionano esattamente come le stufe classiche e perseguono lo stesso scopo, ovvero quello di riscaldare l'ambiente o gli ambienti in cui sono sistemate. La differenza tra le due sta, ovviamente, nel materiale usato per alimentare la stufa. Il modello classico viene alimentato a legna o a utilizzando il gas mentre la stufa a pellet ha quest'ultimo materiale come chiave per il proprio funzionamento. Rispetto alla legna e agli altri sistemi tradizionali, il pellet consente di risparmiare e, cosa altrettanto importante, inquina molto meno. Il risparmio inizia già al momento dell'acquisto. L'acquisto di stufe di questo tipo, infatti, spesso permette di ottenere degli incentivi, legati proprio al fatto che tale prodotto consente di inquinare molto meno rispetto ai più classici impianti di riscaldamento. Un altro risparmio è poi legato al costo del pellet che varia a seconda del periodo dell'anno in cui si acquista ma che comunque mantiene sempre un costo accettabile ed alla portata di tutte le tasche. Infine il risparmio arriva anche sul consumo generale dell'energia.

stufa a pellet

SPAZZOLA PER CROGIOLI STUFE A PELLET,CALDAIE E CAMINI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20€


Stufe a pellet, la manutenzione ordinaria inizia dalla pulizia

stufa pellet Tutte le stufe a pellet necessitano di manutenzione. Questa deve essere costante nel tempo. La manutenzione ordinaria si può tradurre nella pulizia delle stesse. Per pulizia della stufa si intende quella del braciere e del vetro, da effettuarsi ogni pochi giorni, e quella della caldaia che va effettuata almeno un paio di volte a stagione. Per facilitare il compito agli utilizzatori, alcuni modelli di stufe a pellet sono dotati di un apposito comando, denominato pulizia stufa o anche funzione pulizia stufa, che una volta avviato fa partire un ventilatore interno che con la sua azione fa si che le ceneri presenti nella stufa tesi spostino fino a posizionarsi verso la parte interna del focolare. Tale comando comunque non basta e bisogna effettuare anche tutte le operazioni su indicate in maniera manuale. Niente di difficile anche perchè tutti i modelli di stufe a pellet sono forniti di un manuale di istruzioni che spiega passo passo il funzionamento e come effettuare la manutenzione ordinaria. Bisogna sempre ricordare che una stufa a pellet tenuta perfettamente, svolge a pieno il proprio compito riscaldando l'ambiente con un notevole risparmio rispetto ad altre tipologie di stufe o impianti di riscaldamento.

  • Alcune note Gli impianti idraulici sono un elemento di fondamentale importanza all'interno delle nostre abitazioni. A conti fatti sono un elemento di fondamentale importanza non solo all'interno di un'abitazione ...
  • Normative impianti Gli impianti sono un elemento di fondamentale importanza all'interno delle nostre abitazioni. A conti fatti sono un elemento di fondamentale importanza non solo all'interno di un'abitazione privata ma...
  • Impianti elettrici Costruire un impianto è un’impresa abbastanza complessa, che richiede una serie di passaggi e una conoscenza tecnica di base. Con il termine “impianto”, si fa riferimento ad una categoria, che ingloba...
  • videocamere Per quanto riguarda la pratica di installare telecamere di videosorveglianza da parte di soggetti privati, la legge è molto chiara. Da questo punto di vista, il bene tutelato dal legislatore è quello ...

VALVOLA ANTICONDENSA ESBE VTC511 1" 55 °C PER TERMOSTUFA STUFE A PELLET

Prezzo: in offerta su Amazon a: 97€


Stufe a pellet manutenzione: Come effettuare la pulizia delle stufe a pellet

pulizia stufa La pulizia della stufa va effettuata ogni due o tre giorni e si deve usare un apposito aspiracenere, adeguato per l'uso. Attenzione a non usare un aspirapolvere qualsiasi di quelli che si usano in casa. Questo perchè la cenere che rimane nella stufa è molto fine, talmente sottile che potrebbe rovinare l'elettrodomestico. Per molti modelli di stufe a pellet, questa manutenzione è ancora più semplice. Si tratta di quei modelli dotati di un apposito cestello o vano per raccogliere la cenere. In questo caso, quindi, non resta che aprire la stufa, tirare fuori il cestello e svuotarlo della cenere li contenuta. L'uso dell'aspiracenere è comunque necessario per rimuovere la cenere residua, qualora non si riesca a svuotare il vano del tutto. Questa operazione va compiuta almeno una volta a settimana. La pulizia del vetro invece va effettuata con carta inumidita. Una cosa importante da tenere a mente è quella di effettuare tutte queste operazioni quando la stufa e tutte le sue componenti sono fredde. Questo per evitare di procurarsi scottature, lesioni o ferite anche più gravi. La pulizia della stufa rientra nelle pratiche della manutenzione ordinaria a cui essa deve essere soggetta in maniera costante.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO