Come realizzare un semenzaio

Come realizzare un semenzaio

Realizzare un semenzaio è semplice e richiede minimi accorgimenti. Prendete un cassone in legno, con un muretto rialzato di protezione e copritelo con una lastra di vetro, come un coperchio. In alternativa utilizzate una cassetta di plastica per la frutta o verdura, mettete sul fondo un telo in plastica o altro materiale che trattenga la terra. Praticate piccoli fori sul telo di plastica per far passare l'acqua e coprite con un telo di nylon o di tessuto. Nella cassetta mettete uno strato di terriccio di circa 7-10 cm di spessore, distribuite i semi in modo uniforme nel contenitore e ricoprite con un nuovo strato di terriccio di circa 0,5 cm. Annaffiate abbondantemente ma delicatamente per non rovinare i semi ancora fragili. Fate attenzione a mettere un cartellino con il nome dell'ortaggio o della pianta che avete seminato. Sistemate il semenzaio in un luogo riparato dal vento, mantenete il terreno sempre umido.
Come realizzare un semenzaio

Vendita calda rari semi blu viola semi di piante da giardino di fiori in vaso viola un'erba perenne Matthiola incana Semi 100PCS

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


La fase della ripichettatura

Ripichettatura di un semenzaioDopo aver seminato occorre avere pazienza ed aspettare che la pianta inizi a mettere le prime foglioline. Ricordatevi di mantenere sempre la temperatura costante intorno ai 18 gradi e il terreno sempre umido. Quando i semi iniziano a germogliare, tenete aperto il cassone per alcune ore al giorno per consentire lo sviluppo di tutti i semi piantati. Rimuovete quindi delicatamente la piantina che si sarà formata, prendendola per le foglie e non per le radici, e trapiantatela in un piccolo contenitore. Potete utilizzare vasetti per lo yogurt, bicchieri di plastica o avvolgere la piantina in fogli di giornale. Aggiungete terriccio ben setacciato e alleggerite con un pò di sabbia. Assicurate alle piantine lo spazio necessario per svilupparsi. Nel semenzaio le piante tendono a crescere in altezza eccessivamente e questo danneggia la pianta e la rende facile preda di parassiti e funghi.


  • potatura albero La potatura di un albero è necessaria quando si osservano nella pianta dei problemi o delle ramificazioni troppo estese, le quali possono danneggiare benessere o produttività della pianta. Ad esempio ...
  • ficus retusa Il ficus retusa, è un albero in miniatura, appartenente alla famiglia dei bonsai, che cresce e vegeta in diversi tipi di ambiente, anche dove la luce è scarsa e le temperature sono variabili. Il ficus...
  • mini orchidea1 L'orchidea è una pianta amata da molti, dai fiori bellissimi, coloratissimi e dalle forme particolari. Esistono tante specie di orchidee. In Italia ce ne sono 85 specie non ibridate, comprendendo le q...
  • Bonsai di Serissa in estate Quali siano le basi su come curare un bonsai di Serissa è un interrogativo da porsi se si vuole essere sicuri che la propria pianta viva a lungo ed in salute. Il primo aspetto riguarda l’innaffiatura...

06-260-015 SUPERThrive 60ml, Marrone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,3€
(Risparmi 0,74€)


La fase del trapianto

La fase del rinvaso Una volta risolti i problemi di come realizzare un semenzaio e assicurare il corretto sviluppo del seme, dovrete affrontare la fase del trapianto. Questa è un'operazione molto delicata ed è importante non commettere errori per non vanificare il lavoro svolto sinora. Praticare un foro nel terriccio e sistemate la piantina assicurandovi che tutte le radichette siano ben distese. La pianta deve essere interrata alla giusta profondità, e tutte le le radici devono essere coperte dalla terra. Annaffiate bene e evitate di mettere subito a contatto diretto con la luce solare, lasciate per qualche giorno in un luogo ombreggiato. Se trapiantate in un vaso, sistemate sul fondo dell'argilla espansa e un pezzo di coccio e versate poi il terriccio senza arrivare all'orlo del vaso. Anche se rinvasate, continuate a proteggere la pianta dalle gelate, coprendola con un telo in plastica.


I semi

Semenzaio La qualità dei semi è un requisito essenziale per la buona riuscita di un semenzaio. Una volta i contadini raccoglievano i semi migliori direttamente dalle loro piante. Li coglievano al mattino quando i semi erano ancora umidi di rugiada e li facevano essiccare per utilizzarli nella stagione successiva. Acquistate quindi semi di qualità, i semi più duri possono essere messi a bagno per almeno 24 ore prima della semina. Per la calendarizzazione, seguite le istruzioni riportate sulla confezione dei semi. Tenete presente che le piante aromatiche sono insetticidi naturali, piantate dunque sempre basilico, aglio o rosmarino per tenere lontani i parassiti. Alcune piante inoltre si aiutano a vicenda consociandosi, è il caso dell'erba cipollina che tiene lontani gli insetti che attaccano la fragola. Nella realizzazione di un semenzaio, tenete in considerazione il principio della consociazione e dell'alternarza della piante.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO