Tipologie di potatura alberi

Quando serve potare un albero

La potatura di un albero è necessaria quando si osservano nella pianta dei problemi o delle ramificazioni troppo estese, le quali possono danneggiare benessere o produttività della pianta. Ad esempio i polloni vanno in genere eliminati immediatamente. Ogni pianta ha bisogno di una potatura differente ed è bene scegliere i tipi di potatura degli alberi migliori e anche il periodo più adatto.
potatura albero

Bellota Forbici Da Frutto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 50,47€
(Risparmi 0,32€)


Come scegliere i tipi di potatura

Gli alberi possono essere sottoposti a vari tipi di potatura i quali possono consistere in interventi obbligati oppure liberi. Quelli obbligati si effettuano su alberi di un contesto pubblico, per eliminare rami pericolanti o per dare loro una forma adatta al contesto.

La potatura libera invece mantiene inalterata la forma della pianta e ha specifici obiettivi, tra cui eliminare parti vecchie o improduttive, incentivare la ripresa vegetativa, stimolare i rami deboli a crescere o migliorare in quantità la produzione qualora siano alberi fruttiferi.

  • Edera L’Hedera Canariensis comunemente conosciuta con il nome di Edera delle Canarie, vive bene in appartamento, al contrario di altre varietà che in ambienti secchi deperiscono. Questa pianta ha le foglie ...
  • Potatura La potatura riduce le fronde e modifica l’aspetto; presenta dei vantaggi, ma può anche comportare dei rischi. Allora, perché potare un albero? Un albero si pota innanzitutto per farlo crescere meglio,...
  • danni da batteri Le piante possono ammalarsi a causa di batteri fitopatogeni che si sviluppano nei terreni contaminati, a seguito di drastiche potature, o innesti fatti non a regola d'arte. Infatti, basta poco per rov...
  • bouquet rose Il fiore per eccellenza, simbolo di amore e passione, è certamente la rosa. Questa pianta, indipendentemente dal suo significato simbolico, viene spesso scelta per dare un tocco di colore ad un giardi...

3 Gallon radice della grigio da 3 a 4 anno Grow bag. Confezione da 25

Prezzo: in offerta su Amazon a: 100,92€


Come si esegue la potatura

potatura Gli alberi si potano mediante tagli che riguardano interi rami o porzioni di rami. Quando i tagli asportano del tutto i rami la potatura è di eliminazione. Quando si asporta solo qualche parte si parla di una potatura di raccorciamento. Ambedue i tipi di tagli vanno eseguiti in modo netto e preciso, mediante attrezzi che sono affilati bene e anche disinfettati. Questi tagli netti consentono di evitare che si formino delle sbavature sulla corteccia e facilitano anche la cicatrizzazione. I tagli eseguiti in modo impreciso lasciano residui sia legnosi che vegetali i quali si seccano o marciscono oppure rallentano la cicatrizzazione e favoriscono agenti patogeni.


I vari tipi di potatura degli alberi

In questa sezione si parla delle varie potature per poter scegliere i tipi di potatura più adatti alle nostre esigenze.

La capitozzatura è un taglio per accorciamento pericoloso per le specie arboree, ma solo da poco tempo si sa che capitozzare una pianta è inutile e dannoso. Consiste nel "decapitare" un albero, asportando tutta la chioma.

La potatura di trapianto si effettua asportando quei rami che sono nella parte bassa della chioma, per riequilibrare la pianta e favorirne lo sviluppo omogeneo.

La potatura di allevamento si esegue su alberi giovani, di due o tre anni, per regolare lo sviluppo. I rami si tagliano in maniera da dare una determinata forma. Mai tagliare i rami opposti e alla stessa altezza. Il taglio permetterà lo sviluppo di nuove branche e per dare la forma "equilibrata", si devono tagliare i rami delle biforcazioni, procedendo in maniera sfalsata: prima quello alto e dopo quello basso oppure viceversa.

La potatura di mantenimento è in effetti una tecnica di tipo colturale che viene praticata su alberi adulti. Si eliminano i rami che sono improduttivi e secchi, per facilitare la germinazione dei rami fertili. Si fa in genere ogni cinque anni e oltre.

La potatura di ringiovanimento si fa su alberi adulti o invecchiati. Si effettuano dei tagli per eliminare i rami che sono secchi sulla chioma della pianta. È in pratica una "sfoltitura" che può essere anche abbondante.

La potatura di contenimento si fa se la pianta è cresciuta eccessivamente e i rami creano dei disagi alla casa o al giardino. Questo metodi di potatura viene fatto asportando quei rami che sono laterali all'albero oppure i verticali o anche entrambi. Basta eliminare i rami troppo sporgenti oppure pericolanti. Non bisogna eseguire eliminazioni drastiche perché rischierebbero di danneggiare la forma naturale della pianta.

La cimatura è la tecnica adatta sia ad alberi che a piante erbacee. Si asportano solo i germogli nella parte superiore della pianta, per stimolare lo sviluppo di gemme laterali. Si pratica sugli alberi giovani oppure nella "fase di allevamento".


Tipologie di potatura alberi: Quali alberi bisogna potare e quando

potatura siepe

Esistono tipologie di potatura adatte ad alcuni alberi e non adatte ad altri. La potatura di allevamento e quella di trapianto si effettuano sugli alberi a cui cadono le foglie (ad esempio salice e pioppo). La potatura obbligata, per dare la forma all’albero a fini ornamentali, si pratica sull’acero campestre, sul platano, sul tiglio e sull’olmo. Si pratica anche su specie sempreverdi, quali alloro, cipresso e leccio. Per gli alberi fruttiferi si esegue la potatura di produzione per anticipare fioritura o fruttificazione. In genere si potano il pesco, il melo e il pero.

Anche la frequenza varia a seconda del tipo di potatura. Quella di mantenimento o di ringiovanimento si effettuano solo per necessità. La potatura di allevamento e di produzione si possono eseguire in inverno oppure in estate.



COMMENTI SULL' ARTICOLO