Come realizzare un Innesto

Come realizzare un innesto

La possibilità di fare innesti tra le piante ha favorito lo sviluppo della moderna frutticoltura. Tra le varie tecniche di "trapianto", le più importanti sono l’innesto a triangolo, quello a corona e l’innesto spacco.

L’innesto produce una riproduzione agamica (o asessuata), senza quindi la necessità dell’impollinazione, trasportando le caratteristiche di una pianta in un’altra.

La parte di una pianta che rende possibile la tecnica dell’innesto è chiamata "cambio" ed è posizionata tra la corteccia e le cerchie del tronco. Questo particolare tessuto determina l’accrescimento del tronco e forma continuamente nuovi tessuti. Sfruttando quindi questa caratteristica e la grande capacità delle piante di rimarginare le ferite, è possibile produrre innesti produttivi.

Per la realizzazione di un buon innesto, è indispensabile che le zone cambiali dei due individui (la parte "aerea", chiamata nesto, e la "radice", denominata portinnesto) siano sovrapposte, così che le ferite si rimarginino formando un nuovo tessuto comune.

Per capire come realizzare un innesto efficace, è poi importante conoscere quali specie possono essere innestate tra di loro. Generalmente le piante appartenenti alla stessa specie non presentano particolari problemi durante gli innesti. Per combinazioni tra specie differenti è invece necessario verificare la loro compatibilità genetica.

innesto

TRONCARAMI PER POTATURA PROFESSIONALE - 40 cm, in acciaio - Versatile, impugnatura a due mani per tagli decisi, forbici da giardinaggio, perfetto per tagliare alberi, siepi e arbusti. Cesoie per potatura. Attrezzi per potatura - 100% soddisfatti o rimborsati!

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,99€


Come fare un innesto a triangolo

La realizzazione di un innesto a triangolo è una delle tecniche frutticole più semplici e maggiormente utilizzate. Questa tecnica si caratterizza per la necessità che i due individui interessati si trovino entrambi in completo riposo vegetativo. Per questo motivo l’innesto a triangolo viene generalmente effettuato durante i mesi invernali, tra gennaio e marzo.

Questa tecnica è solitamente utilizzata per piante giovani, con non più di due o tre anni di vita, e per portinnesti che hanno un diametro variabile tra i cinque ed i dieci centimetri.

Di seguito la descrizione su come realizzare un innesto a triangolo.

Per prima cosa tagliare in modo netto il portinnesto con un coltello. Sempre con un coltello procedere poi alla formazione di una scanalatura di forma triangolare nel legno, andando ad incidere la corteccia ed il tronco.

A questo punto si può prendere il nesto ed eseguire su di esso due tagli in modo tale da creare un cuneo triangolare che possa combaciare perfettamente con il triangolo del portinnesto. È molto importante che le parti cambiali dei due individui combacino e che sul nesto siano presenti almeno due o tre gemme.

Fissare quindi le due parti innestate con del nastro adesivo, in modo che siano spinte l’una contro l’atra, facendole attecchire con più facilità. Infine, coprire la parte dove è stato fatto l’innesto con del mastice, ponendo attenzione a rivestire tutta la superficie del taglio.

  • tipi di viti Lo scopo della vite è fissare tra loro due o più parti. Essa è costituita da una barra cilindrica, solitamente metallica, sulla quale è inciso un filetto elicoidale. La barra è dotata di un'estremità ...
  • danni da batteri Le piante possono ammalarsi a causa di batteri fitopatogeni che si sviluppano nei terreni contaminati, a seguito di drastiche potature, o innesti fatti non a regola d'arte. Infatti, basta poco per rov...
  • camelia La camelia dà fiori bellissimi indicati per balconi, terrazzi e giardini. Comprende numerose specie originarie dell'Asia orientale, come Giappone e Cina. Vediamo adesso le tecniche di coltivazione per...
  • innesto1 Prima di procedere con l’esplicazione di quelle che sono le fasi per realizzare un innesto a spacco, è conveniente citare quelle che sono le caratteristiche generali dell’innesto stesso. Questa pratic...

Compo Saat® – mix di semi & Fertilizzante, cura del prato zum seminano e fertilizzare in un solo Passaggio, per una perfetta per prato, 1,2 kg per 50 m²

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,99€


Come realizzare un Innesto: I tipi di innesto più facili

innesto1 Tra gli altri tipi di innesto, i più facili sono gli innesti a corona ed a spacco.

La tecnica di innesto a corona, non complicata, viene realizzata all’inizio della primavera e consiste nel tagliare il portinnesto in modo che si formi su di esso una superficie piana. Viene poi praticato un altro taglio perpendicolare al precedente così da poter sollevare il cambio. Inserire quindi il nesto, tagliato a forma di "penna", nel taglio. È consigliabile che il nesto sia lungo almeno una decina di centimetri ed abbia tra le quattro e le sei gemme. Coprire poi i tagli con del mastice.

Infine, per effettuare l’innesto a spacco si deve eseguire con un coltello un vero e proprio "spacco", profondo circa dieci centimetri, nel portinnesto e tagliare poi il nesto a cuneo, facendo attenzione che l'inizio del taglio sia lungo come lo spacco. Inserire quindi il nesto nello spacco facendo sempre combaciare le zone cambiali e coprire anche questa volta il taglio con del mastice.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO