Legno fai da te

Tipologie diverse del legno

Chi è alle prime armi nella lavorazione del legno potrebbe non sapere che in commercio, e ovviamente in natura, esistono diverse di tipologie di legname, ognuna con le proprie caratteristiche, destinazioni d'uso, vantaggi e svantaggi. Qui di seguito, un elenco delle varietà più popolari di legno fai da te:

• cedro: con un colore rossastro, è relativamente morbido, con una grana dritta e un odore leggermente aromatico. Viene utilizzato per progetti esterni, perché in grado di sopportare bene l'umidità;

• abete: con un colore rosso-marroncino, di consistenza dura, poco costoso e spesso utilizzato per le costruzioni edili e mobili massicci;

• pino: disponibile in varie tonalità, facile da lavorare, relativamente morbido e utilizzato per la costruzione di mobilio;

• ciliegia: molto popolare, facile da lavorare, abbastanza costoso, con un colore bruno rossastro, molto malleabile e utilizzato per la realizzazione di mobili;

• mogano: di colore rossastro, durezza media, con una grana dritta e molto costoso;

• noce: molto resistente, facile da lavorare, con un costo medio e utilizzato per grandi lavori edili.

legno

VORCOOL 20pz 5-6CM Rotondo Dischi di Legno Naturale per Fai Da Te

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,49€


Strumenti per la lavorazione del legno

sega Per la lavorazione del legno fai da te, oltre alle tecniche basilari, è bene conoscere quelli che sono gli attrezzi principali e i loro utilizzi:

• lo scalpello: utilizzato per rimuovere il materiale in eccesso e per gli intagli di sgrossatura, viene usato singolarmente o con l'ausilio di un martello gommato;

• i morsetti: conosciuti come "morse per fissaggio", sono dispositivi utilizzati per creare pressione al fine di fissare oggetti o materiali in combinazione, per evitare movimenti che possano separarli;

• il martello: disponibili in una varietà numerosa di materiali che lo compongono, hanno per lo più la funzione di applicare una forte e breve pressione sui punti di lavorazione;

• la sega: utilizzata principalmente per tagliare il legno con la presenza di una lama seghettata;

• la pialla: utilizzata per livellare e spianare il pezzo di legno, difficili da rimuovere con il semplice ausilio della carta vetrata;

• la carta vetrata: carta con superficie ruvida, utilizzata per lisciare e rifinire la superficie a lavorazione ultimata.

  • fresatrice1 Appassionati di bricolage? Amate unire l'utile con il dilettevole cimentandovi nei piccoli lavoretti di casa? Ecco allora una piccola guida su come utilizzare la fresa per la lavorazione del legno in ...
  • Alcune note La scelta del parquet è un elemento di fondamentale importanza nell’ambito di tutte quelle classiche operazioni che si devono portare a termine al momento in cui si acquista una casa o comunque al mom...
  • pregi del legno di frassino Il legno è un materiale molto compatto, duro e resistente, utilizzato per diversi tipi di impieghi. La bellezza di questo materiale, crea dei rimandi sensoriali diversi, che si sposano con una serie d...
  • pavimento in parquet Il Parquet è la scelta giusta se il vostro obiettivo è dare stile, raffinatezza, eleganza e calore alla vostra casa, e si adatta ad ogni ambiente, compresa la cucina e il bagno. Infatti, dal momento c...

WINOMO 100pz Rotondo Dischi di Legno Naturale Fai Da Te

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€
(Risparmi 7€)


La finitura del legno e i prodotti da utilizzare

Rifinitura legno La finitura del legno si riferisce all'ultima fase della sua lavorazione, ossia il processo di raffinazione finale o protezione della superficie, in particolare nella realizzazione dei mobili. La finitura, molto importante nel legno fai da te, avviene con l'ausilio di vari prodotti:

• vernice o gommalacca: applicati con l'utilizzo di un pennello, in genere tendono a scurire il colore del legno evidenziandone le venature e nel contempo forniscono protezione contro gli agenti atmosferici, l'umidità e il tempo;

• oli: il risultato finale è simile alla finitura con la cera, con l'unica differenza che lo strato protettivo è molto più sottile. Serve per donare lucentezza e protezione dai graffi;

• cera: vi si trova in una moltitudine di colorazioni e viene utilizzata principalmente per proteggere il materiale dalle abrasioni, donare lucentezza e coprirne buchi e/o ammaccature;

• vernice poliuretainica e acrilica: sono vernici di colore trasparente, adatte a preservare il legno dai graffi dall'umidità. Generalmente creano uno strato plastificato sulla superficie.


Legno fai da te: Tecniche lavorazione del legno

Legno pennelli Le tecniche per la lavorazione del legno fai da te, possono essere riassunte in quattro fasi:

• intaglio: in cui il materiale viene tagliato su misura e subisce una prima lavorazione per dargli l'aspetto desiderato;

• levigatura: in cui la superficie del legno viene resa liscia e senza schegge;

• finitura: in cui vengono utilizzati prodotti indicati per la protezione, il colore e la lucentezza;

• assemblaggio: fase finale, in cui prende vita il proprio progetto. Esso prevede l'unione delle parti realizzate seguendo dei passaggi precisi grazie ai quali avranno si arriverà al completamento del progetto. I pezzi, in seguito, vengono fissati tra loro con l'ausilio di chiodi o collanti per legno e lasciati asciugare.

Nella lavorazione del legno è, comunque, richiesta molta attenzione e manualità, per evitare d'incorrere in spiacevoli incidenti di lavoro.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO