Verniciatura porte

Operazioni preliminari

Una porta in legno già verniciata e rovinata, oppure una porta di cui si vuole cambiare il colore, ha bisogno di una preparazione prima di ricevere una nuova verniciatura. Per prima cosa conviene smontarla dai cardini e togliere le serrature, le maniglie ed eventuali altri parti o rivestimenti metallici, pulire con cura i piccoli spazi dove si annida la polvere, poi sistemarla in orizzontale su due cavalletti. Sia la fase di preparazione che di verniciatura vera e propria sono operazioni che sporcano facilmente. La prima, in particolare, produce molta polvere. Perciò si consiglia vivamente di scegliere uno spazio all'aria aperta, come il balcone o il terrazzino, anche per evitare di saturare la casa coi forti, e dannosi, odori delle vernici e dei solventi. Comunque è bene utilizzare teli di plastica e fogli di giornale per proteggere dalla vernice il pavimento, i mobili ed oggetti vari. Inoltre è opportuno indossare guanti e una mascherina. Se la porta presenta degli inserti in vetro che non possono essere smontati, bisogna coprirli con giornali fissati con nastro adesivo di carta. Proseguiamo con le tecniche di verniciatura delle porte.
vernice bianca

TecTake Cassetta per la posta postale con cilindro porta giornali in acciaio inox Verniciatura di protezione - vernice trasparente

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,79€


Preparazione del legno

vernicePer poter verniciare una porta con successo è necessario rimuovere prima ogni traccia della vernice precedente. Eventualmente si userà lo stucco per legno per coprire crepe e buchi. Dopo l'applicazione si farà asciugare bene. La sverniciatura della porta può avvenire tramite pistola termica, carta vetrata oppure sverniciatore chimico con spatola. Quest'ultimo, a base di acidi, è meno consigliabile in quanto tossico e perché potrebbe danneggiare il legno. La pistola termica è molto comoda, efficace e veloce. La carta vetrata fine, a grana 100, offre grande precisione ma utilizzarla è faticoso e richiede tempi più lunghi. Qualunque sia il metodo di sverniciatura scelto, alla fine sarà necessario lavare il legno con acqua ragia per eliminare i residui di polvere o macchie. Dopo questa operazione, si applica una mano abbondante di vernice impregnante, con un pennello intinto per metà, e si lascia asciugare per almeno 24 ore. La verniciatura delle porte di legno naturale non richiede alcun trattamento ma solo un lavaggio con acqua ragia.

  • parquet Il parquet è sicuramente tra le pavimentazioni più belle e raffinate: realizzato con diverse tipologie di legno ed esaltato dai vari accostamenti cromatici possibili, ben si adatta alle pavimentazioni...
  • alluminio serramenti L'alluminio è un metallo grigio argento, molto duttile, malleabile e leggero ma anche resistente. Può essere lavorato facilmente e plasmato in ogni forma. Il metallo è ampiamente utilizzato per infiss...
  • verniciatura a polvere La verniciatura epossidica è un particolare procedimento di laccatura, ad elevata forza adesiva, che si utilizza sui manufatti composti prevalentemente di materiali metallici, al fine di proteggerli n...
  • Passaruota graffiato Un buono stato di conservazione della carrozzeria dell'automobile, consente alla stessa di mantenere il più a lungo possibile la freschezza e la brillantezza della verniciatura originale. Essendo la c...

TecTake Cassetta per la posta postale con cilindro porta giornali in acciaio Verniciatura di protezione - vernice trasparente

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,99€


Verniciatura porte: Verniciatura delle porte

vernice bluLa porta è ora pronta per la verniciatura. La posizione orizzontale sui due cavalletti permette di lavorare senza sgocciolare sebbene ci sia lo svantaggio di dover aspettare che si asciughi un lato prima di verniciare l'altro. Non è comunque indispensabile smontare la porta. Può essere lasciata nella propria sede. La verniciatura delle porte avviene intingendo il pennello a metà e facendolo sgocciolare. Bisogna dare le pennellate sempre nello stesso verso, evitare colature e dipingere ogni angolo. Per le porte d'interni è consigliabile uno smalto semilucido o satinato in quanto maschera i difetti del legno ed è durevole nel tempo. Di solito una mano di vernice non basta. Per passare la seconda mano dovranno passare 24 ore ed altrettante per una terza. Tra una mano e l'altra, si effettua una passata con carta vetrata fine. Con un pennello medio si vernicia prima il grosso della porta mentre con pennelli più piccoli ci si può dedicare ai particolari. Infine si applica una mano di vernice trasparente protettiva.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO