Contabilizzazione calore

Contabilizzatori di calore

I contabilizzatori di calore sono uno strumento elettronico che si fissa al calorifero, in una determinata posizione. Questo apparecchio serve per misurare il calore che il termosifone cede all'ambiente, cioè quanto calore si trasferisce. Per poter espletare questa funzione è dotato di due sonde, che misurano la temperatura dell'ambiente, una è rivolta verso il calorifero, l'altra verso la stanza. Il contabilizzatore non è in comunicazione con eventuali valvole termostatiche che potrebbero essere, anch'esse applicate al termosifone. Ciò significa che, se la valvola è al massimo, ma il calorifero è freddo, il contabilizzatore di calore, registrerà questa temperatura fredda. E' chiaro che ciò che fa aumentare i costi, utilizzando il contabilizzatore, saranno: l'elevata temperatura dell'ambiente, gli eventuali spifferi o correnti d'aria, e inogni caso tutte le dispersioni di calore.
Contabilizzatore di calore NIN-06

A1 RED Edition. SWISSNOX Midi Pompa compatta, modello 2012 Solar Pompa di riempimento, Pompa a mano pompa Test/Testing Pump con contenitore - Midi aperto esecuzione. Energia rinnovabile energia solare Solare Solar solaranlage solaranlagen riscaldamento per sanitari nuovo.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 57,02€


Legge sul contabilizzatore di calore

Contabilizzatore di calore Caloric 5 A partire dal 31 dicembre 2016, sarà obbligatorio per tutti l'istallazione dei dispositivi specifici per la termoregolazione e la contabilizzazione del calore. Infatti, la legge sul contabilizzatore di calore è il testo del decreto di recepimento della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, approvata dal Consiglio dei Ministri. Il decreto stabilisce che nel caso in cui la fornitura energetica provenga da una rete di teleriscaldamento e dalle centrali termiche, i condomini sono obbligati ad installare questi dispositivi, collegati a delle centraline di rilevamento, per registrare e contabilizzare i consumi. Queste valvole andranno applicate anche nei singoli alloggi, per tenere monitorata la situazione. Solo nel caso in cui, i costi per l'installazione siano ingiustificati, si potrà evitare di applicare il contabilizzatore. Per coloro che non adempiranno a tale obbligo vi sarà la possibilità di una multa da 500 euro fino a 2.500. Per la Lombardia, l'obbligo è scattato il I agosto del 2014.

  • Stufa a legna Alla classica stufa a legna, resa oggi ancor più artistica nelle sue realizzazioni in maiolica o in ceramica decorata, si è affiancato un nuovo e più moderno modello che funziona per convezione e per ...
  • termosifoni Se il fine principale dei caloriferi è quello di riscaldare, attualmente essi possono diventare dei veri e propri complementi d'arredo, da scegliere quindi non solo per le loro caratteristiche tecnich...
  • pompa di calore Uno dei grandi elettrodomestici che molti di noi hanno in casa è la pompa di calore. Ma di cosa si tratta in realtà? E' un macchinario in grado di trasformare la temperatura esterna più calda in una i...
  • scelta pittura La bella stagione, qualche giorno di vacanza, e si desidera subito rinnovare, con una mano di colore, la casa. Recarsi in un centro del fai da te ed afferrare al volo l'offerta del giorno non è la cos...

Philips Genie Lampadina a risparmio energetico a tubi scoperti, 14 W E27 (220-240 V, 100 mA, 132 mm), Luce fredda

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,89€


Uni 10200 sulla contabilizzazione del calore

Sistemi per la Contabilizzazione del Calore Con la norma tecnica Uni 10200, la contabilizzazione del calore diventa più chiara e trasparente. Infatti vengono forniti i criteri per una corretta e giusta ripartizione delle spese, per il riscaldamento invernale e per l'acqua calda sanitaria, in tutti quei casi in cui sono presenti un impianto termico centralizzato o un impianto di teleriscaldamento. Questa contabilizzazione serve per calcolare quanto sia il consumo effettivo per ogni appartamento. Nei condomini dove vi è un impianto centralizzato con la distribuzione orizzontale, viene utilizzata la contabilizzazione diretta, cioè l'energia termica prelevata. Negli edifici dove vi è una distribuzione verticale, la contabilizzazione è indiretta, cioè i consumi si ottengono tramite ripartitori, che sono programmati in base alle caratteristiche e alla potenza termica dei termosifoni su cui sono applicati.


Contabilizzazione calore: Prezzi per la contabilizzazione del calore

Applicazione del contabilizzatore del calore I prezzi per la contabilizzazione del calore sono molto vari, dipendono da molte variabili, tra cui la qualità e l'affidabilità. Vediamo degli esempi, per chiarire quali sono le spese da affrontare per installarli. Troviamo il contatore di calore compatto, 2,5 m3 / h, Q calore 5 QDS a 199, 50 euro. Il contabilizzatore di calore Zelius M- Bus, costa 222 euro. Il ripartitore di B Meters, a onde radio, doppio sensore, con sistema radio integrato, in conformità con lo standard EN 834, è in vendita a 46,91 euro. Il contabilizzatore di calore compatto, a getto singolo ECC15C2I, Fantini Cosmi, costa 286,22 euro. Il contabilizzatore di calore DN.20 -3/4 a ultrasuoni Nin-6 costa 145 euro. Come si vede i prezzi sono molto differenti, l'installazione di questi apparecchi è un'ulteriore spesa, che si aggiunge a quelle già esistenti, ma consente il controllo dei consumi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO