Come installare pannelli isolanti

Quali scegliere

Quando si parla di pannelli isolanti è facile pensare che qualunque tipo si scelga vada bene purchè vi sia un risparmio d'energia conveniente. Ma per operare una scelta davvero ecosostenibile per la propria abitazione è necessario fare attenzione anche ai materiali che costituiscono il pannello e quelli utilizzati successivamente per la loro installazione. E' bene dunque sapere che esistono pannelli di origine naturale ( a struttura fibrosa o cellulare) tra cui quelli in fibra/lana di legno, fibra di cellulosa, kenaf, canapa, sughero, lino, mais e cocco, quelli di origine animale che è la lana di pecora , quelli di origine minerale ( fibra di roccia, argilla e perlite espansa, etc) ed infine quelli di origine sintetica (poliuretano, polistilene polietilene). Tutti questi materiali sono adatti per l’isolamento fonoacustico e termico.
pannelli isolanti

Philips Hue Faretto GU10, 6.5W

Prezzo: in offerta su Amazon a: 59,99€


Proprietà dei pannelli. Le caratteristiche generali

pannelli isolanti1 I pannelli isolanti devono rispondere a determinate caratteristiche, prima fra tutti la salubrità, ovvero non nocività sulla salute dell'uomo. Poi c'è la coibenza (capacità di non disperdere il calore prodotto), l'accumulazione (capacità di mantenere il calore) e non ultima la igroscopicità (capacità di assorbire vapore acqueo e di ricederlo). Nel caso dei pannelli in lana di pecora che è rinnovabile e biodegradabile, questa risponde perfettamente alle esigenze dell'edilizia. Infatti possiede un alto grado di idroscopicità ( fino al 30%) e grazie alla sua particolare microstruttura non manifesta umidità e cede lentamente l' acqua assorbita, perciò è particolarmente indicato il suo impiego per le strutture di legno. Nella posa dei pannelli è importante considerare anche i collanti, tra cui la spuma, largamente diffusa, che potrebbe a lungo andare, e in un edificio non abbastanza ventilato, creare problemi di muffa.

  • lampadine Ci sono due motivi principali per cui si ricerca una lampadina a basso consumo, il primo è il risparmio in bolletta, il secondo è la sensibilità ambientale. Le lampadine a incandescenza infatti hanno ...
  • casa ecologica di grandi dimensioni Il primo passo da compiere quando si decide di costruire una casa sana e ecosostenibile è decidere il contesto dove realizzarla. La progettazione ha dei parametri ben precisi che danno le linee guida ...
  • Alcune note Saper scegliere i pannelli isolanti per tetti rappresenta una buona possibilità per risolvere alcune delle questioni di maggiore interesse all’interno delle nostre abitazioni. Perché, naturalmente, in...
  • Pannello in lana di roccia I pannelli isolanti termici sono costituiti con materiali in grado di migliorare la coibentazione di un edificio, limitando la quantità di calore che viene dispersa verso l'esterno. In questo modo si ...

Electraline 92219 6 Lampadine Mini Globo Basso, Consumo Risparmio Energetico 8W=40W, Attacco Piccolo E14, Luce Fredda 6400K

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,65€


I pannelli di canapa. Un esempio di materiale naturale altamente innovativo

canapaSecondo gli studi, i pannelli ottenuti dalla canapa sono, insieme a quelli di fibra di cellulosa, quelli con minore impatto ambientale sia a livello di produzione e di nocività nella messa in opera, che di smaltimento. Si tratta di pannelli in fibra vegetale compressa, detti CAF, che variano per densità e spessore e si ottengono dalla riduzione in trucioli dei fusti della pianta. Questi possono essere legati insieme da un collante derivato dal petrolio (poliestere) ma anche con amido di patate e colle naturali. Va detto che essendo un materiale poco diffuso spesso lo ritroviamo mescolato con altre fibre naturali quali kenaf, molto simile nelle caratteristiche organiche. Compattati ad alte temperature e sottoposti a forti pressioni, tra gli altri vantaggi è possibile installarli facilmente e con poche emissioni di polvere.


Come installare pannelli isolanti: Come installare un pannello isolante.

Dalla teoria alla pratica

Per cominciare bisogna verificare che il materiale su cui posare l'isolamento non sia ancora bagnato o intriso di umidità derivante dalle piogge. Eventualmente va prima trattato. I pannelli isolanti vanno applicati mediante collanti coordinati con il tipo di pannello. Le malte adesive minerali sono facili da lavorare, hanno resistenza allo strappo molto elevato e possono essere usate in spessori abbastanza grossi. I collanti organici in dispersione invece solo su spessori molto sottili (max 1 mm) per garantire una buona essiccatura. Con l'uso di macchine si pratica il metodo a strisce, o a punti o a strisce. Manualmente si stende con una spatola una striscia di collante alta 2 cm e larga 5 cm sul bordo del pannello e due o tre chiazza al centro. Nella parte della zoccolatura soggetta a schizzi d'acqua va allineato un profilo di chiusura. I pannelli vanno incollati dal basso verso l'alto ed in maniera sfasata. Importante è che non ci sia circolo d'aria tra il muro e il pannello. Per una maggiore resistenza i pannelli vanno inoltre fissati con dei tasselli dopo la posa e alla fine il pannello va rasato e immersa la rete in fibra di vetro tessile.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO