Come fare un ancoraggio

Come fare un ancoraggio: informazioni e sicurezza

Prima di procedere è bene capire come fare un ancoraggio in tutta sicurezza e scegliendo bene i metodi proposti. Per realizzare un ancoraggio si possono utilizzare innumerevoli sistemi: dal chiodo tradizionale ad applicazioni industriali e complessi sistemi di antenne. L’importanza di come fare un ancoraggio è riportata dietro alcune norme di legge che contengono le svariate situazioni che si possono verificare, più le certificazioni e caratteristiche che i prodotti impiegati devono possedere. È stata addirittura creata un’associazione con lo scopo di divulgare tutte quelle informazioni utili nel campo dell’ancoraggio, definendo calcoli e regole. In conclusione, l’ancoraggio può sembrare un’azione semplice, tuttavia, se non si è pratici è bene affidarsi ai rivenditori specializzati i quali, indirizzeranno sulla scelta migliore e dando le giuste indicazioni (come fissare, su quale supporto etc.). Nonostante ciò è bene prendere alcuni piccoli accorgimenti, fare molta attenzione ed essere cauti.
chiodo

Pecute Pet Tappetino Riscaldante con Regolatore di Temperatura Lettino per Rettili Reptile Anfibi Piccoli (51*28cm 28W)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€
(Risparmi 5€)


Chimici o meccanici

Prima di procedere con la pratica, occorre capire come fare un ancoraggio e quale tecnica utilizzare. È bene iniziare con lo scegliere tra un ancoraggio chimico o meccanico. L’ancoraggio meccano è quello più utilizzato, soprattutto negli ambienti domestici. A questa categoria appartengono il tassello di plastica e quello in acciaio, essi presentano le medesime prestazioni e sono utilizzate negli stessi ambiti. Non sono consigliati se s’intende caricare le mensole con pesi elevati. Quando la condizione di supporto è critica, avvengono casi di ancoraggi dinamici o si protraggono nel tempo è conveniente applicare un ancoraggio chimico. A questo punto è conveniente capire come fare un ancoraggio di questo genere. In pratica, l’ancoraggio chimico è incollato al supporto, creando una sorta di fusione; ideale per ancorare oggetti come il condizionatore e quindi soggetti a vibrazioni. Nonostante sia una pratica indicata per un uso professionale, è stata adattata anche per essere praticata da non professionisti.

  • Alcune note Ogni qual volta parliamo in prima persona o sentiamo parlare, semmai ad onor del vero non propria da persone appartenenti al più o meno ristretto cerchio degli addetti ai lavori dei differenti tipi di...
  • Soppalco con struttura autoportante La costruzione di un soppalco sottostà a precise regole, prima di cominciare, bisogna verificare la normativa presso il comune. In linea di massima per un soppalco per uso abitativo l'altezza sopra e ...
  • Tassello Fischer Questi tipi di tasselli Fischer denominati leggeri sono i più comuni venduti in commercio e sono tasselli in nylon corredati da vite in acciaio e disponibili in diverse lunghezze e diametro: SX: si t...
  • taglio La talea è un taglio, un frammento che può appartenere a diverse appendici di una pianta, il quale immesso in un apposito substrato di terra o acqua, si rigenera nelle sue parti mancanti, originando u...

VICTORIA M - Veneziane in alluminio VARIO, Klemmfix (senza fori), 55 x 130cm, argento

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,99€
(Risparmi 7€)


Ecologia

chiodo1 Dopo aver capito come fare un ancoraggio è bene ricordare che, se si utilizza quello chimico, non significa che si sta utilizzando un metodo inquinante e non naturale. Grazie all’uso della tecnologia, gli ancoraggi chimici sono privi di stirene e quindi si tratti di metodi che rispettano l’ambiente e sicuri dal punto di vista ecologico. Oltre a queste caratteristiche, questi fissaggi sono atossici, inodori e se rimangono dei residui di resina, essi possono essere utilizzati in latri modi e riciclati. L’unico accorgimento da prendere è quello di smaltire le cartucce non consumate tutte, secondo metodi giusti. Dopo aver capito come fare un ancoraggio, come smaltire le cartucce, quali caratteristiche e vantaggi presentano, è bene capire nel dettaglio quali sono i metodi più sicuri e utilizzati per svolgere questa pratica. Un altro vantaggio dell’ancoraggio chimico rispetto al meccanico, perché può avere un uso sia temporaneo e sia permanente; in altre parole si adatta a innumerevoli situazioni e ambiti di applicazione.


Metodi

I metodi come fare un ancoraggio, hanno come obiettivo quello di realizzare una foratura pulita, priva di residui, in modo tale da evitare che la polvere o i residui si sovrappongano tra il muro e il tassello, non conferendo un’ottima tenuta di tutta la struttura. Ogni sistema ha una modalità di realizzazione ben precisa. Per capire come fare un ancoraggio perfetto, è bene tracciare delle linee guida, chiudere il tassello nel giusto modo (né troppo né poco) evitando l’aumento della pressione sul supporto e quindi, rischiando di compromettere l’operazione e danneggiare lo stesso supporto. Oltre la tecnica da utilizzare è fondamentale scegliere la giusta profondità e lo spessore dell’ancoraggio.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO