Mobili in legno fai da te

Mobili in legno fai da te: gli attrezzi

La parte più difficile per quanto concerne la costruzione di mobili in legno fai da te, è sicuramente la necessità di utilizzare attrezzi abbastanza costosi e pericolosi. E' importare sviluppare una certa dimestichezza con questi oggetti per poterne usufruire in sicurezza. Per lavorare il legno nel modo migliore non possiamo accontentarci e dobbiamo avere a nostra disposizione: una levigatrice, delle raspe, un trapano avvitatore, delle lime e una segna circolare. Per poter usare questi attrezzi in sicurezza è davvero importante indossare sempre tutte le protezioni richieste, impegnare sempre l'attrezzo nel modo giusto e non usarlo mai per svolgere operazioni diverse da quelle per le quali è preposto l'oggetto. Leggere le istruzioni è un buon modo per partire con il piede giusto.
Lavorazione del legno

Wolfcraft Supporto per Foratura Mobile

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Mobili in legno fai da te: la scelta della materia prima

Tipologie diverse di legno Per la costruzione di mobili in legno fai da te, fondamentale è la scelta della materia prima più adatta. Alcuni esempi sono: l'Abete che è un tipo di legno molto elastico ed è adatto per costruire mobili rustici. Il Faggio è un legno rossastro e resistente che si presta benissimo per la realizzazione di pavimenti o rivestimenti di altro genere. Il Castagno per la sua leggerezza è molto facile da lavorare però, essendo molto sensibile agli sbalzi di temperatura, si usura con facilità. Il Mogano è un legno molto pregiato con riflessi bellissimi è inattaccabile dai tarli e si lavora con molta facilità, di uguale pregio è il Larice che essendo più resistente può essere usato anche per realizzare mobilio da esterno. Il Noce ha un colore bruno, è resistente e molto elastico.

  • Restaurare L'arte, che ha lo scopo di portare alla luce lo splendore antico di un oggetto, al quale si lega un ricordo, una funzionalità, un’espressione artistica prende il nome di restauro. Restaurare un oggett...
  • Mobili cucina Arredare lo spazio cucina è sinonimo di scelta di mobilio di buona qualità e miglior prezzo; uno tra i più importanti ambienti vivibili di una casa, lo spazio cucina deve presentare delle caratteristi...
  • Asta immobiliare Il peso delle morosità bancarie in Italia resta un fenomeno allarmante. E con esso, cresce il numero di esecuzioni immobiliari generate dal mancato saldo delle rate dei finanziamenti. Ma se da un lato...
  • Tipo di colla Tutte le volte che in un lavoro bisogna far aderire, in modo efficace e stabile, una superficie ad un'altra è fondamentale scegliere il giusto tipo di colla. Esistono molti tipi di colle ed ognuna ha ...

Generic 4pz Gambi Divani Mobili Forma Di Cono In Legno Eucalipto Massiccio Fai Da Te - Nero, 4.5x6.5x20cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,99€


Mobili in legno fai da te: tagliare

Tagliare il legno con una sega circolare Scelto il legno più adatto al nostro scopo e procurata l'attrezzatura giusta, bisognerà procedere nelle nostre operazioni e tagliare il legno per ricavarne dei pannelli su misura. Per poter eseguire questa operazione con precisione e sicurezza, è consigliabile poggiare il pannello su due cavalletti, così da tenerlo sia dritto che stabile. Una volta posizionato è bene, prima di procedere con il taglio, disegnare su della carta una bozza di tutti gli elementi necessari alla costruzione del mobile, annotando misure e proporzioni così da poter procedere nel miglior modo possibile. Ciò fatto si comincerà a ritagliare le parti di materia prima utili alla realizzazione del nostro lavoro usando una sega circolare. Dopodiché non ci resta che limare gli spigoli e, quindi, assemblare tutte le parti tra loro.


Mobili in legno fai da te: assemblare

Assemblaggio del legno con viti Ciò che occorre per l'assemblaggio del mobilio è un trapano o un avvitatore e un martello e si può scegliere di utilizzare delle viti o delle spine. Se si opta per la prima tecnica consigliamo l'utilizzo delle viti autofilettanti con la testa svasata a crociera. Una volta fatto un foro di invito con il diametro di poco inferiore rispetto a quello della vite, sarebbe bene creare dello spazio per l'alloggio della testa della nostra vite aiutandoci con l'utilizzo di una punta da svaso. Nel caso in cui si volessero ridurre al minimo tutte le parti metalliche del mobile sarebbe meglio usare, le spine del legno. Se questo è il nostro caso dovremo forare entrambe le parti da unire creando dei fori che abbiano lo stesso diametro della spina che vi sarà inserita solo dopo averli riempiti con del vinavil.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO