Costruzione muro fai da te

Quando si ricorre alla costruzione di un muro fai da te?

Per stabilire se sia il caso di procedere con la costruzione di un muro fai da te, bisogna preliminarmente valutare la funzione che il muro deve svolgere, l'ubicazione, la base d'appoggio, il materiale con cui costruirlo.Se il muro da realizzare è un muro maestro (denominato anche portante), vuol dire che su di esso graveranno i carichi indotti dal solaio sovrastante; in tal caso è opportuno che sia realizzato da personale specializzato sulla scorta del progetto redatto da un tecnico abilitato. Anche nel caso di un muro che deve sostenere la spinta di un terrapieno è necessario far approntare un progetto strutturale ed incaricare per la costruzione una impresa edile.Solo se il muro svolge la funzione di divisorio (tramezzo) o di manufatto per recinzione si potranno iniziare i lavori senza l'intervento di estranei.
Muro divisorio in mattoni

2 BORSE DI ACQUA CALDA TERMICHE CON TASCA PER MANI E PIEDI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,15€


La scelta dei materiali nella costruzione di un muro fai da te

Esempio di muro a secco Prima di iniziare la costruzione di un muro fai da te è opportuno ponderare la scelta dei materiali; essa, infatti, influenzerà sia i costi di costruzione, sia l'estetica del muro sia, infine, la stessa tecnica di esecuzione.Ad esempio, un semplice muro divisorio degli ambienti della nostra abitazione sarà realizzato in blocchi di laterizio o di tufo da intonacare e pitturare dopo la posa in opera. Invece, un muro posto lungo il perimetro del nostro giardino dovrà esaltare, se a faccia vista, l'aspetto architettonico e, quindi, sarà realizzato in conci squadrati di pietra o in mattoni ad incastro o in blocchetti prefabbricati in granito o marmo.Nella scelta dei materiali un posto di rilievo è riservato al calcestruzzo di cemento qualora ci si renda conto che, come nel caso di un muro di recinzione, sia necessaria l'esecuzione di una fondazione.

  • trapano Se anticamente il trapano era uno strumento utilizzato solo nell'edilizia, oggi è presente in tutte le case ed è utilizzabile da tutti, questo grazie alla tecnologia che lo ha reso sempre più piccolo,...
  • mattoni I muri tradizionali sono costruiti con mattoni, malta di allettamento, intonaco di finitura. Ognuno di questi oggetti può essere scelto tra diverse tipologie. I mattoni sono generalmente in laterizio ...
  • Alcune note Ogni qual volta parliamo in prima persona o sentiamo parlare, semmai ad onor del vero non propria da persone appartenenti al più o meno ristretto cerchio degli addetti ai lavori dei differenti tipi di...
  • portefinestre scorrevoli Negli ultimi anni, gli infissi scorrevoli, porte, finestre e porte-finestre, hanno avuto un grande e crescente successo. Sono apprezzati principalmente per la loro praticità e funzionalità e perché oc...

ARGO-WALLY Termoventilatore ceramico da parete 191070148

Prezzo: in offerta su Amazon a: 61,99€
(Risparmi 27,91€)


L'attrezzatura per la costruzione di un muro fai da te

Utilizzo del filo a piomboDopo aver scelto il materiale con il quale costruire il muro, ci si approvvigiona sia della quantità di cemento necessaria per confezionare la malta con la quale fissare tra loro i singoli elementi sia di alcune semplici attrezzature, facilmente reperibili nei negozi specializzati. Un doppio metro pieghevole di legno o, ancora meglio, un nastro metallico lungo almeno cinque metri, unitamente ad una corda (nel gergo dei muratori è denominata lenza) sono i primi due strumenti necessari per misurare e per eseguire gli allineamenti del muro. Il classico filo a piombo ed una livella a bollaci sono utili per verificare la verticalità e la planarità del muro. Un martello con la testa di legno (mazzuola) ci consente di imprimere piccoli assestamenti ai blocchi; infine, scalpello e cazzuola completano la lista delle attrezzature.


Costruzione muro fai da te: Posa in opera di un muro fai da te

Muro con malta cementizia Ipotizzando di costruire un muro divisorio su una pavimentazione esistente, si tende la corda di guida tra due listelli per creare un allineamento rettilineo. Bagnata con una spugna la base del pavimento dove sarà innalzato il muro, si stende con la cazzuola uno strato di malta spesso circa 2-3 cm e largo poco meno dello spessore del muro. Si posiziona sulla malta il primo mattone, regolandolo con leggeri colpi della mazzuola, e poi il successivo, con l'accortezza che nella loro zona di contatto sia interposto uno strato verticale di malta. Completato il primo filare di mattoni si passa alla posa (a giunti sfalsati) dei successivi fino a raggiungere l'altezza totale del muro.Per evitare una rapida essicazione della malta, è importante che i mattoni siano bagnati prima di porli in opera.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO