Caratteristiche del parquet teak

Origini e qualità del legno di teak

Il teak è un pregiato legno tropicale che comprende varie specie. Il più apprezzato è quello asiatico mentre il teak africano, indonesiano e sudamericano sono di qualità inferiore. Questo legno si ottiene dal tronco dell'albero Tectona grandis, originario dell'India, della Birmania, della Tailandia, della Malesia e dell'Indonesia. Nell'ultimo secolo si è diffuso anche in vari Paesi dell'Africa e dell'America Latina, come il Costa Rica. Le varietà migliori sono il teak burma, il teak siam e teak indiano. Le venature del legno variano in base alla provenienza e vanno dal giallo brillante al rosso e al marrone. Il teak ha una buona durezza ed è resistente all'abrasione ed agli urti, è durevole, impermeabile all'umidità ed all'acqua, inattaccabile da funghi ed insetti. Per queste qualità, il parquet teak è utilizzato non solo per interni ma anche nei pressi delle piscine e delle saune.
Parquet in legno di teak chiaro

Parquet in legno massello Rovere rustico, listoncino tradizionale M+F 490x70x...

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,9€


Caratteristiche del parquet teak

Listelli per parquet di legno di teak Il parquet teak può essere composto da listelli di legno massello oppure impiallacciati, disponibili in diverse misure. Nel primo caso i listelli sono interamente formati da legno nobile, fino ad uno spessore di 2,2 cm. I listelli impiallacciati, invece, sono prodotti a partire da una lamina di base di betulla, o altro legno di basso valore, a cui è sovrapposta ed incollata una lamina di teak, con uno spessore minimo di 2,5 mm. Vediamo le caratteristiche del parquet teak. Ha una fine tessitura del legno e la fibratura è diritta. Il colore è generalmente bruno dorato con delle venature variabili tra verde e giallognolo. Le resine oleose in esso contenute gli conferiscono un odore di cuoio stagionato. La durezza alla penetrazione è media e la sua stabilità dimensionale è medio-alta. Il livello di ritiro, cioè il cambiamento di dimensioni con la perdita di umidità, è medio.

  • parquet La scelta del parquet è un elemento a volte trascurato a causa della sua apparente semplicità. Quando ci si ritrova a dover decidere il colore, il materiale e la tipologia di pavimento da posare, ci s...
  • Un grande albero di teak Il teak è un legno pregiato ottenuto da alberi tropicali del genere botanico Tectona. È assai apprezzato soprattutto nell'arredamento moderno, oltre che in edilizia e nelle costruzioni navali. Apparti...
  • Parquet doussié chiaro Il legno doussié è una delle essenze più resistenti, utilizzata per realizzare parquet sia per ambienti interni, soprattutto quelli soggetti ad umidità, come bagno e cucina, che per ambienti esterni. ...
  • Realizzazione pavimentazione esterna in pietra Bargiolina La pietra naturale è tornata di gran moda, è un prodotto resistente nel tempo, ecologico. Si parla di pietra naturale per distinguerla dalla pietra ricostruita o da materiali simili alla pietra nell'a...

Rivestimento da pavimento flessibile, parquet - 2,42 m2 - Confezione di 11 panelli - dimensioni del panello: 122x18cm - PVC - posa a incastro - effetto legno - Castagna

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,9€
(Risparmi 10€)


Vantaggi e svantaggi del parquet teak

Parquet in teak a bordo piscinaLa durata nel tempo del parquet teak è elevata poiché, oltre ad essere inattaccabile da parassiti, insetti e funghi, non è soggetto a scheggiature, graffi e resiste al calpestio. La sua ricchezza di oli naturali permette, a chi apprezza l'aspetto del legno vissuto, di non verniciarlo perché la finitura a cera o a olio gli conferisce di restare brillante negli anni. L'alta resistenza all'acqua rende possibile la sua installazione in luoghi molto umidi e bagnati, dove altri parquet si rovinerebbero rapidamente. Si può comporre con disegni geometrici che non subiscono variazioni di dimensioni. Lo svantaggio principale del teak è il prezzo molto elevato perché l'albero rischia l'estinzione e l'abbattimento segue rigide limitazioni legali. Un altro difetto è che richiede una costante manutenzione, in quanto il tempo riduce i suoi oli naturali ed ogni 2 o 3 anni deve essere olearlo oppure occorre verniciarlo.


La posa in opera flottante del parquet teak

Parquet in legno di teak scuro Dopo aver descritto le caratteristiche del parquet teak, parliamo della sua posa in opera. Il parquet prefinito si applica con facilità, in particolare se si sceglie la posa in opera flottante, cioè non fissata sul pavimento. Questa tipologia di installazione richiede che il pavimento sia dotato di un massetto di cemento perfettamente livellato oppure di una precedente pavimentazione che si desidera ricoprire. In questo modo l'operazione sarà, oltre che semplice, anche economica e rapida. prima di tutto il pavimento deve essere ricoperto da uno specifico telo di plastica, che impedirà all'umidità di risalire. Poi si applica un materassino di poliuretano espanso, che grazie alle sue qualità fonoassorbenti, ridurrà il rumore da calpestio. Infine sul materassino si posano i listelli del parquet e si incastrano con gli agganci maschio e femmina predisposti.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO