Stufe a infrarossi

Principali caratteristiche delle stufe a infrarossi

Le stufe ad infrarossi diffondono il calore per irraggiamento, come fanno i raggi solari, direttamente sulle superfici, sugli oggetti e sulle persone. Non riscaldano per convezione l'aria, che non è un buon conduttore di calore, come fanno altri sistemi di riscaldamento, tipo i termosifoni. Queste stufe possono avere alimentazione elettrica o a gas (GPL). In alcune i raggi infrarossi sono prodotti da lampade al quarzo. Offrono dei vantaggi per la salute, come una migliorata circolazione del sangue, non seccano l'aria, non formano condensa e non sollevano la polvere. Riscaldano immediatamente l'ambiente senza sprechi per dispersione di calore nell'aria. Questo sistema è adatto comunque per ambienti piccoli o per un utilizzo non troppo frequente. Poiché scaldano direttamente il corpo, nel momento in cui la stufa viene spenta si avverte istantaneamente un abbassamento di temperatura.
Stufa elettrica ad infrarossi

Plein Air R-1200 Stufa Infrarossi al Quarzo, IP21, 1.2 KW

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,92€
(Risparmi 8,54€)


Stufe ad infrarossi elettriche

Una stufa elettrica ad infrarossi Una stufa elettrica ad infrarossi assicura un basso consumo energetico per il riscaldamento mediante irraggiamento delle pareti della stanza in cui è inserita. Dalle pareti poi, per convezione, il calore si trasferisce anche nell'aria. Questo sistema di impianto presenta un pannello radiante, molto utile anche per riscaldare la sala da bagno. Poiché l'effetto è immediato, c'è l'ulteriore vantaggio di diminuire le spese necessarie per il preriscaldamento dell'ambiente. Queste stufe elettriche sono prodotte anche nel modello oscillante, che permette di cambiare la direzione delle onde radianti, evitando sprechi di energia e riscaldando soltanto dove si desidera, solo le persone o l'intero locale. Essendo di dimensioni abbastanza ridotte e leggere si possono facilmente spostare di stanza in stanza.

  • Stufa elettrica alogena Le stufe elettriche sono una delle poche soluzioni che si adattano a qualsiasi problematica di riscaldamento. Facili da spostare e da installare, non richiedono cappa fumaria ma soltanto una presa eff...
  • Stufa elettrica a infrarossi a basso consumo Risparmiare con l'energia elettrica è possibile? A quanto pare sì, merito delle stufe elettriche a basso consumo, una soluzione alternativa che assicura massimo rendimento termico e spese ridotte. S...

EWT, 077523, Lampada riscaldante a infrarossi Strato 218 S

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,99€


Stufe ad infrarossi con bombola per interni ed esterni

Stufa radiante a fungo Tra le caratteristiche delle stufe a infrarossi a gas abbiamo la possibilità di utilizzo sia in ambienti interni, ben aerati, che esterni. Hanno una resa calorica di 4.000 watt e sono adatte a locali di 35-40 mq. La loro potenza è solitamente regolabile su tre livelli (minimo, medio e massimo) con rispettivi consumi orari di circa 100, 200 e 300 grammi. Un utilizzo della stufa per 4 ore al giorno, a media potenza, porterà ad una durata di circa tre settimane una bombola da 15 kg. La loro manutenzione si limita alla pulizia del vetro o della parabola riflettente, in base al modello. La stufa radiante a fungo è adatta agli esterni, come giardini, porticati, terrazzi e locali pubblici, come ristoranti e bar. Offre il vantaggio di poter stare all'aperto anche con basse temperature ed è inoltre un complemento d'arredo esteticamente apprezzato.


Stufe a infrarossi: Sistemi automatici di sicurezza delle stufe a gas

Stufe a gas ad infrarossi Le stufe ad infrarossi con bombola di GPL sono dotate di dispositivi di sicurezza che le rendono assai affidabili. La valvola di sicurezza gas è costituita da una piccola asta inserita in corrispondenza del tubicino di uscita del gas. Finché c'è presenza di fiamma, l'asticella resta calda e continua a far affluire il gas per la combustione. Se per un qualunque motivo (di solito a causa del vento) la fiamma si spegne, in alcuni secondi si raffredda e blocca subito il flusso di gas, evitando che si diffonda nell'aria. L'analizzatore ambiente è un dispositivo che controlla la percentuale di anidride carbonica nell'aria. Nel momento in cui questa diventa maggiore dell'1,5% il sistema spegne automaticamente la stufa. Questa situazione, generalmente, si verifica se nell'ambiente non c'è una sufficiente aerazione. Il dispositivo permette la riaccensione solo dopo un determinato tempo, per premettere un adeguato ricambio dell'aria.



COMMENTI SULL' ARTICOLO