L'illuminazione stradale a led

Cos'è il LED e come funziona

Il primo dispositivo LED fu ideato e sviluppato nel 1962 da Nick Holonyak. Le ricerche portate avanti su questa nuova tecnologia hanno premiato, con il Nobel per la fisica 2014, Isamu Akasaki e Hiroshi Amano della Nagoya University. Il LED è sostanzialmente un diodo che emette radiazione luminosa spontaneamente sotto forma di fotoni (particelle della luce cariche di energia), sfruttando le proprietà ottiche di alcuni materiali semiconduttori. Questo effetto è chiamato "elettroluminescenza". Questi dispositivi sono molto sensibili alle variazioni e ai picchi di potenza: hanno necessariamente bisogno di un driver, un dispositivo in grado di trasformare la corrente elettrica alternata della rete domestica in corrente continua, riducendone la tensione, in modo da poter fornire al LED un flusso di energia costante nel tempo. Il driver influenza consistentemente il rendimento e la durata delle lampadine.
Esempio di lampadine a LED.

Tomons Lampada da Scrivania Comodino con braccio girevole design retro, lampada design per ufficio, laboratorio, camera da letto, soggiorno, incl. Lampadina LED

Prezzo: in offerta su Amazon a: 37,99€
(Risparmi 42€)


L'efficienza e il consumo dei LED

Variazione temporale dell'efficienza dei LED. I dispositivi LED hanno una grande potenzialità: la possibilità di fornire gran quantità di luce (quadruplo rispetto a lampadine a filamento di tungsteno) con un consumo molto ridotto e con una durata molto superiore a quella delle classiche lampadine (hanno una garanzia di vita di circa 30.000 ore). Il vantaggio dei LED è quello di produrre luce fredda: in questo modo non si hanno dispersioni di calore e, di conseguenza, dispersioni di energia. Ciò permette di avere un rendimento prossimo al 100%. Essi inoltre non richiedono circuiti di alimentazione complessi, possiedono alta velocità di commutazione e la loro tecnologia di costruzione è compatibile con quella dei circuiti integrati al silicio. I primi LED ad alta efficienza sono stati progettati da Alberto Barbieri presso i laboratori di ricerca dell'Università di Cardiff nel 1995. Grazie a ciò si è aperta la frontiera dell'illuminazione stradale a LED.

  • Lampadine La tecnologia ad uso domestico più sviluppata oggi è quella a "led", cioè lampade che utilizzano diodi in grado di emettere luce attraverso l'energia elettrica. Nonostante siano abbastanza lente a rag...
  • Lampada bianca e nera Per scegliere tra i modelli di lampadine, vanno considerati alcuni fattori: il consumo, l'efficienza luminosa, la tonalità, il tipo di attacco e la durata. Il consumo energetico di una lampadina, misu...
  • lampade a led Molte le alternative oggi per chi vuole illuminare efficientemente i propri spazi domestici.Ed innumerevoli sono le soluzioni che offrono una buona resa energetica, senza pregiudicare le esigenze di...
  • lampadina A partire dal primo settembre 2014, a seguito della decisione dell'Unione Europea, non potranno più essere prodotte le vecchie lampadine elettriche a incandescenza. Entro il 2016 anche quelle alogene ...

MEIKEE Faretto a LED da 10W con sensore di movimento Proiettore LED a basso consumo energetico con colorazione bianco freddo 6500K, grado di impermeabilità IP65 quindi adatto anche all'uso esterno

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€
(Risparmi 43€)


L'illuminazione stradale a LED può essere vantaggiosa

Esempio di illuminazione a LED. Nell'ambito della "spending review", si sostiene che l’illuminazione stradale a LED può comportare, un risparmio compreso fra il 50% ed il 70%. Questo risulta corretto solo in determinate condizioni. Innanzitutto si rischia di risparmiare sui consumi, a scapito di una buona illuminazione. Questo tipo di illuminazione diventa una fonte di risparmio nel momento in cui si progetta una nuova linea elettrica: i lampioni già esistenti sono stati progettati in base alle lampadine precedenti ai LED e la loro posizione è stata valutata in base al flusso luminoso generato da quelle stesse lampadine. L'applicazione dei LED ad impianti già esistenti perciò può comportare anche malfunzionamenti nella linea elettrica e ciò di conseguenza porterebbe a strade male illuminate o alla presenza di una quantità di luce addirittura eccessiva e abbagliante. In conclusione l'illuminazione stradale a LED funziona correttamente, e quindi genera risparmi reali, se la linea elettrica viene progettata nuovamente, tenendo di conto di tutti i fabbisogni.


L'illuminazione stradale a led: Il futuro dei LED

Molecole di nanotubi. Le previsioni per il futuro dell'illuminazione a LED lasciano ben sperare. Sostituendo il silicio con il nitruro di gallio, alcuni ricercatori tedeschi hanno progettato lampadine a LED ancora più efficienti e quindi luminose. È stata così messa a punto la prima lampadina a LED con un'efficienza pari 200 lm/W (il doppio di quelle precedentemente esistenti), lanciata sul mercato nel novembre del 2014. Un'altra ricerca molto importante è quella condotta sui nanotubi: questi dispositivi consistono in minuscoli cilindri di carbonio che potrebbero produrre energia luminosa con un consumo di 0,1 Wh (cento volte inferiore a quello dei LED). Nuovi passi avanti mostrano che una nuove generazione di sorgenti luminose potrebbe nascere proprio da questi nanotubi, a bassissimo consumo e basso costo, che potrebbero addirittura ottenere il predominio del mercato, a discapito dei LED "tradizionali".



COMMENTI SULL' ARTICOLO