Caratteristiche della lampada a led

Vantaggi delle lampade a LED

Questa tipo di lampadine è già sul mercato da un po' di tempo ma è ancora poco diffuso nelle abitazioni, probabilmente perché l'utente è un po' scoraggiato dal prezzo più elevato della media delle lampade e perché non conosce le caratteristiche delle lampade a LED. I pregi comprendono una meno costosa produzione a causa di un ridotto quantitativo di materiali e consumo di energia. Inoltre hanno un peso minore ed occupano meno spazio negli imballaggi, cosa che ne facilità il trasporto e la distribuzione. Il LED può essere predisposto ad emettere una luce di lunghezza d'onda specifica, senza ultravioletto ed infrarosso, vale a dire solo luce visibile. Le comuni lampade, più diffuse, contengono metalli dannosi alla salute quali piombo, cadmio e mercurio, al contrario di quelle a LED. Forniscono una alta efficienza luminosa con luce fredda in quanto non perdono molto calore. Consumano pochissimo (meno del 10% delle altre) e durano 50.000 ore, fino a 5 volte di più delle migliori lampadine tradizionali e fino a 50 volte più delle lampade ad incandescenza.
illuminazione a led

Lampada LED per lettura notturna - Lampada clip libro - orientabile VARTA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€
(Risparmi 0,09€)


Caratteristiche delle lampade a LED

lampada a led LED significa Light Emitting Diode, cioè diodo ad emissione luminosa. Il diodo è un dispositivo utilizzato anche nei transistor e nelle celle fotovoltaiche. Esso è un tassello semiconduttore diviso in due parti, una carica di elettroni, quindi negativa, e l'altra ricca di lacune, perciò positiva. Quando una tensione di alcuni volt passa nel diodo si ha un flusso elettronico che, finendo nelle lacune, rilasciano energia sotto forma di luce, secondo il fenomeno dell'elettroluminescenza. Tra le caratteristiche delle lampade a LED abbiamo il colore della luce il quale è in funzione del tipo di materiali utilizzati per produrre il diodo stesso. Di solito questa luce è di un'unica lunghezza d'onda, quindi di un unico colore. Per avere luce bianca come le lampade tradizionali si usano due sistemi. Il primo prevede di usare un LED blu con chip ricoperto di fosfori che danno luce bianca, a varie lunghezze d'onda. Il secondo consiste nel combinare diversi LED (multichip), ad esempio rosso, verde e blu.

    LAMPADA UV LED SENSORE FORNETTO RICOSTRUZIONE UNGHIE NAIL ART TIMER 36W DIAMANTE - Colore Casuale

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,4€


    Caratteristiche della lampada a led: Tipologie di LED

    illuminazione led Oltre al diodo, queste lampade sono formate anche da altre parti, vale a dire: un circuito stampato con le funzioni di supporto, distribuzione della corrente ed iniziale dissipazione termica; un alimentatore (o più) per fornire energia elettrica ad un determinato voltaggio; uno o più dissipatori di calore; ottiche per formare il solido fotometrico (distribuzione delle intensità luminose). Un singolo diodo consuma un numero di watt molto basso ma emette anche poca luce. Per questo motivo è necessario riunire molti LED formando un modulo che dia molta luce, senza mai stancare gli occhi. I vari tipi comprendono: THT (Through Hole Technology), gli originali degli anni '60, a capsula emisferica ed elettrodi a filo per essere inseriti su circuito stampato. Sono utilizzati poco per l'illuminazione; SMT (Surface Mounted Technology), di forma piatta con elettrodi laterali, trovano impiego nelle lampade, moduli lineari e strisce luminose; Array, i più moderni formati da più chip che costituiscono un grande unico chip. La maggior parte di queste lampadine funzionano a bassa tensione continua e richiedono quindi un dispositivo di conversione della normale rete domestica. Altre invece hanno componenti di conversione incorporati.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO