Modelli di lampadine

Caratteristiche comuni ai diversi modelli di lampadine

Per scegliere tra i modelli di lampadine, vanno considerati alcuni fattori: il consumo, l'efficienza luminosa, la tonalità, il tipo di attacco e la durata. Il consumo energetico di una lampadina, misurato in watt, indica la quantità di energia necessaria al suo funzionamento. L'efficienza luminosa, misurata in lumen per watt, si riferisce alla quantità di energia consumata trasformata in luce. Per quanto riguarda la tonalità, si distinguono lampadine a tonalità calda, a tonalità bianca e a tonalità fredda, che consentono di avere un'illuminazione di colore più giallo o più bianco. Il tipo di attacco si riferisce alla connessione con cui la lampadina si aggancia al portalampada. I più comuni sono gli attacchi E27 ed E14, tipici delle lampadine tradizionali. La durata di una lampadina, espressa in ore di funzionamento, è molto variabile (da 500-1.000 ore a 100.000).

Sul mercato sono presenti diversi modelli di lampadine, ciascuno con pregi e difetti.

Lampada bianca e nera

Lampadina OmniaLaser UV Ultra Violetta a vapore di mercurio Wood E27 200 Watt (Questo modello di lampadina è collegabile direttamente ad un normale portalampada)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26€
(Risparmi 19€)


Lampadine a incandescenza

Le lampadine a incandescenza sono quelle nella classica forma a goccia. Queste lampadine, che stanno andando in pensione a favore di quelle a risparmio energetico, hanno un costo bassissimo, sono compatibili con moltissimi portalampada, hanno una buona resa cromatica e sono adatte a molti usi, perché proposte in diverse potenze, da 25 a 250 watt. Hanno, però, durata limitata, sono fragili agli urti e hanno bassa efficienza energetica, perché riescono a trasformare in fonte luminosa solo il 5% dell'energia. Questi modelli di lampadine sono utili per illuminare ambienti di passaggio come i corridoi, i bagni e le scale, perché non risentono di continui accensioni e spegnimenti.

    Osram, lampadina rotonda con bulbo trasparente, modello classico, 4W, SES E14, con vite piccola, regolabile, incandescente, 660 lm, 240 V, 4 pezzi

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,66€


    Lampade a fluorescenza

    Lampada a fluorescenza Le lampade a fluorescenza sono i classici tubi al neon. Queste lampade hanno una lunga durata, circa 20.000 ore, hanno una resa luminosa elevata, scaldano meno delle lampade a incandescenza e sono più efficienti, perché trasformano in luce il 25% dell'energia consumata. Hanno bisogno di appositi portalampada, sono più costose ed emettono una luce fredda che rende meno accoglienti gli ambienti. Sono adatte ai locali illuminati per molte ore al giorno, come negozi, uffici, palestre.


    Lampadine fluorescenti compatte

    Le lampadine fluorescenti compatte possono essere utilizzate con portalampade con attacchi E27 ed E14, per cui stanno sostituendo nelle nostre abitazioni le vecchie lampadine, perché consentono un maggiore risparmio energetico. Rispetto ai tubi al neon, si accendono più velocemente e sono adatte alla cucina o alla sala da pranzo, dove serve illuminare per molte ore al giorno. Hanno un'ottima efficienza luminosa, una buona durata, circa 10.000 ore, ma hanno un costo elevato e si deteriorano se vengono accese e spente di continuo.


    Lampade alogene

    Lampadina alogenaLe lampade alogene, impiegate nei faretti, permettono di avere una luce più bianca e più calda dei tubi al neon, un'efficienza luminosa maggiore rispetto alle lampadine tradizionali (40-80% in più) e una lunga durata (da 3.000 a 6.000 ore). Nonostante questi pregi, le lampade alogene emanano molto calore, soprattutto quelle potenti; hanno bisogno di portalampade appositi; spesso hanno bisogno di un trasformatore,se sono alimentate a 12v; emettono radiazioni ultraviolette dannose per gli occhi. Inoltre, non vanno toccate con le mani perché il grasso della pelle le danneggia.


    Modelli di lampadine: Lampadine a led

    Le lampade a led rappresentano il sistema più innovativo di illuminazione presente sul mercato. Utilizzano un particolare semiconduttore che emette luce al passaggio dell'elettricità. Sono formate da diverse file di led, che emettono una forte luminosità a basso consumo, e hanno un'incredibile durata, circa 100.000 ore. I led più utilizzati sono quelli bianchi o bianco-blu, ma ce ne sono di tutti i colori. Il cono di luce che creano è piuttosto stretto e non sono adatti a illuminare grandi spazi. Tranne che per particolari impieghi, non emettono infrarossi e ultravioletti. Sono molto resistenti agli urti e alle basse temperature, ma hanno un costo elevato. Una lampadina per uso domestico, composta da una fila di 12 led, ha un costo di 20-25 euro ed è spesso provvista di trasformatore, perché ha lo stesso attacco delle lampade alogene.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO