Nasturzio rampicante

Nasturzio coltivazione

Il nasturzio, è una pianta ornamentale perenne, dall’abbondante fioritura profumata e corposa. E’ una rampicante che si diffonde in giardini e parchi, che impreziosisce per la sua vistosità e la sua bellezza. E’ una pianta di facile coltivazione, interamente commestibile, dalle foglie ai fiori, produttori e attivatori di vitamina C. Il nasturzio, non è da considerarsi come una rampicante a tutti gli effetti: non possiede infatti la capacità di aggrapparsi a tralicci e mura, mancando di radici aeree che le garantirebbero l’autonomia sufficiente per crescere e svilupparsi in altezza. La pianta ha la tendenza ad aggrapparsi e ad allungarsi verso l’alto, ma necessita di sostegni naturali o artificiali. Assume un atteggiamento inizialmente eretto, che tende poi ad ammorbidirsi, fino a diventare strisciante. L’atteggiamento del nasturzio, va corretto con precise legature, che aiutino la pianta a trovare una sua direzione. Il nasturzio presenta foglie ondulate e piccole di colore verde scuro intenso, e fiori arancio, rossi e gialli, vistosi e profumati. Dal punto di vista estetico, il nasturzio è una pianta estrosa, estremamente pomposa, particolarmente indicata per rivestire gradinate e pareti scoscese a cui dà un senso di pienezza e volume.
nasturzio coltivazione

ALBERO PIANTA LIMONE A FRUTTO IMPALCATO BASSO varietà Lunati IN VASO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 65€


Rampicante

foglie  e fiori Il nasturzio, predilige un clima mite, con temperature fresche, che non raggiungano picchi eccessivi di caldo o di freddo. Predilige la luce, ma non l’esposizione diretta e costante al sole, in particolare nelle ore più calde. Va tutelata dagli sbalzi termici e dalle intemperie che potrebbero comprometterne lo sviluppo. Per la sua coltivazione, il nasturzio privilegia terrei soffici, leggeri e ben drenati, anche se n on particolarmente fertili. La messa a dimora della pianta, può avvenire acquistando i semi, che andranno poi disposti adeguatamente in terra, o acquistando la piantina, che andrà poi collocata in un vado biodegradabile, che evita di provocare alla pianta lo stress dei vari spostamenti relativi alla sua crescita. Se si sceglie di piantare in vaso, bisognerà optare per un contenitore che abbia il doppio del diametro del pane radicale: in questo modo, la pianta crescendo non andrà nuovamente trapiantata in un vaso di dimensioni maggiori. Tutte le operazioni di rinvaso vanno eseguite all’occorrenza, prestando molta attenzione alle radici, che potrebbero sgretolarsi o frantumarsi sotto la pressione del tiraggio dal terreno vecchio.

    Plant Theatre – Casetta per le api e semi per fiori, in confezione regalo, semi compresi, grande regalo

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€
    (Risparmi 10€)


    Interventi e pratiche colturali

    fiore giallo Gli interventi di innaffiatura, vanno effettuati in relazione alla piovosità, alla stagione, alla tipologia di terreno. Durante i periodi caldi, la frequenza delle irrigazioni dovrà essere maggiore rispetto ai periodi freddi e maggiormente piovosi. Come tutte le piante, il nasturzio teme i ristagni idrici, che causano l’insorgere di muffe, funghi e attirano parassiti ed insetti che compromettono la salute della pianta. Le innaffiature vanno comunque eseguite quando il terreno risulta del tutto asciutto, a scadenze regolari e precise. Le esigenze delle piante in vaso sono differenti, poiché il quantitativo limitato di terreno, comporta una minore areazione dello stesso ed una minore idratazione, per cui gli interventi di irrigazione, andranno incrementati notevolmente, soprattutto se la pianta è esposta al sole, ad un clima mite.


    Nasturzio rampicante: Pianta ornamentale

    i fiori Il nasturzio, non è una pianta esigente, per cui non richiede particolari interventi di concimazione: potassio e fosforo, a base liquida, sono elementi che accelerano il processo di fioritura e possono essere utilizzati miscelati all’acqua, una sola volta al mese. Non sono necessari interventi di potatura rafforzativa, ma solo di pulitura: suddetta operazione, è volta all’eliminazione dei rami e dei fiori secchi. Il nasturzio, è una pianta resistente, che viene difficilmente attaccata da insetti e piccoli animali. Può però restare vittima di afidi e cocciniglie, che si nutrono della linfa della pianta, causandone l’appassimento. Compaiono, solitamente a causa di condizioni climatiche avverse, come il caldo eccessivo. Gli afidi, possono essere causa di gravi infezioni e veicolo di ulteriori malattie, per cui vanno trattati con antiparassitari specifici, o prodotti antifungini.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO