Il fiore di loto

Fiore di loto: le origini

Se esiste un linguaggio dei fiori, certamente il fiore di loto è il più carico di significato.

Considerato sacro per l’induismo e il Buddhismo, in India e Vietnam gli viene riconosciuta una importanza tale da diventarne il simbolo nazionale. Per i buddisti il fiore di loto rappresenta la purezza assoluta e la saggezza. Spesso vediamo questi bellissimi fiori adornare laghetti che lambiscono i curatissimi giardini giapponesi, o circondare le statue di Buddha, a cui questi fiori sono offerti come preghiera.Il loto è una pianta acquatica, a crescita rapidissima, appartenete alla famiglia Nelumbonacee. Le Nelumbo si dividono in 2 specie, la Nelumbo Nucifera e la Nelumbo Lutea. La prima, originaria dell’Asia e dell’Australia, è la specie ritenuta sacra dalle comunità indiane e viene comunemente chiamata "Fiore dell’Asia".

La Nelumbo Lutea è invece originaria dell’America centrale e alcune sue parti, come i semi, e i petali, sono commestibili e vengono utilizzati molto spesso per aromatizzare i piatti a base di carne o arricchire i contorni. Pare che i petali siano utilizzati anche in ambito della phytocosmesi, come oppiacei.

fior di loto

Skylantern Original 1032 - Lanterna Galleggiante a Forma di Fiore di Loto, Colori Assortiti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,18€


Fiore di Loto: coltivazione in giardino

fiori di loto La bellezza esotica e quasi eterea del fiore passa l’idea di una pianta fragile. Il loto invece è una pianta molto resistente, e che ha bisogno di pochissime cure: questo la rende una pianta facile da coltivare per abbellire il vostro il giardino.

Le piante di loto amano la luce intensa e diretta del sole e le alte temperature, i fiori infatti sbocciano al raggiungimento dei 25 gradi. Scegliete un luogo in pieno sole dove posizionare la pianta.

Per la coltivazione in vaso sarà sufficiente un contenitore del diametro di almeno 30 cm e molto profondo. Se invece si vuole coltivare il loto nei laghetti, l’importante è rispettare una profondità di almeno 80 cm.

Scegliete un terriccio pesante, come quello da giardino o l'argilla, che si adagi e si mantenga sul fondo del contenitore in modo per non sporcare l’acqua. Se comprate delle piantine in vivaio, mettetele a dimora a 30 cm nel terreno e assicuratevi che le foglie galleggino per evitare che marciscano.

Non è necessario concimare la pianta, ma per ottenere fiori dalle sfumature variopinte e dal profumo più intenso, potete trattarla con un concime per piante acquatiche e utilizzarlo solo il primo anno.

    IRPot - 4 LANTERNE BIANCHE GALLEGGIANTI LUMINOSE FIORE DI LOTO

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,9€


    Fiore di loto: propagazione dei fiori

    fiore di loto Oltre che attraverso i semi, un altro metodo, sicuramente più veloce per ottenere una piantina di loto è attraverso la divisione dei rizomi. Si tratta di separare un germoglio dalla radice tubero, che, considerata la caratteristica infestante della pianta, la vostra vicina di casa non rifiuterà di regalarvi! La divisione dei rizomi va fatta in primavera, facendo attenzione a non tagliare la punta, che costituirà il germoglio della nuova pianta. Inserite la radice in un vaso riempito di terra pesante, con la punta all’insù e sporgente dal terreno. Aggiungete l’acqua e assicuratevi che non galleggi. Entro quattro mesi si avrà la piantina di fior di loto.

    In genere le piante di fiore di loto non soffrono il freddo, resistendo bene infatti a temperature anche fino a – 10 gradi. La cosa importante è che l'acqua non ghiacci. Per evitare questo è possibile coprire il laghetto con un telo in non tessuto per mantenere una temperatura sui 4 gradi evitando così le gelate.


    Il fiore di loto: Il Fiore di loto nella cultura e in cucina

    fiori di loto Il fiore di loto che emerge dallo stagno fangoso seguendo la luce per trasformarsi in un fiore dalla rara bellezza è presto diventato il simbolo della ricerca della verità dell'uomo, che lottando per migliorare se stesso,si libera della fugacità delle cose terrene per giungere alla vera luce eterna della saggezza. La peculiare flessibilità dello stelo, che fa si che si pieghi senza spezzarsi, è invece diventata esemplare per i rapporti d'amore a distanza,significando che, nonostante tutte le avversità, se il legame è forte, nulla può spezzarlo.

    Molto diffuso è l'utilizzo del fiore di loto in cucina. I semi di loto sono consumati freschi e sono particolarmente apprezzati per il loro sapore molto simile alla castagna. Possono inoltre essere essiccati e utilizzati come insaporitore o trasformati in farina. Con la farina di semi di loto è possibile preparare una crema utilizzata per farcire i mooncake, tipici dolci cinesi, consumati in occasione della tradizionale festa d'autunno che si tiene verso la fine di ottobre.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO