Come potare il limone

Introduzione

La pianta del limone, diffusa nei paesi mediterranei, è coltivata sia in campo aperto che nei giardini, dove ha un ruolo ornamentale, oltre che produttivo. In giardino il limone si può coltivare anche in vaso. Capita però che questo bell'albero dia frutti in quantità ridotta. Ciò dipende soprattutto dalla mancata potatura o da una potatura scorretta. In questa guida spiegheremo nei dettagli come potare il limone nel modo più corretto per assicurare una buona produzione e una migliore resa estetica. Di solito il limone produce frutti due volte all'anno. La produzione è comunque condizionata anche dal clima in cui la pianta vive. L'albero di limone in buona salute fiorisce in inverno ed in primavera inoltrata, dando frutti tra gennaio e febbraio e tra agosto e settembre. Il limone tende a crescere molto a scapito della produzione. Per questo è necessario potare la pianta in modo da controllare la crescita e favorire invece la produzione. La potatura è fondamentale nell'albero coltivato in pieno campo mentre ha meno importanza nella pianta coltivata in vaso.
pianta limoni

ATPWONZ forbici Sicurezza Anti-scivolo Gufo Ratchet Cesoie Cesoie per tagliare giardinaggio Lavoro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€
(Risparmi 12,64€)


Quando effettuare la potatura

limoniPrima di sapere come potare il limone, occorre scegliere il periodo più idoneo, per evitare danni ai rami e la mancata cicatrizzazione delle ferite. L'epoca migliore è durante le stagioni con clima equilibrato, non troppo caldo né troppo freddo, in quanto la corteccia sarà più morbida e il ramo più facile da tagliare. Un altro fattore da considerare è la specie di limone con cui abbiamo a che fare. Ci sono infatti limoni con una sola fioritura annuale ed altre che arrivano a quattro. L'albero di limone a fioritura singola deve essere potato in primavera oppure tra settembre e ottobre. Il limone a quattro fioriture va potato solo in autunno, periodo adatto comunque ad ogni specie di limone. In zone molto calde, si potranno spostare le operazioni di potatura nel periodo tra dicembre e gennaio. In zone a clima mite si usa potare a febbraio. Comunque si pota quando i frutti sono gialli e non verdi o piccoli.

  • Bonsai limone cure Il bonsai limone, è la perfetta miniatura dell’albero da cui trae origine. Necessita di cure costanti, le stesse che interessano la pianta intesa nelle sue dimensioni naturali. Le pratiche colturali d...
  • Potare il limone Le piante, per potersi sviluppare, hanno bisogno di cure e costante manutenzione. Le pratiche colturali inerenti ad una cura attenta, sono: l’innaffiatura, il rinvaso, l’esposizione al sole, la conci...
  • rose Nella coltivazione della rosa la potatura rappresenta un'operazione fondamentale per la fioritura e per la salute della pianta. Le potature dovranno essere eseguite regolarmente e nella maniera adegua...

Gelsomino - Trachelospermum jasminoides (Pianta sempreverde) - Vaso 1,5 litro (Pianta rampicante - Pianta adulta - Resistenza al freddo: Ottima) - Muri e recinzioni, Pergola, Balconi e terrazze | ClematisOnline - clematidi e rampicanti più economiche

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,95€


Come potare il limone

limoni Bisogna eliminare i rami che rovinano la regolarità della chioma dell'albero. Vanno tagliati i rami incrociati, quelli troppo lunghi, quelli che si dirigono troppo in su o in giù, i rami secchi, legnosi o spezzati. In tal modo si favorisce lo sviluppo di nuovi e produttivi rami. Occorre fare attenzione a sfoltire la chioma dell'albero nell'area centrale per permettere alla luce del sole di raggiungere i rami più interni. Non si devono tagliare i rami verdi. Bisogna poi tagliare i polloni, cioè quei rami che sono cresciuti dal tronco o dalla base dell'albero in quanto sottraggono energia e nutrimento e ostacolano la fioritura e lo sviluppo dei frutti. Potare tutti i succhioni, i lunghi rami verticali che partono dalla base e tolgono luce e linfa alla pianta. I rami che hanno fruttificato vanno solo accorciati.


Attrezzi

I tagli si effettuano con gli appositi attrezzi, tenendo sempre presente che il limone non richiede potature eccessive. Le forbici si usano per tagliare i rami più piccoli; le cesoie per quelli medi, fino a 3 cm di diametro; per i rami più grossi si usa la sega. Questi attrezzi devono essere ben puliti e disinfettati sia prima che dopo le operazioni di potatura. Ciò è molto importante per evitare che la pianta contragga malattie, che possono essere causate da funghi, batteri o virus. Tutti i rami devono essere tagliati obliquamente, in modo netto ed evitando sfilacciature. Bisogna utilizzare attrezzi ben affilati e indossare guanti e occhiali per proteggersi dalle spine della pianta. Dopo la potatura occorre applicare, sulla parte di ramo tagliato, uno specifico mastice cicatrizzante, acquistabile nei vivai.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO