Finanziamenti fotovoltaico: come funzionano

Fotovoltaico: il finanziamento a fondo perduto

Finanziamenti fotovoltaico: come funzionano? Per i privati non sempre è possibile avvicinarsi al fotovoltaico a causa dell'ingente investimento iniziale necessario. Negli ultimi anni, però, sono stati messi a disposizione da enti regionali ed europei dei finanziamenti a fondo perduto a tassi minimi. Questi vengono distribuiti tramite bandi regionali o comunali, e vengono concessi per la realizzazione di impianti su case, capannoni o terreni.Per poter ottenere questi incentivi occorre: essere proprietari di un edifcio preesistente alla data di pubblicazione del bando, avere un impianto elettrico che si attenga alle norme tecniche del risparmio energetico e sicurezza. Per quanto riguarda la documentazione occorrono: la dichiarazione di conformità dell'impianto e il certificato di conformità alle norme UNI.
Panneli fotovoltaici a terraFonte: www.orlandimaurizio.it


Finanziamenti fotovoltaico: come funzionano. - Gli istituti di credito.

Pannelli fotovoltaici a tettoFonte: www.integrasystemi.it Oltre ai finanziamenti pubblici per l'installazione di pannelli solari, è possibie rivolgersi agli istituti di credito disposti a erogare fondi nel fotovoltaico. Per ottenere un finanziamento dalle banche, è necessario che il richiedente sia, per prima cosa, proprietario del terreno dove i pannelli solari dovranno essere installati. Non deve avere debiti, quindi nessun mutuo e nessuna ipoteca, e deve essere in grado di versare un anticipo del 20% della spesa complessiva. La percentuale viene stabilita direttamente dalle banche.Per quanto riguarda la documentazione, occorre presentare un progetto che preveda la realizzazione di un impianto inferiore ai 15/20 Kw, e i preventivi e le schede tecniche relative all'impianto. Sui siti web delle banche è possibile reperire informazioni su questi tipi di finanziamenti.

  • Impianto fotovoltaico Una valida alternativa ecosostenibile per ottenere energia pulita, risparmiando sulle bollette della luce è sicuramente il fotovoltaico. Sia che ci venga installato un impianto o che si scelga di inst...
  • Logo energia Il Conto Energia è un provvedimento varato dal governo italiano nel corso del 2006 al fine di incentivare l'adozione di impianti fotovoltaici e dare così una alternativa ecosostenibile al fabbisogno d...
  • conto energia Quando si parla di "Conto energia" ci si riferisce ad un incentivo elargito dallo stato, tramite l’attuazione di un decreto ministeriale del 2012, ai privati o agli enti pubblici che installano pannel...
  • fotovoltaico1 La diffusione oggi di pannelli e cellule fotovoltaiche, richiede l’apprendimento di pratiche anche nella loro gestione e supervisione. Non è sufficiente l’installazione dell'impianto, infatti, per ott...


I mutui degli istituti di credito

Guadagno con i pannelli fotovoltaiciFonte: www.magazine.greenplanner.it Chi non ha possibilità di usufruire di un finanziamento, può richiedere agli istituti di credito un mutuo. Questa è l'opzione migliore in quanto ripaga dello sforzo economico necessario per iniziare. Chi richiede il mutuo deve reperire dalle banche alcune informazioni: il tetto massimo del mutuo, le modalità per esintugerlo, chi può riceverlo, la durata e, soprattutto, i tassi d'interesse. Per ottenere il primo 40% occorre il contratto e il preventivo dell'impianto con le autorizzazioni edilizie. Per la seconda parte, invece, il documento che attesta l'avvenuto montaggio e collaudo.Con questi mutui si ha un'assicurazione sull'impianto stipulata con un'agenzia indicata dalla banca. A carico del cliente sono le perizie tecniche e le pratiche notarili per il contratto. Il cliente presenta la domanda ma è poi la banca a stabilirne le concessioni.


Gli incentivi del GSE

Logo GSEFonte: www.gse.it In tutti e tre i casi, puntare al fotovoltaico richiede un grande investimento iniziale ma garantisce la copertura delle spese e ampi margini di guadagno soprattutto per quanto riguarda il risparmio o la vendita di energia elettrica.Dopo aver visto tutti i Finanziamenti fotovoltaico: come funzionano, ecco le riduzioni percentuali concesse dal GSE (l'ente Gestore Servizi Energetici) da applicare alle tariffe incentivanti per gli anni 2014, 2015 e 2016: riduzione del 13% per i primi due semestri del 2014; riduzione del 15% per i primi due semestri del 105; riduzione del 30% per il primo e secondo semestre del 2016. Grazie a questi incentivi, dopo qualche anno, sarà possibile ottenere dall'energia solare anche una fonte di guadagno ecosostenibile oltre a partecipare a un programma ecologico che in un futuro non troppo lontano sostituirà quello ancora in vigore.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO



sitemap %>