Creare un bonsai da zero

Cura bonsai da fiore

I bonsai da fiore sono molto diffusi e possiedono un indiscutibile fascino. Come per tutte le altre specie di bonsai anche questa tipologia richiede particolari attenzioni.

Gli alberi da fioritura più usati sono: le azalee,l ’albicocco giapponese il melograno, la buganvillee, il melo, il biancospino.

La cura dei bonsai da fiore parte da una giusta esposizione al sole e da una corretta fertilizzazione del terriccio, soprattutto è necessario potare la pianta nei modi e nei tempi corretti altrimenti non cresceranno né fiori ne frutti.

I fiori e la frutta devono essere distribuiti in maniera uniforme sull'albero ed avere più o meno la stessa grandezza. Se l’alberello non fruttifica è consigliabile eliminare tutti i fiori appassiti tenendo presente che, come per la maggior parte degli alberi, solo quello femmina produce frutti.

bonsai1

Generic-Kit per Bonsai, in acciaio al carbonio, 10 pezzi, Set forbici da giardinaggio, forbici per filo apparecchiature per attrezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 72,42€


Come curare un bonsai da esterno

bonsai Non esiste una distinzione effettiva tra bonsai da interno e da esterno poiché più o meno tutte le specie, con la cura dovuta, possono essere mantenute in entrambi gli ambienti.

Sicuramente l’habitat naturale delle piante è l’esterno, soprattutto nel caso di quelle a foglie caduche che hanno bisogno del freddo autunnale e dell’ alternanza delle stagioni. Premesso ciò, per curare un bonsai da esterno è indispensabile che questo sia protetto dalle situazioni climatiche estreme come il caldo torrido o le temperature al di sotto dello 0. Evitare soprattutto di innaffiare il bonsai quando il clima è troppo freddo e quando il terreno non è del tutto asciutto.

In linea di massima i bonsai da esterno vanno potati correttamente, rinvasati, trattati contro i parassiti e corretti usando dei fili di rame, dei tiranti o dei piccoli pesi.

  • bonsai azalea Il bonsai azalea, è una tipologia di pianta particolarmente vistosa, dai colori variegati forti e sgargianti. Tra tutti è il bonsai più amato dagli artisti bonsaisti, sia per la sua peculiare e rara ...
  • Alcune note Qualsiasi sia il nostro contesto di partenza e ogni qual volta iniziamo ad affrontare una serie di questioni più o meno vicine al mondo dei bonsai, l’interesse che ne nasce è sempre notevole ed indisc...
  • Alcune note Nell’ambito delle classiche discussioni in ambito botanico, riferendoci sia a quelle fatte dagli addetti ai lavori che da tutti coloro che si avvicinino al mondo delle piante in generale e al mondo de...

200pcs Gardenia Seeds (Capo Jasmine), semi di bonsai di fiori, l'odore e bellissimi fiori piante per la casa e giardino in vaso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Come curare un bonsai di gelsomino

bonsai1Il bonsai di gelsomino è una pianta che cresce bene nel nostro Paese, grazie alle caratteristiche climatiche che gli consentono di svilupparsi bene. Per curare un bonsai di gelsomino non è necessaria una grande abilità perché è semplice da coltivare e non necessita di attenzioni particolari come spesso accade per altre tipologie di bonsai ben più delicate. Importante è scegliere una giusta esposizione al sole e che la pianta sia protetta dalle intemperie soprattutto durante il periodo invernale.

Nel caso in cui l’inverno si presenti molto rigido è bene assicurarsi che la pianta sia ben riparata e magari avvolgerne la chioma in un telo da giardinaggio. Per proteggere le radici è preferibile, invece, cospargere il terreno attorno al fusto con uno strato di fogliame secco, di paglia o di corteccia sminuzzata.


Creare un bonsai da zero: Trattamenti per un bonsai da frutto

I trattamenti necessari per un bonsai da frutto riguardano: la prevenzione dei fenomeni atmosferici e degli attacchi parassitari, la scelta del giusto periodo di concimazione, la corretta innaffiatura e una buona esposizione della pianta al sole per far si che venga favorita la fotosintesi.

Per evitare la perdita repentina dei fiori, gli alberi da frutto bonsai devono essere protetti dalla pioggia battente e dal vento forte che potrebbero danneggiare i petali, facendo cadere i fiori.

Durante il periodo di fioritura gli alberelli sono più predisposti ad essere aggrediti dai parassiti ma per non danneggiare la pianta è meglio agire preventivamente utilizzando dei metodi il più naturali possibile. Mai concimare durante la fioritura e soprattutto è indispensabile innaffiare spesso perché la mancanza d’acqua compromette la formazione dei fiori dei frutti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO