Scegliere l'inclinazione del tetto

I fattori che condizionano la forma del tetto

Scegliere l'inclinazione del tetto significa valutare l'interazione di fattori naturali e di componenti funzionali, estetiche e strutturali della costruzione.Poiché sin dai tempi più antichi la neve, il vento e, soprattutto, la pioggia, costituiscono elementi di degrado delle costruzioni, l'uomo ha cercato di contrastarli utilizzando l'elemento naturale che aveva a disposizione: la forza di gravità. Progettare accuratamente la pendenza da dare alle falde del tetto significa sia allontanare rapidamente le acque dalla copertura sia consentire l'abitabilità del sottotetto, la cui volumetria, solitamente inutilizzata, rappresenta uno spazio aggiuntivo all'abitazione.Tuttavia, nelle regioni dove la neve rimane per lungo tempo sui tetti, una eccessiva pendenza sarebbe controproducente, oltre che pericolosa, perché potrebbe causare la caduta di lastre di ghiaccio.
Esempio di costruzione a tetto

Blinky 96899-05 Pensiline ABS Bronzato, Alveolare, 60x100 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,8€


Geometria descrittiva delle coperture inclinate a tetto

Tipologie di coperture a tetto Geometricamente si definiscono tetti i solidi poliedrici impiegati nelle coperture delle costruzioni. Essi sono costituiti da una o più superfici piane denominate falde.Ogni falda è caratterizzata da una determinata pendenza che deve essere superiore al 5%. La pendenza di una falda è quindi espressa solitamente in percentuale, più raramente in gradi sessagesimali. Così, ad esempio, un tetto con falde inclinate del 45% si caratterizza per avere un dislivello di 45 centimetri per ogni metro di lunghezza (in gradi, invece, la sua inclinazione corrisponde a poco più di 24°).Viceversa, per conoscere la pendenza di una falda esistente è sufficiente calcolare il rapporto tra il dislivello esistente tra la linea di colmo e la linea di gronda e la distanza in proiezione orizzontale tra le due citate linee, misurata secondo la retta di massima pendenza.

  • Tetto con copertura in tegole Si tratta di piccoli elementi agganciati sulla copertura, tramite listelli inchiodati tra loro sulla struttura principale. Possono essere realizzati con vari materiali più o meno leggeri e sono dispon...
  • Tegole canadesi Esistono diverse tipologie di tegole canadesi e sono accomunate dai pregi che le contraddistinguono dalle altre tegole. La loro prima peculiarità riguarda il sistema con cui vengono fissate allo scemp...
  • coppi Le tegole e i coppi sono i manufatti più comunemente utilizzati come copertura per gli edifici.Rappresentano il cappello della casa, hanno la funzione di riparare i suoi abitanti da pioggia, vento ...
  • casa sull'albero Chi non ha mai sognato da bambino di avere una casa sull'albero dove giocare con gli amici e inventare fantastiche avventure? Questo sogno è diventato realtà solo per pochi e molti adulti hanno ancora...

cadema Casetta da giardino in legno 2,7 m x 3,9 m, (16 mm) con finestre, con pavimento, Siviglia – Casetta da giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 879€


Scegliere l'inclinazione del tetto

Posa di una copertura a tetto Come scegliere l'inclinazione del tetto? Mentre nelle zone di montagna l'inclinazione delle falde raggiunge pendenze del 60%, in quelle meridionali dove le precipitazioni atmosferiche sono meno frequenti, l'inclinazione si attesta intorno al 30-35%.Anche la tipologia da utilizzare per il manto di copertura influenza l'entità della pendenza delle falde. Così, ad esempio, le classiche tegole alla marsigliese richiedono, per essere montate correttamente sulla copertura dei tetti, pendenze dell'ordine del 35%. Montare queste tegole su falde a pendenza inferiore significa, in presenza di forti temporali, aumentare la probabilità di infiltrazioni nei locali sottostanti la copertura.Viceversa, in presenza di piogge di modesta entità, l'acqua piovana scorrerebbe sulle tegole a bassa velocità, depositando sporcizia, o, peggio, ristagnando su di esse.


Accorgimenti da seguire nella costruzione di un tetto a falde

Particolare del canale di gronda Nella costruzione di un tetto è opportuno seguire alcune raccomandazioni che, pur semplici, sono determinanti per ottenere un risultato valido sia dal punto di vista estetico che funzionale.Innanzitutto, le falde devono avere la medesima pendenza; le linee di gronda, cioè quelle linee (generalmente orizzontali) che limitano inferiormente ciascuna falda e sulle quali scorre l'acqua, devono posizionarsi sullo stesso piano orizzontale e lungo il perimetro della copertura.Sulle linee d'impluvio, ottenute dall'intersezione di due falde adiacenti, si predisporranno delle canalette inclinate, denominate anche converse, aventi il compito di raccogliere le acque meteoriche provenienti dalle due falde.Infine, gronde e pluviali si posizionano sempre nelle zone perimetrali della copertura.




COMMENTI SULL' ARTICOLO