Come realizzare l'impermeabilizzazione dei terrazzi

Come realizzare le impermeabilizzazioni dei terrazzi

Al contrario delle coperture a tetto, nei terrazzi la tenuta all’acqua deve essere del tipo continua. Le alternative di come realizzare le impermeabilizzazioni dei terrazzi sono legate, pertanto, sia ai materiali oggi utilizzabili sia alle numerose tipologie dei piani di posa esistenti. Ad esempio, disponendo sul terrazzo di una vecchia pavimentazione che per esigenze estetiche non desideriamo rimuovere o nascondere, ma dalla quale si infiltra l’acqua piovana, un’ottima soluzione consiste nell’applicare una membrana liquida poliuretanica impermeabilizzante monocomponente e trasparente. In alternativa possono essere utilizzate le membrane bituminose polimeriche termoadesive, vendute nei classici rotoli, che si incollano al piano di posa dopo essere state opportunamente riscaldate con la fiamma di un bruciatore, o quelle autoadesive senza uso della fiamma.
Rotoli di guaina bituminosa

Pavimento gres porcellanato Via Zamboni grigio Chiaro 50x50, 1a scelta Stock da mq. 25,50

Prezzo: in offerta su Amazon a: 280€


La preparazione del piano di posa dell'impermeabilizzazione

Membrana resinosa su un terrazzo Realizzare le impermeabilizzazioni dei terrazzi a regola d’arte, richiede l'utilizzo di materiali di prima qualità ed una attenta posa in opera su un piano di posa idoneo. Se la posa in opera dell’impermeabilizzazione avviene su un manto esistente, ritenuto in buone condizioni, quest’ultimo potrà essere utilizzato come sottofondo, appiattendo le eventuali asperità e bolle presenti. É necessaria la spalmatura di una mano di fissativo (primer) prima dell’incollaggio della membrana. In presenza di un piano di posa cementizio, bisogna accertarsi che la sua superficie sia asciutta e pulita, priva di fessure o avvallamenti che devono essere sigillati con malta prima della stesa del primer. Su un terrazzo di legno è necessario inchiodare dei fogli di cartone bitumato su cui si incollerà la membrana impermeabilizzante.

  • Rotolo di guaina bituminosa Le guaine bituminose sono impermeabilizzanti e resistenti, adatte per uso esterno e interno, sono fondamentali per mettere in sicurezza fabbricati e abitazioni da umidità e infiltrazioni. Meno costose...

Impermeabilizzante, oleo-idrorepellente, ecologico, per pavimentazioni in cotto, esterne e interne

Prezzo: in offerta su Amazon a: 102€


Le regole per la corretta posa delle membrane bituminose

Posa della guaina bituminosa Il tipo di collegamento al sottostante piano di posa (sottofondo) varia in funzione della particolare membrana bituminosa da applicare. Nella letteratura tecnica sull’argomento, i collegamenti con il sottofondo si realizzano in aderenza (totale o parziale) e in totale indipendenza. Nel primo caso il riscaldamento con la fiamma della mescola dei rotoli bituminosi di impermeabilizzante interessa sia la base inferiore della membrana sia la superficie del sottofondo. Il risultato finale è una guaina perfettamente incollata al piano di posa lungo tutta la sua superficie. Nel collegamento a totale indipendenza, i rotoli della guaina bituminosa sono posti a secco sul sottofondo, mentre sono incollate alla fiamma soltanto le sovrapposizioni. Questa metodica si applica nei terrazzi in cui la guaina è zavorrata dal pavimento o da ghiaia sciolta.


Come realizzare l'impermeabilizzazione dei terrazzi: Come conservare i rotoli prima della posa

Corretto stoccaggio dei rotoli Lo stoccaggio dei rotoli delle guaine dipende dal perido di posa in opera. Se l’impermeabilizzazione del terrazzo si esegue nei mesi estivi e i rotoli sono stati già acquistati, un utile suggerimento è quello di stoccarli in luogo coperto, al riparo dalle intemperie. Fondamentale è che siano posti in posizione verticale, possibilmente su superfici lisce e piane e lontane dai raggi solari che potrebbero alterare la mescola con cui sono fatte le guaine. Se i rotoli sfusi devono essere portati a livello del terrazzo, è buona norma non usare corde per legare e sollevare i rotoli che, deformandosi, non si stenderebbero sul piano di posa creando pericolose bolle d’aria. Se l’impermeabilizzazione si realizza in inverno, non bisogna lasciare i rotoli all’aperto, bensì stoccarli al chiuso a temperature variabili tra i 5 e i 10°C.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO