Installare lavelli in acciaio

Installare lavelli in acciaio: prepariamo l'occorrente

Prima di iniziare il nostro lavoro distinguiamo due possibili situazioni.

Caso 1: abbiamo già una cucina arredata e dobbiamo soltanto sostituire il lavello con uno delle stesse dimensioni.

Caso 2: abbiamo acquistato una nuova cucina e vogliamo installare il lavello in acciaio, magari dovendo anche forare sia il piano di lavoro, sul quale fissarlo, sia il lavello, su cui montare il miscelatore. Nel primo caso assicuriamoci di avere a portata di mano: lavello in acciaio con relativi ganci di fissaggio, guarnizione o silicone, sistema di scarico completo, miscelatore con tubi flessibili, due raccordi, un tubo di scarico e un raccordo a gomito. Non dimentichiamo inoltre: metro, matita, set di chiavi inglesi e cacciavite. Nel secondo caso aggiungiamo anche: seghetto alternativo, trapano avvitatore, punta da legno da almeno 10 millimetri di diametro, sega a tazza da 35 millimetri di diametro e punta per metallo da 10 millimetri di diametro.

Un classico lavello in acciaio

KES Dispenser Sapone Con Pompa In Acciaio Inox 18-8 e Una Bottiglia di PP, Cromo, PSD1

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,8€
(Risparmi 18,2€)


Prendiamo le misure e foriamo il piano di lavoro

La misurazione della sede di un lavello La prima importante operazione da eseguire per installare lavelli in acciaio, sia che abbiamo acquistato nuovi mobili, sia che vogliamo rinnovare quelli esistenti, è quella di stabilire le dimensioni del nuovo lavello da incasso. In caso di semplice sostituzione basterà acquistare un lavello delle stesse dimensioni del precedente, compatibile con gli spazi del mobile della base e con la posizione della rubinetteria e degli scarichi. Se invece dobbiamo forare il piano di lavoro (top), dovremo eseguire alcune operazioni supplementari. Innanzitutto capovolgiamo il lavello sul top centrandolo sulla base. Con una matita tracciamo il perimetro del lavello sul piano tenendolo il più possibile verso il muro per evitare di dover tagliare il telaio del mobile sottostante. A questo punto misuriamo il bordo del lavello sui quattro lati e riportiamo le misure sul top in modo da definire con precisione l’area da tagliare. Con un trapano e una punta da legno da almeno 10 millimetri pratichiamo dei fori agli angoli della sagoma interna che abbiamo appena tracciato. Inseriamo ora la lama del seghetto alternativo in uno dei fori e procediamo a tagliare l’intero perimetro sui quattro lati.

  • parquet1 Il parquet è un tipo di pavimentazione formata da legno massiccio. Di piacevole impatto visivo, il parquet risulta tra i materiali più presenti nelle case degli italiani, recentemente anche per quegl...
  • tende1 La classica tenda veneziana grigia si colora di tinte vivaci e sfavillanti, mentre per chi ama tessuti più morbidi e pomposi esistono le tende a pacchetto. Le tende a pacchetto hanno un meccanismo di ...
  • specchio1 Le tipologie di specchio in bagno sono diverse e tutte hanno qualche peculiarità, dall'armadietto il cui sportello è una superficie specchiata, allo specchio "sospeso", appeso al soffitto tramite dei ...
  • piscina1 I modelli disponibili in commercio offrono una ampia scelta di colori e forme: rotonda, quadrata, rettangolare, esagonale oppure ovale. La decisione deve essere presa tenendo conto dei gusti personali...

KINSE Rubinetto Miscelatore Cucina Lavello Monocomando per Lavello In Acciaio Inox 304 Spazzolato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 43,99€
(Risparmi 32€)


Foriamo il lavello, assembliamo e fissiamo il miscelatore

Un trapano con sega a tazza Se il lavello non dispone già di un alloggiamento per il miscelatore, segniamo accuratamente con una matita il punto in cui posizioneremo il miscelatore e pratichiamo un primo foro al centro con una punta per metallo da 10 millimetri. Per evitare di far scivolare la punta del trapano è consigliabile intaccare precedentemente il lavello con un punteruolo o un cacciavite in corrispondenza del punto da forare. Adesso montiamo sul trapano la sega a tazza e realizziamo la sede del miscelatore del diametro di 35 millimetri utilizzando il buco precedente come guida. Terminata questa operazione avvitiamo i tubi flessibili al miscelatore facendo attenzione a rispettare il colori corrispondenti all'acqua calda e fredda (se presenti), avvitiamo la barra filettata, applichiamo la guarnizione e inseriamo il miscelatore nell'apposito foro. Sotto il lavello applichiamo la guarnizione inferiore e la rondella a mezzaluna, avvitiamo il dado di fissaggio sulla barra filettata e stringiamo con una chiave inglese assicurandoci di aver posizionato correttamente il miscelatore.


Montiamo il sistema di scarico e completiamo l'installazione

Un lavello in acciaio assemblato Prima di fissare il lavello sul top posizioniamo il bocchettone di scarico nel relativo foro della vasca. Da sotto applichiamo la guarnizione e la parte iniziale del sifone fissando il tutto con l'apposita vite. Capovolgiamo il lavello e applichiamo una guarnizione o del silicone sotto il bordo esterno facendo attenzione a coprire tutto il perimetro. Posizioniamolo del suo alloggiamento e fissiamolo da sotto con gli appositi ganci di fissaggio. Con una chiave inglese avvitiamo i flessibili ai tubi di fornitura dell'acqua utilizzando, se necessario, gli appositi raccordi o adattatori. Prestiamo molta attenzione a questa operazione poiché un assemblaggio non corretto potrebbe far gocciolare i tubi e rovinare il mobile. Assicuriamoci di pulire bene la sede di fissaggio dei raccordi e non dimentichiamo di applicare tutte le guarnizioni stringendo per bene i vari elementi. Proseguiamo con l'assemblaggio della restante parte del sistema di scarico e inseriamo l'ultima sezione del sifone nel raccordo a gomito posizionato sul muro. Se tutto è andato come dovrebbe possiamo dire di aver imparato ad installare lavelli in acciaio.




COMMENTI SULL' ARTICOLO