Interruttore

Come sostituire e installare un interruttore

L'interruttore, com'è possibile evincere dal lemma stesso, è un dispositivo che permette di interrompere un circuito elettrico. Quasi tutto nelle nostre case è configurato in maniera da consentirci di bloccare o avviare, secondo le nostre esigenze, il passaggio di corrente. Chiunque si intenda un minimo di impianti elettrici sa che ci sono quattro fattori da tenere in considerazione quando si tratta l'argomento. C'è da sapere che tutti gli interruttori sono dimensionati in modo da reggere e da tenere in isolamento un circolo di energia di un certo quantitativo senza subire danni. Questa capacità è conosciuta come tensione nominale, mentre la possibilità di sopportare brevi picchi di elettricità è definita dalla corrente massima nominale. Il potere di interruzione nominale stabilisce la quantità di corrente che è possibile interrompere. Il grado di protezione IP indica il livello di copertura di un apparato sottoposto al contatto con acqua, corpi umani o oggetti.

Esistono in commercio diverse tipologie di reotomi per uso domestico: unipolare, bipolare, deviatore e invertitore. E' possibile che si abbia la necessità di effettuare una sostituzione o l'istallazione di un nuovo impianto. Nella guida che segue, vedremo come fare.

interruttore

Interruttore a levetta, On-Off-On, KNX 3 10 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,09€


Tipi di interruttore: impariamo a distinguerli

interruttore1 Il dispositivo unipolare serve a controllare da un'unica postazione un punto luce. Agisce unicamente sul polo fase, sfruttando i due conduttori fase e neutro; interrompendola, sospenderemo il circuito. Il cavo che collega il punto luce all'interruttore, si chiama ritorno.

Diversamente dal precedente, il bipolare opera su entrambi i cavi, spezza sia la fase sia il neutro; ciò gli permette di escludere totalmente l'ingresso di corrente dall'apparecchio. E' inoltre capace di sopportare maggiore tensione, ed è perciò che trova la sua applicazione su apparecchi come caldaia, scaldabagno, phon. Il pulsante del bipolare riporta i simboli "0" e "1", rispettivamente "aperto" e "chiuso", riferito al circuito.

Ciò che permette di gestire un punto luce da due differenti postazioni è, invece, il deviatore. Esso non interrompe la fase ma la devia, in modo alternato, su due cavi differenti.

L'invertitore consente di estendere il controllo di un punto luce a tre o quattro luoghi (dai cinque in poi si usano pulsanti e relè). Per farlo necessita comunque di due deviatori, che fungeranno da inizio e da fine del circuito.

  • Piano cucina I piani cucina sono molto utili, sia per avere un appoggio per pentole e piatti, sia per lavorare con più comodità nella realizzazione delle varie ricette.Anche quelli di migliore qualità, dopo alcu...
  • cavi elettrici Lo schema di un impianto elettrico è costituito in genere da apparecchi che svolgono, singolarmente o contemporaneamente le seguenti funzioni: distribuzione dell'energia elettrica, protezione dai dann...
  • camino1 Installare un termocamino significa avere in casa un metodo di riscaldamento versatile, moderno e soprattutto economico. Un camino di questo genere basta a riscaldare l'intera abitazione e può essere ...
  • digitale terrestre Col passare del tempo, e l'apporto di nuove tecnologie, anche le televisione ha cambiato completamente volto: non è più necessario infatti acquistare una parabola, ma bensì occorre semplicemente posse...

Electraline 92208 Set Adattatori Multipresa tripla con Interruttore, Spina Piccola 10A, 2 Pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,8€


Interruttore: Installazione dell'interruttore: come sostituirlo

installazione interruttore Potrebbe capitare di avere in casa dispositivi difettosi o logorati dal tempo. Porvi rimedio da sé, senza l'ausilio di un professionista, potrebbe rivelarsi un'operazione molto più semplice di quel che si crede. A monte, sarà bene segnare su un pezzo di carta le dimensioni e le caratteristiche dell'interruttore su cui andremo a lavorare ed, eventualmente, acquistarne uno nuovo che abbia le dimensioni e le caratteristiche necessarie.

La prima, imprescindibile, cosa da fare è staccare l'alimentazione dell'impianto elettrico dal quadro generale. Lavorare in sicurezza ci permetterà di concentrarci totalmente su ciò che stiamo facendo e c'impedirà d'incorrere in inutili rischi.

Fatto ciò, rimuoviamo la mascherina esterna e la placca, che potrebbe essere avvitata o posta a incastro. Avremo perciò bisogno del cacciavite.

Che si tratti di un interruttore unipolare, bipolare, deviatore o invertitore, ci troveremo davanti la fase (cavo nero o marrone); non troveremo invece il neutro (cavo di colore blu), che è collegato direttamente al punto luce, ed il conduttore di protezione (la messa a terra, cavo verde-giallo), che si collega alla massa. Se pensiamo che possa tornarci utile, prendiamo nota di come i conduttori sono sistemati nei morsetti prima di sganciarli da essi. Sostituiamo il dispositivo facendo attenzione a inserire ogni cavo nel proprio morsetto e ad assicurarlo adeguatamente con qualche giro di cacciavite. Fissiamo la placca alla scatola portafrutto, sistemiamo la mascherina e riavviamo la corrente dal quadro.

A questo punto non ci rimane che verificare il corretto funzionamento dell'impianto e la resa del nostro operato: proviamo ad accendere la luce.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO