Vetro antisfondamento

Cos'è e com'è fatto il vetro antisfondamento

Il vetro antisfondamento è un particolare tipo di vetro che fornisce un grado di isolamento acustico, termico e anti effrazione di gran lunga superiore rispetto al normale vetro utilizzato per serramenti. Il vetro antisfondamento, chiamato anche vetro di sicurezza, è obbligatorio negli edifici aperti al pubblico, e il suo utilizzo per realizzare porte e finestre è in linea con la normativa UNI 7697. Com'è fatto il vetro antisfondamento? La struttura base è composta da due o più lastre di cristallo unite fra loro mediante una pellicola in materiale plastico. Lo spessore delle pellicole e delle lastre di cristallo, così come la loro consistenza e opacità, determinano le caratteristiche specifiche di un vetro antisfondamento. Un medio livello di resistenza all'effrazione e al rumore è data da una pellicola di spessore di circa 0,38 mm, racchiusa da due lastre di cristallo,mentre una pellicola spessa 1,50 mm garantisce un'ottima protezione da atti vandalici e criminali.
vetro con pellicola antisfondamento

LED-Gigant Pellicola anti sfondamento 75x900cm schegge vetro sicurezza safety incidente

Prezzo: in offerta su Amazon a: 64,9€


Il vetro antisfondamento blindato

vetro stratificato blindato Il vetro antisfondamento può essere anche di tipo blindato, adatto soprattutto per autovetture, edifici ad alta incidenza per atti di piccola e media criminalità come banche, uffici postali, gioiellerie etc. Il vetro antisfondamento blindato si compone di tre – quattro lastre di cristallo unite fra loro da pellicole di vario spessore. In tal caso la resistenza del materiale è data soprattutto dal numero e dalla combinazione delle lastre di cristallo, piuttosto che dallo spessore della pellicola. Il vetro blindato è resistente ai proiettili e può essere anche oscurato con l'uso di pellicole colorate con vinile o poliestere o metallizzate, o lastre in bronzo e riflettenti. Un materiale utilizzato per la realizzazione delle pellicole è anche il PVB, un laminato plastico che subisce un trattamento di polimerizzazione che gli conferisce robustezza ed elevati standard qualitativi.

  • Parapetto in vetro su una scala dallo stile moderno I parapetti in vetro vengono utilizzati per terminare una struttura all’aperto o interna ad un’abitazione e garantire maggiore stabilità e sicurezza. Il vetro poi è un materiale che facilmente si adat...
  • Rottura sicura del vetro stratificato Il vetro stratificato è un vetro di sicurezza che, quando viene fratturato, non si divide, come il vetro normale, in innumerevoli pezzi pericolosi, che possono provocare ferite da taglio e penetrazion...

Outstanding® Glass Fish Tank Riscaldamento Rod Termostato Regolabile Stick 25w50w100w

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,5€
(Risparmi 4,7€)


I vari tipi di pellicola per prestazioni aggiuntive

facciata con vetrata con pellicola antisolare di Sputtered Per capire come è fatto il vetro antisfondamento, è necessario anche conoscere i vari tipi di pellicola in uso. Oltre alle pellicole colorate ed oscurate per consentire una maggiore privacy, abbiamo parlato anche di quelle metallizzate. Questo tipo di pellicola consente una protezione dall'irraggiamento solare e dal calore, poiché assorbe e nel contempo rifrange i raggi solari, impedendogli in buona parte di penetrare all'interno dello spessore totale della vetrata. La pellicola metallizzata è ideale quando l'edificio è esposto alla luce solare in maniera invasiva, ad esempio nelle grandi vetrate degli edifici pubblici o nei locali dove gli infissi hanno delle superfici in vetro molto ampie, come nei giardini d'inverno o nei grattacieli. Esistono inoltre altri tipi di pellicola, come ad esempio quella decorativa o quella contro l'inquinamento elettromagnetico.


Vetro antisfondamento: La pellicola contro l'inquinamento elettromagnetico

vetrata con pellicola antisolare riflettente di Serisolar In aggiunta alle pellicole specifiche per conferire maggiore resistenza alle effrazioni, nei luoghi di lavoro i vetri antisfondamento con pellicola contro l'inquinamento elettromagnetico sono una barriera che protegge chi è all'interno del locale dalle emissioni di onde derivate dall'utilizzo di apparecchi elettronici. Secondo la legge 626/64 in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, le pellicole contro l'inquinamento elettromagnetico devono essere omologate e testate per rispettare appieno gli standard stabiliti, anche in base alle norme Europee di riferimento. Le pellicole decorative sono invece realizzate in vinile o poliestere, come nel caso di quelle oscuranti, e sono in grado di cambiare completamente aspetto a una superficie vetrata: colori, stile e design diversi, adatti per abbellire qualsiasi edificio in maniera originale e scenografica.



COMMENTI SULL' ARTICOLO