Gioielli di pietre dure

Introduzione al mondo dei gioielli di pietre dure

Esistono numerosi e-commerce per acquistare pietre dure per gioielli: si possono cercare pezzo per pezzo, confrontando quindi i costi della singola perlina, oppure comprando una fila di xx cm, con prezzo fisso. Nella categoria di "pietre dure" troviamo una moltitudine di differenti materiali, che fanno quindi variare anche il prezzo della singola perlina. Partendo con le pietre più economiche, come la Giada, una sfera semplice da 6 mm costerebbe circa 0,06 euro; per un Cristallo di Rocca si salirebbe a quota sedici centesimi, per l'Acqua marina 0,18 euro. Esistono poi pietre dure di dimensioni maggiori, le quali costituiscono l'eventuale ciondolo della nostra collana; in questo caso il prezzo salirebbe in maniera considerevole, avendo anche la parte in argento 925‰ che "racchiude" la pietra. Secondo alcune guide al fai da te, non serve acquistare costose perline da internet o nelle gioiellerie, ma basterebbe passeggiare in centro durante il giorno di mercato per trovare un paio di bancarelle con perle o pietre dure sfuse che fanno al caso nostro. Se si è fortunati, si potrebbe persino trovare un venditore che, disfacendosi di vecchi gioielli, vende a prezzi molto convenienti.
Schemi per la vendita di pietre dure


Dove trovare le pietre dure

Diversi tipi di pietre durePrincipalmente i tipi di luogo dove si possono acquistare pietre dure a stock, in filo o sciolte sono tre, ovvero e-commerce certificati online, bancarelle o negozi fisici.Per quanto riguarda la prima categoria, i siti internet sono infiniti: si tratta di fare affidamento a quelli giusti. Cercando negli appositi forum si possono trovare consigli su che e-commerce evitare e di quali invece è sicuro fidarsi. Una volta individuato quello giusto, si sceglie la modalità di acquisto: a filo o sfuse.Quando si cerca online quindi, bisogna aver presente i criteri di scelta: sicuramente il primo è il diametro delle pietre che ci servono, che varia a seconda della perline (alcune non si possono intagliare fino a piccole dimensioni). Solitamente si parte da 4 cm di diametro fino ad arrivare a 12 cm, per le collane di grande volume. In seguito, scelta la pietra e il suo diametro, si pensa al numero che ci serve, e si confrontano i prezzi per capire se è più conveniente il filo di 40 cm (lunghezza fissa) oppure un numero a scelta di pietre.


    Progettare gioielli con pietre dure

    Progettazione gioiello con pietre dure Sarebbe opportuno, prima di cercare pietre dure, aver già improntato un progetto realizzabile, così da riuscire a calcolare il numero di pietre, il diametro che desideriamo etc.Il primo passo fondamentale è immaginarsi il prodotto finito, e per fare questo serve prima individuare la persona che ne farà uso: nel caso in cui fosse un gioiello che useremo noi stesse, è molto facile, poiché basta "vedere" ciò che più ci piace. Se invece si tratta di un regalo, potrebbe diventare più complicata la scelta della pietra, della lunghezza e del disegno totale.Una volta capito cosa più o meno si ha intenzione di produrre, si abbozza un primo disegno per riuscire a stabilire la lunghezza totale e quella dei tratti di perle: potrebbe essere una collana "a filo", ovvero con pietre senza interruzione, oppure con un ciondolo centrale e un numero limitato di perline attorno ad esso.Con la calcolatrice alla mano, dopo aver anche deciso quanto voluminoso ed appariscente vogliamo che il nostro gioiello sia, si fa un calcolo approssimativo di quante perline ci serviranno, tenendo conto del diametro delle perline: più vorremo piccole e molte perline, più alto sarà il numero da comprare.


    Gioielli di pietre dure: Come procedere per creare gioielli con pietre dure

    Rifinire una pietra d'agataPer cominciare, bisogna chiaramente avere a disposizione le pietre che ci eravamo prefissati di acquistare dopo la progettazione.Per prima cosa bisogna spazzolarle con energia, per togliere eventuali impurità o cere particolare utilizzate dal venditore per farle apparire più lucenti.Nel caso di punte fastidiose della pietra, sarebbe il caso di "ammorbidirle" leggermente fino a farle diventare delle curve, così da non rovinare gli abiti che verrebbero indossati con quel gioiello, o provocare fastidio al collo ed al viso.Si passa poi al momento più complicato della produzione, ovvero la foratura, assai delicata per le pietre meno robuste; si consiglia di scegliere la parte più densa nel corpo centrale della pietra, al fine di evitare la spaccatura di quest'ultima.Con il filo scelto, iniziare ad infilare le perline impregnando il filo con un po' di colla, per dare una posizione stabile alle pietre. Fermarle poi con un piccolo nodino alle estremità bucate della pietra.Concludendo con l'applicazione del gancio scelto, si lascia asciugare la colla che stabilizza le pietre.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO