Creare un bonsai di rose

Come creare un bonsai di rose: introduzione

I bonsai di rose sono molto bene accolti dai professionisti del settore. Infatti, la rosa è un fiore che, a causa delle sue peculiarità sui tempi di crescita, la vegetazione e la maturazione, possiede le funzionalità adeguate per far si che nasca un bonsai apprezzabile e soprattutto con un valore molto alto. Di rose ne esistono moltissime in natura e varie sono le tipologie che potete trovare: quelle che si accoppiano meglio con i metodi di lavoro dei bonsaisti sono appartenenti alla specie selvatica. E' importantissimo che non vi dimentichiate, nel momento in cui scegliete il tipo di bonsai, una specifica caratteristica: sia i frutti che i fiori non crescono secondo le misure della pianta che li ospita. Le uniche dimensioni che restano inalterate sono quelle del fiore o frutto che non sono modificati dall'uomo. Vediamo quindi come creare un bonsai di rose.
Bonsai di rose da esterno

06-260-015 SUPERThrive 60ml, Marrone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,44€
(Risparmi 3,6€)


Come crearli

Grande bonsai di rose da giardino Nella prima parte della nostra guida su come creare un bonsai di rose, è utile quanto fondamentale specificare alcuni concetti. Prima di tutto, è ovvio che, come quasi tutti gli altri tipi di piante e fiori, anche i bonsai di rose preferiscono una zona luminosa e con molta aria. Fondamentalmente, gli interventi più diffusi per la creazione di un bonsai sono due: l'annaffiatura e la concimazione. Nel primo caso, è bene sottolineare come la rosa sia una pianta che abbia bisogno di molta più acqua rispetto a tante altre; pertanto, essa va innaffiata costantemente per tutto l'anno. Nel secondo caso, invece, bisogna concimare la pianta durante la stagione di vegetazione, da marzo a ottobre. E' importante eseguire certe operazioni per aggiungere i nutrienti di cui ha bisogno.

  • Bonsai stili Un errore comune è definire i bonsai delle piante geneticamente nane. Gli alberi di Bonsai sono delle normalissime piante, ma curate con tecniche sofisticate che le permettono di rimanere in miniatura...
  • bonsai ficus I bonsai, sono alberi in miniatura, che vengono realizzati grazie ad un’arte manuale, ed a tecniche che favoriscono la fedele riproduzione di alberi e piante presenti in natura. Il ficus, include una...
  • Curare bonsai olivo L'olivo è una pianta sempreverde, ampiamente diffusa in tutta la macchia mediterranea. Il bonsai appartenente a questa specie, presenta le stesse caratteristiche della pianta: ha foglie molto appuntit...
  • bonsai azalea Il bonsai azalea, è una tipologia di pianta particolarmente vistosa, dai colori variegati forti e sgargianti. Tra tutti è il bonsai più amato dagli artisti bonsaisti, sia per la sua peculiare e rara ...

06-260-025 SUPERThrive 480ml, Marrone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 51,69€
(Risparmi 7,97€)


Le tecniche di cura del bonsai

Bonsai di rose da interno Esistono varie tipologie di interventi che sono adoperati nell'arte del bonsai. Nello specifico, i più diffusi sono sicuramente lo sfoltimento ed il rinvaso. Gli interventi di sfoltimento hanno l'obbiettivo di far assumere al bonsai la forma che desiderate. Il periodo adeguato per sfoltire le rose è racchiuso nel periodo invernale, tra fine gennaio ed inizio marzo. Nel corso dell'anno è importante effettuare delle operazioni di controllo e gestione dei rami, togliendo quelli troppo maturi o schiacciati. Per tale procedura è necessario usare strumenti adeguati. Per quanto riguarda la fase del rinvaso, il momento migliore per effettuarla è al termine della fase di vegetazione. Procedete con la sostituzione del vaso e della terra, utilizzando un buon substrato.


Creare un bonsai di rose: Pratiche di sicurezza del bonsai di rose

Piccolo bonsai di rose in fase di crescita Siamo giunti alla fase finale di questa guida su come creare un bonsai di rose. Per concludere al meglio, è utilissimo sapere come preparare (e di conseguenza proteggere) la vostra pianta agli eventuali quanto probabili attacchi da parte degli animali parassiti. Quest'ultimi possono essere sia di natura vegetale (come la muffa), che di origine animale (come i ragni e gli afidi). Pertanto, intervenite preventivamente e, solo in caso di stretta necessità, utilizzate insetticida e altri medicinali velenosi. Nel caso in cui il vostro bonsai subisca un attacco insistito da parte degli afidi, è necessario che rimuoviate le macchie di colore bianco scuro che si vengono a formare utilizzando un comunissimo spazzolino da denti: strofinate con forza e decisione dove è necessario.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO