Piastrelle per balconi

Come scegliere le piastrelle per balconi

Il balcone è un ambiente esterno della casa che, in particolare nelle belle stagioni, è spesso molto utilizzato. Essendo quindi parte integrante del resto dell'abitazione, è consigliabile scegliere piastrelle con un design che mantenga una certa continuità con lo stile di arredamento degli interni. Bisogna evitare di applicare rivestimenti in materiali molto differenti, soprattutto se il balcone non è di grandi dimensioni. Oltre all'aspetto estetico occorre comunque considerare l'aspetto pratico e funzionale. I balconi, infatti, sono soggetti durante tutto l'anno all'azione degli agenti atmosferici che possono rovinare le piastrelle, sia del pavimento che delle pareti. Devono quindi essere impermeabili, resistenti al sole diretto, al gelo ed agli sbalzi termici. Inoltre è bene che siano antiscivolo, antimacchia, inattaccabili dagli agenti chimici e facili da pulire.
Piastrelle in grès porcellanato

Piastrelle in legno massiccio di acacia, a incastro, per portico, veranda, balcone e giardino, 30 x 30 x 2,5 cm, quadrate Brown

Prezzo: in offerta su Amazon a: 293,24€


Materiali e misure delle piastrelle per balconi

Grès porcellanato con effetto legno Vediamo quindi come scegliere le piastrelle per balconi. In commercio troviamo vari materiali che permettono numerose soluzioni. Tra i materiali più utilizzati c'è il grès porcellanato, per la sua grande resistenza agli urti ed alle abrasioni unita ad un'ottima estetica, il cotto, per l'elevata resistenza al gelo, ed il calcestruzzo, per le sue qualità antisdrucciolo, antipolvere ed antiassorbimento. Le mattonelle di marmo e ceramica sono invece maggiormente usate in ambienti interni. Generalmente per il balcone sono preferite misure di piastrelle rettangolari e non troppo grandi, come 15x30 cm oppure 7x15 cm. Oltre alla giusta scelta dei materiali per le mattonelle è consigliabile applicare degli specifici profili per balcone per consentire il deflusso dell'acqua piovana ed evitare infiltrazioni. Sul bordo esterno è bene inserire delle soglie di marmo, con gocciolatoio inferiore, oppure degli elementi speciali più resistenti.

  • Alcune note Le piastrelle rappresentano uno di quegli elementi di arredamento, se poi è giusto parlare di elementi di arredamento in un caso come questo, che hanno conosciuto e, a dire il vero, continuano a conos...
  • mattonelle bianche Ecco qualcosa di cui davvero non si può fare a meno in nessun tipo di casa sia essa in muratura o prefabbricata, antica o moderna, lussuosa o modesta: le mattonelle. Possono essere posizionate sia all...
  • Scalinata decorata Il fascino della scalinata non conosce flessioni e per quante possano essere le varianti e le innovazioni fatte negli anni in questo campo, una cosa resta immutabile: i gradini. Una scala deve essere ...
  • mattonelle da esterno Per rivestire la pavimentazione dell'esterno, ovvero per rivestire il balcone, la veranda oppure per il giardino, è necessario scegliere delle mattonelle apposite, realizzate con materiali particolari...

18 tasselli in legno massiccio di acacia a incastro, piastrelle per terrazzo, giardino, balcone, vasca, quadrate, 30 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 89,46€


Piastrelle per balconi in grès porcellanato

Piastrelle per balcone in cotto Le piastrelle in grès porcellanato sono apprezzate per l'elevata durezza, per la resistenza alla flessione ed alla compressione, ai graffi ed agli aggressivi chimici. Questo materiale ceramico sopporta le basse temperature fino a 20°C sotto zero. La finitura naturale è quella che presenta la mattonella appena terminata la cottura, senza essere soggetta ad alcuna lavorazione. Non essendo levigata né lucidata, è in grado di evitare ogni rischio di scivolamento sul balcone, in caso di pioggia o presenza di ghiaccio. A questo scopo è anche indicata la finitura strutturata. La finitura bocciardata, che rende la piastrella rustica e simile alla pietra, è un'altra ottima scelta antiscivolo. Il grès a tutta massa ha colori che attraversano l'intera struttura e non solo la superficie, quindi, qualora quest'ultima dovesse danneggiarsi, l'estetica resterebbe la stessa. Le piastrelle a doppio caricamento riproducono fedelmente l'aspetto di marmi e pietre naturali. Le mattonelle rettificate hanno bordi perfettamente accostabili, con fughe appena visibili e grande effetto di continuità.


Mattonelle per balconi in cotto e calcestruzzo

Pavimento per balcone in calcestruzzo Concludendo il discorso su come scegliere le piastrelle per balconi, è bene spiegare che quelle in cotto devono essere garantite contro il gelo, per evitare che possano rompersi o scheggiarsi. In commercio troviamo quelle di tipo industriale e quelle artigianali, caratterizzate dal fatto che ognuna di essere è unica e leggermente diversa dalle altre. È opportuno fare molta attenzione ai giunti di dilatazione ed alle pendenze per il drenaggio dell'acqua onde evitare ristagni sotto la pavimentazione. È molto utile sottoporre le mattonelle fatte a mano a trattamenti idrorepellenti. Per pavimentare il balcone si può utilizzare il calcestruzzo, composto da cemento più graniglie colorate. Riproduce l'estetica di varie pietre naturali, dei mattoni, della roccia e del legno e resta immutabile nel tempo. È molto resistente all'usura ed agli agenti atmosferici. Per la sua natura monolitica, inoltre, non subisce assestamenti né avvallamenti come accade per i pavimenti in pietra naturale.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO