Quali sono i modelli di piano cottura forno

Piano cottura a gas

Tra i modelli del piano cottura forno, quello a gas corrisponde sicuramente al più acquistato. Solitamente a 4 o 5 fuochi, può essere utilizzato con tutte le padelle e pentole, indipendentemente dal loro materiale. Normalmente un piano cottura a gas è realizzato in acciaio smaltato o inox, possiede comandi regolatori lateralmente o frontalmente, inoltre grazie al suo sistema di sicurezza impedisce al gas di fuoriuscire qualora le fiamme si spegnessero. Nonostante sia il più richiesto e acquistato, il modello a gas presenta anche numerosi svantaggi: la pulizia risulta abbastanza impegnativa, la dispersione di energia corrisponde al 60% contro un 40% di rendimento, inoltre il gas rimane comunque particolarmente pericoloso se non si prestano le dovute attenzioni.
Piano cottura a gas

Songmics 6 piani Scarpiera Armadio Guardaroba Scaffale Mobiletto Modulare Nero LPC26H

Prezzo: in offerta su Amazon a: 58,99€


Piano cottura a induzione

Piano cottura a induzioneChi preferisce dedicare minor tempo alla pulizia ed è aperto alle innovazioni, sicuramente apprezzerà i nuovi modelli di piano cottura forno a induzione: essendo una superficie piatta, in un attimo il piano è pulito. Inoltre si accorciano anche i tempi di cottura, con conseguente risparmio energetico, e la fiamma è ben distribuita permettendo di cuocere uniformemente. Altro vantaggio è il fatto che il piano stesso non si scalda mai, ma trasmette il calore esclusivamente alle pentole. Unico accorgimento è l'utilizzo di pentole e padelle esclusivamente in materiali ferrosi, per consentire l'effetto magnetico. Si tratta quindi di un prodotto più pratico, sicuro ed efficiente in quanto a rendimento, inoltre l'aspetto piatto e liscio lo rende anche esteticamente piacevole.

    Saro carrello di servizio/trasporto modello ZOKA 2

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 177,45€


    Piano cottura in vetroceramica

    Piano cottura in vetroceramica Meno diffuso ma comunque apprezzabile è il piano cottura in vetroceramica. Un punto a suo favore è la facile pulizia, come lo è anche la minore pericolosità dovuta al fatto che non funziona a gas ma a corrente elettrica. Una valutazione però è necessaria anche rispetto ai suoi svantaggi: il rapporto tra dispendio energetico e rendimento, quest'ultimo pari al 47%, non è molto soddisfaciente, considerando che i tempi di cottura sono più lunghi; ancora, la superficie in vetroceramica si riscalda insieme alle pentole, comportando la possibilità di ustionarsi; non è adatta qualsiasi pentola, ma bisogna scegliere quelle con fondo piatto, inoltre l'elevato consumo energetico, associato all'uso contemporaneo di altri apparecchi alimentati a corrente, può portare a dei blackout elettrici.


    Quali sono i modelli di piano cottura forno: Modelli di piano cottura forno e prezzi

    Piani cottura a confronto In termini economici le differenze si notano da un modello all'altro. I piani cottura a gas sono i prodotti meno costosi: partono da 90 euro, però si può arrivare anche a 600 euro variando fattori come il numero di fuochi, il marchio e il materiale. Tali caratteristiche determinano la differenza di prezzo anche per quanto riguarda i piani cottura in vetroceramica, i quali partono comunque da un prezzo base maggiore, ovvero da circa 150 euro.Infine ancora più costosi sono i piani cottura a induzione, che vanno da 500 euro in avanti, sempre secondo le caratteristiche richieste. Quest'ultimo modello tuttavia, pur presentando un prezzo superiore, comporta a lungo termine un significativo risparmio energetico, quindi la spesa nel futuro viene sicuramente ammortizzata.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO