Prezzi impianti elettrici

Impianti elettrici: quali sono le caratteristiche minime

Per potervi rendere conto di come ottimizzare i vostri impianti elettrici occorre capire come siano realizzati e quali siano le caratteristiche minime. L’impianto elettrico è composto da una serie di componenti base e da elementi variabili a seconda della dimensione di una casa. Secondo la norma Cei le caratteristiche minime da tener presenti sono le seguenti: sfilabilità dei cavi (utile anche per un fine qualitativo); presenza di quadri elettrici dimensionati con il 15% di riserva per capienza modulare e in aggiunta si ricorda che l’impianto deve essere protetto da due interruttori differenziali ( per far in modo che il servizio sia presente su almeno una delle due linee). Sembrano difficili nozioni tecniche in realtà basta segnarvi che la sezione del montante di collegamento dovrà essere maggiore o uguale di 6mm2 e di controllare il conduttore di protezione PE del vostro quadro generale. Queste sono le nozioni minime da dover sapere: se le terrete a mente potrete avere una corretta visione globale del progetto che vi sottoporranno e capire quali sono i migliori prezzi degli impianti elettrici.
fili impianti elettrici

Tristar KB-7980 Trasformatore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,09€


Prezzi impianti elettrici: quali sono gli elementi da cui dipendono

impianti elettrici civili Dopo aver segnato tutti gli elementi tecnici utili per realizzare il vostro impianto vi sarete chiesti: quali sono i prezzi degli impianti elettrici e da cosa dipendono? Quali sono gli elementi che portano a determinarne l’aumento di costo? Per poter installare un impianto che sia sostenibile nei costi dovete tener presente che i suoi costi dipendono dal numero di circuiti di cui esso è composto: di base per un circuito elettrico deve averne due che vanno utilizzati per l’illuminazione generica e un altro da utilizzare per gli elettrodomestici. Ma non sono solo queste le caratteristiche da osservare: i prezzi dipendono anche dal numero dei punti luce presenti, dal numero degli interruttori e dalle prese. Complessivamente il prezzo di un impianto viene determinato dai punti luce: quando vi accingerete a pianificare il restauro della vostra casa ricordate che un impianto per una casa di 90mq deve avere sui 60 punti luce i quali costeranno in media sui 40 o 50 euro. Globalmente il costo dei vostri lavori sarà di 3000 o 3600 euro e avrete ottenuto un preventivo ottimale.

  • Alcune note Gli impianti idraulici sono un elemento di fondamentale importanza all'interno delle nostre abitazioni. A conti fatti sono un elemento di fondamentale importanza non solo all'interno di un'abitazione ...
  • Normative impianti Gli impianti sono un elemento di fondamentale importanza all'interno delle nostre abitazioni. A conti fatti sono un elemento di fondamentale importanza non solo all'interno di un'abitazione privata ma...
  • Impianti elettrici Costruire un impianto è un’impresa abbastanza complessa, che richiede una serie di passaggi e una conoscenza tecnica di base. Con il termine “impianto”, si fa riferimento ad una categoria, che ingloba...
  • videocamere Per quanto riguarda la pratica di installare telecamere di videosorveglianza da parte di soggetti privati, la legge è molto chiara. Da questo punto di vista, il bene tutelato dal legislatore è quello ...

Bticino F80SG Serie BTDIN Salvavita Stop Go a Riarmo Automatico, Grigio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 87,8€
(Risparmi 37,2€)


Ma quanto costa veramente un impianto elettrico civile?

impianti elettrici Paini Prima di approvare in toto un preventivo valutate attentamente quali siano i costi totali e i costi singoli. Per realizzare un lavoro globale nella vostra abitazione avrete bisogno di una centralina il cui prezzo si aggirerà intorno ai 200 euro in media a cui si devono sommare i punti luce della cifra di 40-50 euro. Alcune ditte più concorrenziali potranno mettervi a budget dei punti luce dal costo di 35 euro: sarà la ditta a suggerirvi il tipo di impianto che farà maggiormente al caso vostro sia che si tratti di ristrutturazione o manutenzione straordinaria. La tipologia di punti luce fa variare il costo: il punto luce 220V + terra costa circa 16 euro, mentre il punto luce luminoso (con interruttore, pulsante e spia) vi verrà a costare 28 euro. Il punto presa 2x10A+ terra avrà un costo di 30 euro circa e il punto presa 2x16A invece può aggirarsi attorno ai 32 euro circa. Ai costi della centralina e dei punti luce ricordatevi di sommare la manodopera: le ore impiegate dagli operai incideranno nel costo finale del preventivo: si va da un minimo in media di 25 euro, fino ai 28 euro.


Quali sono i costi aggiuntivi dell’impianto elettrico

installazione impianti elettrici Come è possibile ottenere un buon prezzo senza sprechi e tenendo conto della qualità? Prima di tutto per evitare inutili sprechi pianificate con l’elettricista dove volete collocare i corpi illuminati e lo schema di posa: una progettazione accurata vi consentirà di sapere sempre dove operare per la manutenzione evitando di dover rimaneggiare il progetto. L’elettricista dovrà tenere conto della normativa CEI-UNI per la sicurezza mettendovi a disposizione una gamma di prodotti di qualità che consentano di isolare l’impianto. Naturalmente se desiderate rinnovare la vostra casa non dovete rinunciare all’eccellenza dei materiali: i fornitori non sono tutti uguali e non utilizzano gli stessi materiali. Il pregio e la qualità delle prese, delle mascherine ecc inciderà sul prezzo del vostro impianto elettrico. Un’impresa deve consigliarvi sia un prodotto nella media e dai costi contenuti che un prodotto di design: un articolo in porcellana avrà un costo diverso dalla plastica. Il consiglio è quello di farvi consigliare delle soluzioni personalizzate: in questo modo il vostro gusto e il vostro stile non intaccherà il portafogli.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO