Cosa sono i camini bifacciali

Cosa sono i camini bifacciali

Negli ultimi anni si sta affermando questo nuovo sistema di riscaldamento, affiancandosi ad altri più tradizionali. Vediamo quindi cosa sono i camini bifacciali. Essi forniscono la visione della fiamma da due lati opposti, con un suggestivo effetto scenografico. Sono una valida ed originale soluzione per riscaldare l'abitazione ed un'eccellente scelta di design. Particolarmente indicati per gli ambienti di grandi dimensioni, vengono installati nella parte centrale della stanza, come nel caso di una cucina unita al soggiorno oppure come collegamento tra una zona giorno ed una zona notte. Sono comunque ideali per dividere grandi ambienti privi di pareti e porte. Il camino bifacciale, con la sua fiamma a vista, consente di riscaldare entrambi i lati, come se questi avessero due camini uguali. Sono proposti in molti modelli con differenti forme, misure e combustibili, per soddisfare le esigenze energetiche della casa ed i gusti di chi ci abita.
Camino bifacciale che separa la cucina dal salotto

Kit porta attrezzi modulare da parete 40 x 40 cm, include ganci e vaschette. Uno strumento essenziale per l’organizzazione del garage e della casa.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Caratteristiche principali del camino bifacciale

Camino bifacciale che divide un soggiorno I camini bifacciali, detti anche a doppia facciata, sono prefabbricati e costituiti da una camera di combustione, generalmente rettangolare, a tenuta stagna e tiraggio naturale fatta di acciaio inossidabile. I due lati opposti sono chiusi da particolari vetri ceramici. Il combustibile per questo tipo di camino può essere la legna oppure, nella maggior parte delle versioni, il metano o il GPL (gas di petrolio liquefatto). Nel caso di alimentazione a gas, deve essere previsto l'attacco a pavimento della tubatura, in fase di progettazione. Esistono anche dei modelli alimentati a bioetanolo, un alcool ecologico ottenuto dalla fermentazione di biomasse. Questi tipi di camini garantiscono un elevato rendimento termico, oltre ad essere arredi che offrono un notevole effetto estetico ed un riscaldamento economico.

  • Una bella stufa a legna Se vuoi scegliere una stufa per riscaldare la casa devi considerare che deve innanzitutto diventare una parte integrante dell’arredamento e non essere antiestetica. Esistono modelli che si possono coo...
  • Modello base di stufa a combustibile Le stufe a combustibile liquido hanno anzitutto l'innegabile vantaggio di portare la temperatura dell'ambiente in cui vengono accese, rapidamente a salire. Inserita, infatti, in locali medi o piccoli,...
  • Stufa catalitica ventilata Le stufe catalitiche sono dispositivi che utilizzano particolari combustibili, possono essere portatili o fisse e spesso non necessitano di canna fumaria, dal momento che i gas che vengono prodotti pa...
  • Caminetto Se volete dare un tocco di eleganza alla vostra abitazione, non potete fare a meno di trovare degli spazi e degli ambienti giusti per disporre gli intramontabili camini. Non c'è oggetto più evocativo ...

2 x Spugna di ceramica camino bioetanolo biocaminetto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,83€


Requisiti e vantaggi dei camini a doppia facciata

Camino bifacciale al centro della zona living Un camino bifacciale di buona qualità deve avere delle misure abbastanza contenute, o quantomeno ben calibrate, ed un peso non troppo alto per poterlo installare in vari contesti abitativi. Nel caso di alimentazione a bioetanolo, occorre che il serbatoio sia sufficientemente capace da garantire un'autonomia di minimo 6 ore. Questi modelli non necessitano di canna fumaria. Dopo aver visto cosa sono i camini bifacciali, descriviamo i loro vantaggi. Hanno una grande praticità di utilizzo, sono facili da gestire, l'accensione e lo spegnimento si possono programmare e non richiedono molta manutenzione. Inoltre forniscono elevata potenza termica, garantiscono bassi consumi di combustibile e sono corredati da accessori decorativi in ceramica, simili alla legna ed alle pietre, studiati per offrire una visione più tradizionale e verosimile della combustione.


Pulizia e manutenzione del camino bifacciale

Camino bifacciale senza muratura La pulizia del camino, come per ogni fonte di fiamme e calore, va effettuata sempre quando non è in funzione quindi a freddo. Occorre anche fare molta attenzione a non toccare il vetro protettivo ed i tubi di scarico, se presenti, perché raggiungono temperature molto alte. Inoltre non bisogna porre oggetti infiammabili e qualunque materiale combustibile. Per assicurare un tiraggio ottimale le bocche d'ingresso dell'aria del camino devono sempre essere lasciate libere. Il vetro ceramico va pulito con prodotti specifici, spesso acquistabili dalla casa produttrice del camino stesso e sempre con la superficie ben raffreddata. Va assolutamente evitato di utilizzare sostanze infiammabili per pulire il canale da fumo. Inoltre il camino non deve essere bagnato, l'installazione deve essere eseguita da tecnici specializzati ed occorre seguire con attenzione le indicazioni d'uso del produttore.




COMMENTI SULL' ARTICOLO